35.000 medici di famiglia iniziano la vaccinazione

Se vuoi essere vaccinato, di solito vai dal tuo medico. È così che dovrebbe iniziare ora anche la pandemia. Ma come funziona esattamente quando i vaccini inizialmente scarseggiano ancora?

Le vaccinazioni corona dovrebbero ora avere un impatto generale su un ampio fronte e le speranze di una svolta per una maggiore velocità sono alte. Dopo un sacco di fastidio per le scarse dosi di vaccinazione, i programmi di consegna traballanti e le complicate prenotazioni di appuntamenti per i centri di vaccinazione negli stati federali, la rete nazionale di pratiche è ora attiva e funzionante.

"Non un grande passo, ma importante"

E con esso un sistema di rifornimento consolidato tramite grossisti e farmacie. Nella settimana dopo Pasqua, 35.000 medici di famiglia vogliono iniziare. Ma è un preludio con il freno a mano un po 'tirato all'inizio.

"Mercoledì, la vaccinazione inizierà - finalmente, c'è da dire - negli studi", dice il capo dell'Associazione nazionale dei medici dell'assicurazione sanitaria obbligatoria (KBV), Andreas Gassen. "Oltre ai 430 centri vaccinali di cui disponiamo finora, ce ne sono altri 35.000". Dovrebbe essere il segnale di partenza ufficiale per la seconda fase della "campagna vaccinale", anche se in alcune località sono già coinvolte le prime pratiche.

Tuttavia, non dovrebbe esserci una corsa spontanea subito dopo le vacanze. Perché nella prima settimana, tutti gli studi insieme riceveranno inizialmente 940.000 dosi di vaccino. In termini puramente matematici, si ottengono solo 26 dosi buone per pratica.

"Non sarà ancora un grande passo, ma importante", ha detto il ministro federale della Sanità Jens Spahn (CDU). Perché con l'ingresso a livello nazionale delle pratiche, i processi sarebbero ora interrotti per poter aumentare significativamente il numero di vaccinazioni in poche settimane.

Gli ordini

Il martedì fino a mezzogiorno gli ambulatori possono ordinare alle farmacie le dosi di vaccinazione per la settimana successiva. La consegna è quindi lunedì pomeriggio, come spiega KBV, a causa del lunedì di Pasqua ora martedì, mercoledì a mezzogiorno al più tardi. A causa della carenza di vaccini, la quantità dell'ordine è inizialmente limitata a 18-50 dosi a settimana.

All'inizio c'è anche da aspettarsi che meno di quanto è stato ordinato. Tuttavia, le pratiche dovrebbero ricevere comunicazione entro giovedì di quanto avverrà nella settimana successiva in modo da poter eventualmente riprogrammare gli appuntamenti per le vaccinazioni. Questo sistema logistico è "un regime rigoroso", ha affermato il presidente dell'Associazione federale delle associazioni dei farmacisti tedeschi, Gabriele Regina Overwiening: "Sarà affidabile".

Le estradizioni

Le dosi di vaccinazione devono essere distribuite su tutto il territorio nazionale da 110 filiali all'ingrosso che consegnano comunque alle 19.000 farmacie più volte al giorno. La preparazione di Biontech / Pfizer viene consegnata a "temperatura ultra bassa" a meno 75 gradi, ha spiegato Marcus Freitag, vicepresidente dell'Associazione federale dei grossisti farmaceutici.

Scongelato e riconfezionato, il vaccino viene quindi inviato alle farmacie a 2-8 gradi Celsius. Segue l '"assemblaggio finale" per le pratiche. Sono sempre inclusi accessori come siringhe, cannule e soluzione salina per la diluizione. C'è una chiave per la distribuzione, tra le altre cose a seconda della quota di popolazione dei paesi.

Gli appuntamenti

Non c'è un invito centrale, spiega il Ministero Federale della Salute. Il modo in cui assegnano gli appuntamenti per la vaccinazione può essere organizzato dal medico di base, ad esempio tramite telefono o prenotazioni online. "Conoscono meglio i loro pazienti e si rivolgeranno a loro in modo specifico e fisseranno un appuntamento per la vaccinazione con loro o torneranno a casa da persone non mobili", afferma il vicepresidente della KBV Stephan Hofmeister in vista dell'inizio.

Ciò serve anche a garantire che i gruppi a rischio corona ottengano il loro primo turno. Perché la priorità generale si applica anche nelle pratiche, come sottolinea il ministero. Tuttavia, i medici potrebbero decidere in loco in modo più flessibile chi deve essere vaccinato e quando, anche per procedere in modo più efficiente.

I vaccini

Nelle prime due settimane di aprile, nelle pratiche dovrebbe essere utilizzato solo il vaccino di Biontech / Pfizer, come ha spiegato Spahn - perché ora sono disponibili quantità sufficienti. Dalla settimana del 19 aprile Biontech e Astrazeneca passeranno poi agli studi, quindi i vaccini di Biontech, Astrazeneca e Johnson & Johnson. Scegliere dal medico quale preparazione si vuole ottenere per il momento non è possibile a causa dello scarso vaccino, anche negli ambulatori, spiega il Ministero della Salute.

I costi

Per ogni vaccinazione corona, comprese informazioni e consigli, i medici ricevono una retribuzione di 20 euro. Le pratiche possono risolvere questo problema attraverso le associazioni legali di assicurazione sanitaria, indipendentemente dal fatto che siano per quelle con assicurazione legale o privata.

Il governo federale si sta assumendo i costi e ha inizialmente preventivato fino a 1,5 miliardi di euro: parallelamente all'aumento delle consegne di vaccini, un previsto 100 milioni di euro ad aprile, poi 650 milioni di euro a maggio e 730 milioni di euro a giugno, secondo una proposta del Ministero delle finanze.

La documentazione

Come i centri di vaccinazione regionali, le pratiche dovrebbero anche riportare i dati con cui l'Istituto Robert Koch (RKI) di proprietà federale può seguire il processo di vaccinazione. Tuttavia, solo un "set di dati limitato" deve essere trasmesso quotidianamente, come spiega il KBV: il numero di prima e seconda vaccinazione, suddiviso per vaccino, nonché il numero di bambini di età superiore ai 60 anni vaccinati.

Dovrebbe essere possibile registrare ulteriori dati, come il numero di lotto, con fatture trimestrali. I vaccinati ricevono un adesivo o una nota nel certificato di vaccinazione, i medici lo annotano come al solito nella cartella dei pazienti.

Le prospettive

Nelle prime settimane di aprile sono previste circa un milione di dosi per gli ambulatori. Nella settimana del 26 aprile dovrebbe poi salire a più di tre milioni. Inoltre, i centri di vaccinazione dei paesi ricevono 2,25 milioni di dosi a settimana. La rete può ancora crescere, non solo tra i 50.000 studi medici di base.

Con un massimo di 87.000 pratiche di vaccinazione in generale, viene mostrato l'enorme potenziale per raggiungere diversi milioni di dosi a settimana, secondo il KBV. Successivamente si aggiungeranno specialisti, medici privati ​​e medici aziendali. "Dobbiamo vaccinare, vaccinare, vaccinare", dice Gassen, capo della compagnia di assicurazione sanitaria. "Ogni giorno conta affinché la società possa tornare alla sua vita normale".

Puoi anche saperne di più sulla vaccinazione nello studio del medico di famiglia nel nostro podcast

Coronavirus vaccinazione infezione

Notizie sul coronavirus

Vaccinazione Corona: cartella vaccinale digitale in farmacia

Covid-19: questo è il modo in cui le persone vaccinate sono protette

Il governo prepara la regolamentazione delle eccezioni per le persone vaccinate

La Germania rende difficile viaggiare dall'India

Freno di emergenza federale: uscita limitata dalle 22:00

Possibili effetti collaterali della vaccinazione contro Covid-19

Cosa devono sapere i dipendenti sul "test obbligatorio"

Quattro vaccini corona a confronto

Le persone vaccinate con Astrazeneca più giovani dovrebbero passare a un'altra preparazione

Drosten: Le misure non sono sufficienti

Sfida il mondo del lavoro con il contenimento Corona

Astrazeneca soprattutto per gli over 60

Maschere FFP2 sul lavoro: diritto alle pause

Regole pasquali degli stati federali

Esperti dell'OMS: Corona probabilmente proviene dagli animali