Presbiopia

Quali terapie aiutano con la presbiopia, dagli occhiali alle lenti a contatto ai laser - e perché il termine "presbiopia" è sbagliato

Il nostro contenuto è testato dal punto di vista medico e farmaceutico

Presbiopia - spiegata brevemente

  • La presbiopia è causata dal normale processo di invecchiamento del cristallino. Di conseguenza, l'occhio non può più mettere a fuoco così bene a distanza ravvicinata.
  • I primi sintomi di solito compaiono a partire dai 40 anni. La lettura a una distanza di lettura normale diventa più difficile.
  • L'area su cui l'occhio può concentrarsi si sposta sempre più in lontananza nel corso degli anni, fino a raggiungere i due metri all'età di 65 anni.
  • I problemi di vista possono essere corretti con occhiali, lenti a contatto, interventi chirurgici o procedure laser. Le compagnie di assicurazione sanitaria legali di solito non pagano per questo.

Background: poiché il cristallino invecchia in tutte le persone, la presbiopia non è né una malattia né un'ametropia. Sarebbe quindi sbagliato tradurre la presbiopia come "presbiopia". Perché con l'ipermetropia c'è un errore di rifrazione dell'occhio.

Quali sono le cause della presbiopia?

In caso di presbiopia, il cosiddetto alloggio non funziona più correttamente. La sistemazione descrive la capacità dell'occhio di adattarsi in modo flessibile a diverse distanze.

Per poter vedere chiaramente a distanza ravvicinata, il cristallino deve diventare più sferico. Funziona così:

  • Un muscolo oculare specifico, il muscolo ciliare, si contrae.
  • Questo rilascerà le cinghie di sospensione dell'obiettivo.
  • L'obiettivo diventa più sferico.

Il cristallino invecchia nel corso della vita. Quando nasciamo è molto elastico. Con il passare degli anni diventa più spesso e più duro perché il tessuto si ispessisce. Il risultato: l'obiettivo non può più deformarsi a sufficienza.

L'occhio non raccoglie più correttamente i raggi di luce incidente provenienti dagli oggetti vicini. Il cosiddetto potere di rifrazione della lente diminuisce. Gli oggetti a distanza ravvicinata sono sfocati solo sulla retina del fondo dell'occhio. L'occhio è ancora normalmente avvistato a distanza perché può continuare a concentrarsi su un oggetto distante sulla retina. Ma la visione da vicino si deteriora.

Mentre un bambino di due anni può vedere chiaramente a una distanza di cinque centimetri, un bambino di sette anni può mettere a fuoco a sette centimetri. A 20 anni funziona solo a una distanza di dieci centimetri, a 40 è già di 25 centimetri, per un 50enne anche di 50 centimetri, a 65 il primo piano funziona solo a due metri - a questa età il le modifiche sono visibili ma anche completate.

La presbiopia esiste anche nelle persone miopi e ipermetropi?

Presbiopia e miopia

La miopia è solitamente causata da un bulbo oculare troppo lungo oa causa di un errore nella rifrazione della luce incidente.Il risultato: i raggi di luce sono troppo raggruppati in modo che il punto focale non si trovi sulla retina al fondo dell'occhio, ma di fronte ad esso. Così accade che le persone miopi non possano vedere chiaramente in lontananza.

Un'ulteriore presbiopia, che inizia dall'età di 40 anni, non è un problema per molte persone miopi, poiché la miopia compensa la presbiopia che si sviluppa.

Presbiopia e ipermetropia

L'ipermetropia è causata da un bulbo oculare troppo corto o da un cambiamento nella rifrazione della cornea o del cristallino. Il risultato: il punto focale della luce incidente non è sulla retina, ma dietro di essa. Nei giovani, l'occhio può in gran parte compensare questo errore di rifrazione attraverso l'attività del muscolo ciliare nell'occhio, in modo che molte persone non si accorgano nemmeno di essere lungimiranti.

Quando si manifesta la presbiopia, le persone ipermetropi non possono più vedere chiaramente a distanza ravvicinata e in seguito anche in lontananza. Il processo diventa evidente un po 'prima rispetto alle persone con una vista normale, vale a dire tra i 35 ei 45 anni.

Sintomi della presbiopia

I sintomi della presbiopia di solito compaiono per la prima volta a partire dai 40 anni. Si notano per la prima volta in condizioni di scarsa illuminazione o quando sei stanco.

I primi segni possono essere:

  • la lettura diventa estenuante
  • l'immagine diventa sfocata
  • c'è una sensazione sorda di pressione sulla fronte o sugli occhi

Nel corso del tempo, la visione da vicino causa sempre più problemi, testo e contorni appaiono sfocati. Le persone colpite di solito tengono istintivamente il libro o il cartellino del prezzo più lontano per poter leggere lettere e numeri. Ad un certo punto la lunghezza delle braccia non è più sufficiente. La lettura è quasi impossibile più.

Come viene diagnosticata la presbiopia?

Chiunque noti problemi visivi dovrebbe essere esaminato da un oftalmologo, se non altro per escludere altre malattie degli occhi. Vari test mostrano se gli occhi hanno bisogno di supporto:

Schede di prova della vista: l'acuità visiva dell'occhio può essere facilmente determinata con l'aiuto delle schede di prova della vista. Chiedere al paziente di leggere ad alta voce numeri o lettere che sono mostrati in diverse dimensioni in nero su sfondo bianco. Ogni occhio viene testato individualmente.

Test con forottero: per poter determinare la migliore acuità visiva possibile per la distanza e per il vicino, segue un test simile. La persona interessata guarda attraverso un dispositivo e indica quali lettere e numeri può riconoscere. È possibile impostare lenti correttive di diversa intensità. Un'alternativa a tale forottero è un paio di occhiali graduati, che possono anche essere dotati di lenti di diverso spessore. In questo modo, l'obiettivo giusto può essere determinato per vicino e lontano.

Test con un rifrattometro: con l'aiuto di un rifrattometro, la rifrazione della luce nell'occhio può essere misurata senza che il paziente debba fare nulla. Si siede davanti al dispositivo e guarda attraverso un sistema ottico. Il rifrattometro invia raggi di luce nell'occhio, che vengono raggruppati dalla cornea e dal cristallino e infine colpiscono la retina. Il dispositivo controlla la rifrazione della luce e calcola quale forza degli occhiali sarebbe ottimale per poter vedere di nuovo bene nel campo lontano e vicino.

La presbiopia può essere prevenuta?

Il processo naturale di indurimento della lente si verifica in tutte le persone e non è ereditario. Non può essere fermato da un addestramento speciale della vista o da altre misure. Anche se e quando inizi a indossare gli occhiali non ha alcuna influenza sul corso.

Altri problemi agli occhi possono essere parzialmente prevenuti: