Sangue nell'ano / intestino: cosa significa il sintomo

Emorroidi, crepe nell'ano, infiammazione e cancro causano più comunemente sanguinamento dall'intestino, dalle feci o dall'area anale. Possibili cause, diagnosi, terapie

Il nostro contenuto è testato dal punto di vista medico e farmaceutico

Rivolgiti tempestivamente a un medico se hai problemi intestinali

L'ano è una delle zone più sensibili del corpo. I cambiamenti patologici di solito sono immediatamente evidenti in modo inquietante. Prurito, stillicidio, dolore, gonfiore, rigonfiamenti o noduli, sensazione di svuotamento incompleto o perdita, ad es. Incontinenza fecale: tutto ciò infastidisce notevolmente le persone colpite.

Se il sangue è visibile sulle feci (termine tecnico: ematochezia), è sempre percepito come preoccupante, anche se si tratta solo di tracce. È tanto più importante superare le inibizioni e le preoccupazioni e andare dal medico quando si tratta di tali disturbi.

Naturalmente, anche se il comportamento del movimento intestinale è cambiato senza una ragione apparente, come un cambiamento nella dieta, ad esempio, si verifica una stitichezza insolita. O se si verificano sintomi come dolore addominale, gonfiore insolito, flatulenza, forse stanchezza e perdita di peso.

Cosa puoi fare per un intestino sano

Malattie intestinali e anali diffuse, come il cancro al colon e le emorroidi, possono essere contrastate con uno stile di vita sano e attivo. Aiuta a ritrovare la regolare attività intestinale, un contributo alla risoluzione di molti problemi nell'ano.

Tutti dovrebbero iniziare con questo tipo di igiene personale il prima possibile, preferibilmente durante l'infanzia.

Funziona seguendo una dieta equilibrata e ricca di fibre, che include integratori giornalieri di frutta e verdura in modo completamente naturale (consigliato: cinque al giorno). Inoltre, c'è un regolare esercizio fisico (consigliato: almeno 30 minuti al giorno come "dose di mantenimento"; puoi aumentare la tua forma fisica con 60 "minuti attivi") e tagli di alcol e fumo.

E coloro che risparmiano su grassi, sale e zuccheri alimentari stanno facendo qualcosa di sostenibile per i loro vasi, compresi quelli nell'intestino.

Vantaggi: il corpo si sente nel complesso più facile, perché puoi anche far fronte meglio al tuo peso corporeo, il sangue scorre più liberamente.

Ultimo ma non meno importante, una buona igiene, anche durante il sesso, e indumenti delicati sulla pelle aiutano a evitare irritazioni e sviluppo patologico nella zona anale.

Appartengono ai disturbi anali più comuni: disturbi causati da emorroidi (diagramma schematico)

© W & B / Jörg Neisel

Area problematica globale dell'intestino: emorroidi malattia diffusa, crepe anali, cancro

Con gli anni di vita, il rischio di sviluppi patologici aumenta in generale. Ciò è accompagnato da un aumento del rischio di sanguinamento, indirettamente, ad esempio attraverso alcuni farmaci o direttamente a seguito di malattie gastrointestinali. L'evaginazione della parete intestinale (diverticolo) nell'intestino crasso, l'infiammazione e le escrescenze benigne e maligne nell'intestino crasso e nel retto sono tra le principali cause di sanguinamento nel tratto digerente.

Il problema n. 1 nel canale anale sono le emorroidi, specialmente tra i 45 ei 65 anni. Si stima che quasi il 70% degli adulti nei paesi occidentali sperimenterà una qualche forma di emorroidi ad un certo punto della loro vita. I reclami causati dalle emorroidi sono quindi una malattia diffusa.

Anche le crepe anali (ragadi anali) sono un male comune. In entrambi i casi, la fuoriuscita di sangue - all'ano, sulla carta igienica o sulle feci - è un sintomo tipico. Con la differenza che una ragade anale è estremamente dolorosa, mentre una malattia emorroidaria è principalmente associata a una sensazione di gonfiore, prurito e stillicidio.

Fonti meno comuni di sanguinamento: malattie dell'intestino tenue, problemi vascolari, endometriosi

Più raramente, la fonte di sanguinamento è nell'intestino tenue. Infine, i cambiamenti vascolari e l'endometriosi, una malattia nelle donne, possono causare sanguinamento intestinale.

Importante: utilizzare la diagnosi precoce del cancro al colon!

Non costa nulla e può salvare la vita: la diagnosi precoce del cancro al colon! Punti chiave: gli uomini di età pari o superiore a 50 anni possono avere due colonscopie gratuite ogni dieci anni e una se iniziano a 65 anni. Questa regola si applica alle donne dai 55 anni in su.

Ciò che include lo screening organizzato per la diagnosi precoce del cancro del colon-retto è nel capitolo "Diagnosi, diagnosi precoce del cancro".

Sangue dall'intestino: diagnosi e terapia

Il sangue sulle feci, in particolare il sanguinamento intestinale, deve essere chiarito e, a seconda del tipo e della causa, trattato prontamente o urgentemente. Innanzitutto si pone la questione del farmaco attualmente assunto, ad esempio se la persona interessata stia ricevendo una terapia anticoagulante (fluidificante del sangue).

Se non ha mai curato il paziente prima, il medico responsabile vorrebbe anche sapere se ci sono indicazioni di una tendenza patologica al sanguinamento. Le indicazioni possono essere frequenti contusioni e epistassi ripetute, nelle donne anche sanguinamento mestruale aumentato e / o prolungato.

Endoscopia: ispezione dello stomaco e dell'intestino

Quando si tratta del tratto digerente, come l'intestino crasso e il retto, queste aree possono essere facilmente esaminate dall'interno (endoscopia). Questo vale anche per la parte superiore con l'esofago, lo stomaco e il duodeno.

Allo stesso tempo, il medico può prelevare piccoli campioni di tessuto o rimuovere tumori (polipi) nell'intestino per poterli esaminare più da vicino in seguito. Anche in questo caso, è necessario sapere in anticipo se la coagulazione del sangue della persona interessata è cambiata per poter eseguire l'esame in sicurezza. Potrebbe essere necessario modificare la terapia per fluidificare il sangue.

Con la rimozione dei polipi intestinali, medici e pazienti hanno a portata di mano un'opzione concreta e valida, ad esempio per prevenire il cancro al colon. Grazie alla colonscopia e agli esami dei tessuti, anche altre malattie intestinali possono essere identificate e controllate in modo affidabile.

Le operazioni sul tratto gastrointestinale sono diventate più diversificate e meno invadenti attraverso l'uso dell'endoscopia.

Naturalmente anche i farmaci e le diete speciali, come quelle a basso contenuto di lattosio o prive di glutine, fanno parte del repertorio di cure per il tratto gastrointestinale. Le ulcere allo stomaco in particolare, che venivano trattate chirurgicamente per disturbi ostinati, sono un buon esempio di nuovi farmaci di successo, più recentemente sotto forma di cosiddetti inibitori della pompa protonica.

Le malattie infiammatorie croniche intestinali, ad esempio, di solito rispondono a determinati farmaci antinfiammatori o farmaci che influenzano le reazioni immunitarie.

Il capitolo sulla diagnostica di questo articolo spiega quali altri metodi di esame sono possibili.

Di seguito è riportata una panoramica degli argomenti trattati in questo post:

Cause di sanguinamento nella zona anale

  • Ragade anale
  • Pastiglie scomode: emorroidi
  • Prolasso anale, prolasso rettale
  • Trombosi venosa anale (chiamata "emorroidi esterne")
  • Fistole anali e ascesso anale
  • Cancro del bordo anale (cancro della pelle anale)

Potete leggere di più su questo nel capitolo "Cause nella zona anale".

Cause di sanguinamento nell'intestino crasso, retto (retto), intestino tenue

  • Diverticolo del colon
  • Polipi intestinali
  • Infiammazione nell'intestino tenue e crasso
  • Cancro al colon (cancro del retto e del colon)
  • Infiammazione del retto (ad esempio proctite e "pouchite"), ulcera rettale
  • Intestino tenue: invaginazione (invaginazione) dell'intestino, diverticolo di Meckel, tumori

Puoi trovare maggiori informazioni su questo nel capitolo "Cause nell'intestino crasso, retto, intestino tenue".

Altre cause di sanguinamento nell'intestino: malattie vascolari & Co.

  • Occlusione vascolare: infarto dell'arteria mesenterica
  • Piuttosto raro: malformazioni vascolari come angiodisplasia, malattia di Osler (teleangectasia congenita), fistola aortointestinale, aneurisma arterioso intestinale (viscerale) con connessione all'intestino
  • Propaggini dall'utero: endometriosi nell'intestino

Il capitolo "Cause: malattie vascolari, endometriosi" fornisce informazioni al riguardo.