Analisi del sangue: valori del fegato

Se i valori di laboratorio determinano che il livello ematico di alcune proteine ​​è aumentato, ciò può indicare problemi al fegato e alle vie biliari

Cosa significano le letture?

Il fegato è un importante organo metabolico. Se le cellule del fegato sono danneggiate, rilasciano proteine ​​più specifiche (chiamate anche enzimi epatici) nel sangue.

Tre di queste proteine ​​forniscono al medico le prime indicazioni di una malattia e compaiono con le abbreviazioni specificate sul rapporto di laboratorio:

Alanina aminotransferasi (ALT o ALAT)

altro nome: glutammato piruvato transaminasi (GPT),

Aspartato aminotransferasi (AST o ASAT)

altro nome: glutammato ossalacetato transaminasi (GOT)

Gamma-glutamil transferasi (GGT o g-GT).

Quando si parla di valori epatici, spesso si intendono i livelli ematici dei tre enzimi citati. La bilirubina del pigmento biliare è un'altra sostanza epatica che viene spesso misurata in laboratorio. I valori elevati indicano che qualcosa non va. Di solito seguono ulteriori esami per scoprire la causa. Ciò include anche ulteriori esami del sangue, ad esempio per escludere un'infezione da virus del fegato.

Quando ha senso misurare questi valori

I medici determinano i valori quando sospettano una malattia. Ad esempio, fegato grasso, infiammazione del fegato (epatite), problemi alla cistifellea o alle vie biliari. Un'occasione si verifica, ad esempio, quando un paziente ha fattori di rischio per il fegato grasso. Questi includono l'obesità, il diabete di tipo 2, una dieta ricca di zuccheri e un elevato consumo di alcol.

L'analisi di laboratorio del sangue fornisce informazioni più specifiche sul fatto che il fegato grasso si sia già trasformato in epatite da fegato grasso e se l'organo sia già stato danneggiato. Un processo che spesso non causa alcun disagio e quindi passa inosservato per molto tempo. "Durante l'esame ecografico, il medico spesso nota che il paziente ha il fegato grasso, quindi determina i valori del fegato", aggiunge il professor Andreas Geier, capo del dipartimento di epatologia dell'Ospedale universitario di Würzburg.

In caso di malattia del fegato, i medici controllano regolarmente le condizioni dell'organo. Il controllo dei valori enzimatici è uno di questi. Fa parte della routine del medico quando i pazienti assumono farmaci dannosi per il fegato in singoli casi.

Questi includono, ad esempio, antidepressivi, antibiotici, farmaci per abbassare il colesterolo e il principio attivo paracetamolo.

Questi sono gli intervalli normali

I valori sono misurati in unità per litro di siero sanguigno, in breve U / l. Negli uomini, i valori normali sono più alti che nelle donne. "Ciò è probabilmente dovuto alle diverse dimensioni del fegato e agli enzimi", spiega Geier.

VECCHIO: donne: fino a 30 U / l, uomini: fino a 50 U / l

AST: donne: fino a 35 U / l, uomini: fino a 50 U / l

GGT: donne: fino a 40 U / l, uomini: fino a 60 U / l

I valori normali provengono dal lavoro standard Labor & Diagnose 2020. A seconda del laboratorio che esamina il sangue, tuttavia, possono differire. Se vi è un giustificato sospetto di una malattia, il medico può anche eseguire ulteriori esami se i risultati sono nel range di normalità superiore.

Questo deve essere fatto quando i valori sono elevati

Come accennato, i risultati danno solo al medico un'indicazione di possibili malattie nel paziente. Inoltre, i valori elevati da soli dicono poco sulle condizioni del fegato. Per la diagnosi finale, il medico condurrà ulteriori esami. Oppure controlla di nuovo i valori del fegato dopo un certo periodo di tempo.

Quest'ultimo può anche essere utile quando il medico consiglia un cambiamento di stile di vita al suo paziente. I valori del fegato possono dimostrare quanto sia positivo, ad esempio, ridurre drasticamente il consumo di alcol o evitare bevande zuccherate. "Quando i pazienti scoprono che i loro valori epatici stanno migliorando, spesso fa miracoli per motivarli a fare cambiamenti a lungo termine", dice Geier.

fegato Aumento del colesterolo grasso nel sangue