Numeri Corona: speriamo che si spezzi la terza ondata

I ricercatori osservano un plateau nel numero di infezioni. Potrebbe essere un primo presagio di numeri in calo, se tutti continuano a partecipare

C'è un cauto ottimismo tra le cliniche e gli scienziati sugli ultimi numeri di infezione nella pandemia. Dopo che l'incidenza a livello nazionale di sette giorni è raddoppiata da metà marzo a metà aprile, i numeri sono rimasti stagnanti per circa due settimane a poco più di 160.

Due tendenze opposte

"Al momento abbiamo un misto di tendenze opposte", ha detto il virologo Klaus Stöhr Agenzia di stampa tedesca. Da un lato, c'è ancora la pressione delle infezioni della stagione fredda, che sta facendo aumentare il numero di infezioni. Inoltre, c'è una stanchezza pandemica nella popolazione che include maggiore mobilità e contatti.

D'altra parte, infezioni e vaccinazioni, ad esempio, frenano le infezioni. Questa compensazione spiega la stagnazione per lui al momento, ha detto Stöhr. È ottimista. Non appena fuori farà più caldo, i numeri scenderanno in circa altre due settimane, secondo le previsioni degli esperti. Perché fuori, il rischio di infezione è molto più basso.

Il pericolo di questo scenario positivo: più persone di adesso potrebbero essere negligenti e non aderire più a misure e requisiti di protezione. Ciò potrebbe mettere di nuovo tutto a rischio. A partire da mercoledì, le autorità sanitarie in Germania hanno segnalato 22.231 nuove infezioni corona all'Istituto Robert Koch (RKI) entro un giorno. Inoltre, 312 nuovi decessi sono stati registrati entro 24 ore.

"Si spera che le misure stiano entrando in vigore lentamente"

Per fare un confronto: mercoledì di una settimana fa, l'RKI aveva registrato 24.884 nuove infezioni e 331 nuovi decessi in un giorno. Sono possibili successive modifiche o integrazioni all'RKI. "La speranza è che qui possiamo vedere una certa formazione altopiano", ha detto giovedì Gernot Marx, presidente dell'Associazione interdisciplinare tedesca per la medicina intensiva e d'urgenza, in un video di YouTube.

"Ciò significa che si spera che le misure di freno di emergenza sembrino entrare in vigore lentamente". Nelle unità di terapia intensiva, tuttavia, la situazione con oltre 5000 pazienti Covid a livello nazionale è ancora molto tesa. Un'inversione di tendenza può essere avvertita solo con un ritardo.

Attento ottimismo

L'attuale situazione dei dati dà motivo di cauto ottimismo, ha affermato mercoledì l'Associazione Ospedaliera tedesca. Ma non è tutto chiaro in vista dell'ulteriore sviluppo della situazione negli ospedali.

Il numero di nuove infezioni e di pazienti con Covid 19 ha rappresentato sviluppi incoraggianti, "che dimostrano che la popolazione ha contribuito a contenere la pandemia anche prima che il freno di emergenza a livello nazionale entrasse in vigore venerdì scorso", afferma il CEO Gerald Gaß. La situazione fa sperare che la terza ondata venga effettivamente spezzata.

"Continuiamo a fare affidamento sulla comprensione e sulla partecipazione attiva dei cittadini, ma anche sugli effetti delle vaccinazioni e sull'influenza positiva dell'estate che si avvicina", ha aggiunto Gaß. L'implementazione coerente di restrizioni a valori di incidenza elevati potrebbe avviare l'inversione di tendenza.

Queste misure stanno causando la stagnazione dei numeri

Anche il ricercatore sulla mobilità Kai Nagel dell'Università tecnica di Berlino sta analizzando le cifre stagnanti dell'infezione. "All'inizio le vacanze di Pasqua hanno avuto un impatto significativo", ha detto Agenzia di stampa tedesca. "Non solo le infezioni nelle scuole hanno cessato di esistere qui, ma molti genitori erano anche assenti dal lavoro". Ci sono stati probabilmente molti meno contatti durante le vacanze di Pasqua di quanto si temesse in precedenza. Il bel tempo consente di svolgere più attività ricreative all'aperto.

Inoltre, ci sono state offerte di prova rapida nelle singole regioni prima del freno di emergenza a livello nazionale, anche da parte dei datori di lavoro e nelle scuole, nonché una riduzione dei contatti privati ​​nelle ore serali. Nel modello di Nagel per Berlino, tali fattori possono abbassare il valore R, il numero medio di persone infettate da una persona infetta.

La capitale è intorno a 1, cioè al confine che rende gestibile una pandemia. "Ma ci sono molti effetti che sono di per sé piuttosto piccoli, e quindi non è possibile per noi assegnare con precisione cause ed effetti", limita lo scienziato.

Perseveranza nell'ultima tappa

Secondo i Laboratori Accreditati in Medicina (ALM), il ristagno non può essere dovuto a un minor numero di test PCR. Nella sedicesima settimana di calendario dal 19 aprile, sono aumentati rispetto alla settimana precedente, passando da circa 1.174.745 a 1.231.477. Il tasso positivo è stato del 13,3% (settimana precedente: 12,7%).

L'associazione ALM chiede a tutti i cittadini tedeschi di perseverare sull'ultima tappa della Maratona Corona e di prendere parte alle misure di tutela: “È una fase difficile per tutti noi. Non dovremmo mollare adesso ”, ha lanciato un appello al presidente dell'ALM Michael Müller.

Coronavirus infezione

Notizie sul coronavirus

Vaccinazione Corona: cartella vaccinale digitale in farmacia

Covid-19: questo è il modo in cui le persone vaccinate sono protette

Il governo prepara la regolamentazione delle eccezioni per le persone vaccinate

La Germania rende difficile viaggiare dall'India

Freno di emergenza federale: uscita limitata dalle 22:00

Possibili effetti collaterali della vaccinazione contro Covid-19

Cosa devono sapere i dipendenti sul "test obbligatorio"

Quattro vaccini corona a confronto

Le persone vaccinate con Astrazeneca più giovani dovrebbero passare a un'altra preparazione

Drosten: Le misure non sono sufficienti

Sfida il mondo del lavoro con il contenimento Corona

35.000 medici di famiglia iniziano la vaccinazione

Astrazeneca soprattutto per gli over 60

Maschere FFP2 sul lavoro: diritto alle pause

Regole pasquali degli stati federali