Questi vaccini danno speranza

Per conto dei 27 Stati, la Commissione europea ha finora concluso contratti con sei produttori di vaccini e si è quindi assicurata circa 2,3 miliardi di dosi di vari agenti. Ne seguiranno altri

Una panoramica dei tre vaccini già approvati nell'UE e altri candidati:

Biontech / Pfizer: il preparato dell'azienda Biontech di Magonza e del gigante farmaceutico statunitense Pfizer è stato il primo vaccino corona approvato nell'UE. Il 21 dicembre 2020 la Commissione Ue ha dato il via libera. La Germania ne ha assicurati circa 94 milioni di lattine.

Moderna: il secondo farmaco approvato nell'UE è stato il vaccino del produttore statunitense il 6 gennaio. La Germania ha ordinato finora 50 milioni di lattine; al 94 percento, il prodotto Moderna è efficace quanto quello di Biontech.

Astrazeneca: con un'efficacia del 70%, il vaccino del produttore britannico-svedese, la cui approvazione dell'UE era prevista per venerdì, è un po 'meno affidabile. Bruxelles aveva ordinato 80 milioni di dosi di vaccino entro la fine di marzo. Il fatto che ora dovrebbe essere inferiore sta attualmente causando una controversia tra Bruxelles e il produttore. Il governo federale aveva calcolato circa 56 milioni di lattine.

Curevac: L'azienda biotecnologica di Tubinga sta ricercando un farmaco per il quale lo studio clinico di fase III rilevante per l'approvazione è iniziato a dicembre. Curevac, che collabora con la società farmaceutica Bayer, prevede risultati entro la fine di marzo. Il governo federale ha ordinato fino a 73 milioni di dosi di vaccino.

Johnson & Johnson: Il produttore statunitense ha iniziato la fase cruciale dei test clinici nel settembre 2020. La specialità del prodotto è che solo una dose dovrebbe offrire una protezione sufficiente. La Germania riceverà 37,25 milioni di lattine. Quando il vaccino potrebbe essere approvato nell'UE è ancora aperto.

Sanofi / GSK: La Commissione Europea aveva già firmato un contratto con le aziende farmaceutiche di Francia e Gran Bretagna nel settembre 2020. Ma ci sono state battute d'arresto nello sviluppo del vaccino. I produttori ora si aspettano la prima disponibilità possibile nel quarto trimestre del 2021. Se l'agente viene approvato, gli stati dell'UE potrebbero acquistare fino a 300 milioni di lattine.

Valneva: A metà gennaio, la Commissione europea ha concluso colloqui esplorativi con la società biotech francese. Il contratto previsto prevede l'acquisto fino a 60 milioni di lattine. Secondo la Commissione Europea, Valneva sta sviluppando un vaccino "classico" con virus inattivati.

Novavax: con un'efficacia del 90 percento, anche il candidato vaccino di questo produttore statunitense dà speranza. L'azienda farmaceutica statunitense Baxter ha annunciato a metà gennaio che il vaccino Novavax, non ancora approvato, sarebbe stato prodotto, tra l'altro, nella filiale Baxter di Halle (Nord Reno-Westfalia). Anche Biontech e Pfizer vogliono produrre il loro vaccino ad Halle in futuro.