ECG: questo è ciò che mostra l'elettrocardiografia

L'elettrocardiografia, o in breve EKG, rappresenta graficamente i processi elettrici nel muscolo cardiaco. Ciò consente di trarre una serie di conclusioni sulla funzione del cuore

Il nostro contenuto è testato dal punto di vista medico e farmaceutico

Routine: quasi tutti in Germania prima o poi ricevono un ECG

© W & B / Martin Ley

ECG - brevemente spiegato

  • Ogni contrazione (contrazione) del muscolo cardiaco è innescata da un'eccitazione elettrica. In tal modo, segue un certo schema che si ripete ad ogni battito cardiaco.
  • Le variazioni di tensione che si verificano nel cuore vengono registrate nell'ECG sulla pelle con l'aiuto di elettrodi. Il dispositivo ECG amplifica questi segnali molto deboli e li visualizza come una curva, su un monitor o stampato su carta.
  • Se interpretato correttamente, l'ECG fornisce importanti informazioni sulla funzione e sulla salute del cuore.
  • L'abbreviazione EKG sta sia per la procedura, cioè l'elettrocardiografia, sia per il suo risultato visibile, l'elettrocardiogramma.

Breve storia dell'ECG

Già nel 1882, Augustus Desiré Wailer, un fisiologo inglese, registrò il primo ECG - dal suo cane Jimmy. È soprattutto grazie a Willem Einthoven che il metodo ha beneficiato anche le persone dall'inizio del XX secolo. Il medico olandese perfezionò la tecnica e pose le basi teoriche per leggere la "scrittura del cuore", come si diceva all'epoca. Per questo risultato ha ricevuto il Premio Nobel per la Medicina nel 1924. Oggi è impossibile immaginare la pratica medica quotidiana senza l'elettrocardiografo.

Il seno rappresenta negli atri, il nodo AV, che inoltra l'eccitazione attraverso percorsi speciali nei ventricoli

© W & B / Szczesny

Come funziona un ECG?

Affinché il cuore possa trasportare continuamente il sangue attraverso il sistema vascolare, sia i ventricoli che gli atri devono contrarsi e rilassarsi di nuovo al momento giusto. Per realizzare questa attività temporizzata delle cellule del muscolo cardiaco, la "pompa" dispone di un sistema di generazione e conduzione dell'eccitazione.

Il nodo del seno occupa una posizione chiave in questo sistema. È qui che si verifica l'eccitazione elettrica, che provoca la contrazione delle cellule muscolari. Poiché guida il cuore ritmicamente e specifica la frequenza del battito cardiaco, il nodo del seno è anche noto come "pacemaker" del corpo. Si trova nella zona dell'atrio destro.

Gli impulsi elettrici emanati dal nodo del seno vengono propagati attraverso il sistema di conduzione dell'eccitazione. Eccitano prima i due atri e poi, dopo essere stati trasmessi attraverso il cosiddetto nodo AV, le cellule del muscolo cardiaco delle due camere. Questi gettano il sangue nei polmoni e nelle arterie del corpo (aorta). Il nodo AV rappresenta un canale di conduzione elettrica tra gli atri ei ventricoli, che è responsabile del fatto che prima gli atri e poi i ventricoli sono eccitati. Nel corso di ogni ciclo, l'eccitazione delle cellule del muscolo cardiaco regredisce, di nuovo prima negli atri e poi nei ventricoli.

Durante tutte queste fasi si verificano cambiamenti nella tensione elettrica del cuore, che - seppur notevolmente indeboliti - vengono trasmessi alla superficie del corpo. Queste fluttuazioni di tensione vengono continuamente rilevate dagli elettrodi ECG attaccati alla pelle. Il dispositivo ECG registra i segnali, li amplifica e poi li visualizza come una curva L'elettrocardiogramma stampato mostra questa azione elettrica ricorrente del cuore, con la formazione, trasmissione e regressione dell'eccitazione.

Per l'elettrocatetere della parete toracica, sei elettrodi vengono posizionati secondo uno schema

© Thinkstock / Hemera

Come viene eseguito un ECG?

Prima di un esame di routine, verrà chiarito se stai assumendo farmaci o soffri di patologie sottostanti, in particolare quelle del sistema cardiovascolare. Entrambi possono influenzare il risultato dell'esame. Il normale ECG a riposo viene solitamente eseguito da sdraiati, a volte anche da seduti. Di norma, al corpo sono attaccati un totale di dieci elettrodi: uno su ciascun braccio e gamba - i cosiddetti cavi degli arti - più altri sei in punti fissi sul torace, i cavi della parete toracica. Un gel migliora il contatto tra la pelle e gli elettrodi. Oggigiorno vengono spesso utilizzati elettrodi di aspirazione, che hanno un migliore contatto con la pelle a causa di una debole pressione negativa. Qui, l'umidità di uno spray disinfettante per la pelle è sufficiente per un buon contatto.

La successiva scrittura dell'ECG richiede solitamente meno di un minuto. Durante questo periodo di solito ti viene chiesto

  • brevemente per non parlare
  • respirare superficialmente
  • ed evitare grandi movimenti.

Queste attività possono portare a impulsi errati durante la registrazione (artefatti) e quindi ridurre la qualità dell'ECG registrato. Ciò rende più difficile valutare correttamente l'ECG. Dopo la derivazione e la documentazione, segue la valutazione dell'elettrocardiogramma. Criteri importanti sono gli alti o bassi assoluti delle fluttuazioni di tensione, la loro pendenza e durata, nonché gli intervalli di tempo tra di loro. Un righello ECG standardizzato aiuta a determinare questi parametri. Per una migliore differenziazione, i picchi nel linguaggio tecnico sono contrassegnati con le lettere: P-Q-R-S-T.

Esistono anche programmi per computer che valutano l'ECG. Possono aiutare con la valutazione, ma non sostituirla.

Il ritmo sinusale: la normale curva di eccitazione e regressione del cuore

© W & B / Jörg Neisel

Tipi di elettrocardiografi e aree di applicazione

Esistono tre diversi tipi di ECG:

  • l'ECG a riposo eseguito più frequentemente
  • l'ECG a lungo termine
  • e l'ECG da sforzo

L'ECG a lungo termine e l'ECG da sforzo sono due forme speciali di elettrocardiografia e vengono utilizzati per domande a cui non è possibile rispondere adeguatamente con un ECG a riposo.

L'ECG a lungo termine

Con un ECG a lungo termine, si ottiene un dispositivo ECG piccolo e portatile che registra continuamente la curva della corrente cardiaca, di solito per 24 ore, a volte per 48 ore o più. I dati di misurazione vengono quindi letti sul computer e quindi valutati cardiologicamente. L'ECG a lungo termine viene utilizzato principalmente per scoprire aritmie cardiache che si verificano solo temporaneamente e quindi potrebbero non verificarsi nel periodo coperto dal normale ECG. Le attività e i reclami che si verificano vengono registrati durante il periodo dell'inchiesta. Ciò consente di correlare le anomalie nell'ECG agli eventi corrispondenti, ad esempio l'attività sportiva.

L'esercizio è incoraggiato nell'ECG da sforzo

© iStock / monkeybusinessimages

L'ECG da sforzo

Da un punto di vista puramente tecnico, questo ECG è scritto esattamente allo stesso modo di un ECG a riposo. La differenza è che ti eserciti fisicamente durante la misurazione su un cosiddetto ergometro. L'ergometro può essere una cyclette o un tapis roulant. L'età e la forma fisica determinano il carico iniziale, che poi aumenta gradualmente secondo uno schema specificato. I seguenti parametri vengono monitorati durante l'esercizio e il successivo recupero:

  • l'elettrocardiografo
  • la pressione sanguigna
  • l'impulso.

Lo scopo dell'ECG da sforzo è identificare le malattie cardiovascolari che diventano evidenti solo durante lo sforzo fisico. Ad esempio, disturbi circolatori delle arterie coronarie (malattia coronarica) o insufficienza cardiaca (insufficienza cardiaca). Inoltre, questa forma di elettrocardiografia può essere utilizzata per determinare l'attuale prestazione fisica di persone sane e malate.
Soprattutto nel caso di persone anziane o malate, può darsi che tale stress fisico non sia fattibile. Quindi lo stress viene simulato con l'aiuto di un farmaco che fa lavorare il cuore più velocemente e più duramente. Durante questo periodo, il cuore viene esaminato mediante ultrasuoni (eco da stress della dobutamina).

Questo cambiamento nella curva ECG si verifica in caso di attacco cardiaco acuto

© W & B / Jörg Neisel

Quando viene eseguito un ECG?

Il ritmo cardiaco e la diffusione dell'eccitazione nel cuore sono visibili nell'elettrocardiogramma. Viene sempre prodotto quando si sospetta la presenza di malattie del muscolo cardiaco stesso o di altri fattori che ne compromettono la funzione. Ciò comprende:

  • Aritmie come fibrillazione atriale, battito cardiaco lento (bradicardia) o inciampo del cuore (extrasistole)
  • Attacco di cuore
  • malattia coronarica
  • Infiammazione del muscolo cardiaco (miocardite)
  • Infiammazione del pericardio (pericardite)
  • Alcuni disturbi elettrolitici, come una carenza di potassio
  • Ispessimento della parete cardiaca, stress eccessivo sul cuore destro o sinistro
  • Overdose di alcuni farmaci
  • Alcune malattie polmonari, come l'embolia polmonare

Per tutte queste malattie, l'elettrocardiografia aiuta anche a monitorare il decorso e verificare l'efficacia di un trattamento. L'ECG a riposo è anche una parte della preparazione per l'intervento chirurgico se ci sono fattori di rischio (come mancanza di respiro quando si salgono le scale, frequenti pugnalate o pressione al torace).

Molto spesso viene scritto anche un ECG su presentazione al pronto soccorso. Soprattutto quando si dovrebbe escludere che ci sia un problema con il cuore dietro i sintomi, come il dolore alla parte superiore dell'addome o alla schiena.

Per dirla semplicemente: è così che funziona il cuore

Ci sono rischi ed effetti collaterali di un elettrocardiografo?

Gli ECG a riposo ea lungo termine sono completamente indolori, non hanno effetti collaterali e quindi non comportano alcun rischio. Gli incidenti gravi sono rari con l'ECG da sforzo, ma possono accadere. Pertanto, l'indagine viene svolta solo sotto supervisione. Viene annullato se si verificano i seguenti sintomi:

  • vertigini
  • Dolore al petto
  • grave mancanza di respiro
  • aumento o diminuzione eccessivi della pressione sanguigna

Nel caso di alcune malattie, l'ECG da sforzo potrebbe non essere eseguito affatto. Questi includono, ad esempio:

  • miocardite acuta
  • un attacco di cuore meno di due settimane fa
  • valori di pressione sanguigna molto alti a riposo
  • angina instabile.

Questo è un dolore toracico acuto, simile a un attacco, associato a malattia coronarica.

Prof. Markus Haass

© W & B / privato

Esperto consulente: Professor Dr. med. Markus Haass è un internista e cardiologo. È docente presso l'Università di Heidelberg e dal 2002 capo medico del Dipartimento di Medicina Interna II con specializzazione in cardiologia, angiologia e terapia intensiva interna presso la Theresienkrankenhaus Mannheim e da dicembre 2015 direttore medico della Theresienkrankenhaus e St. Hedwig -Klinik gGmbH a Mannheim, un ospedale universitario universitario di Heidelberg.

Swell:
1. Herold G: Internal Medicine 2013, Colonia auto-pubblicata
2. Associazione professionale degli internisti tedeschi. Online: www.internisten-im-netz.de (consultato il 24 luglio 2013)
3. Wonisch M, Berent R, Klicpera M et al.: Linee guida pratiche per l'ergometria. In: Journal of Cardiology 2008, 15: 3-17
4. Ohly A: ECG finalmente comprensibile. Monaco di Baviera Urban & Fischer Verlag / Elsevier GmbH 2008

Nota importante:
Questo articolo contiene solo informazioni generali e non deve essere utilizzato per l'autodiagnosi o l'auto-trattamento. Non può sostituire una visita dal medico. Sfortunatamente, i nostri esperti non possono rispondere a singole domande.