Pronto soccorso: Primi provvedimenti sul luogo dell'incidente

Cosa fare se vieni sulla scena di un incidente come soccorritore

La catena di salvataggio mostra quanto sia importante l'interconnessione delle singole misure.

© Shutterstock; Fotolia

In caso di emergenza: 112

© Panthermedia / Frank Fischer

I principi:

  • Mantieni la calma e fatti un'idea: quante persone sono ferite? Chi ha più bisogno del mio aiuto?
  • Abbandonare la zona di pericolo: se necessario, portare le persone colpite fuori dalla zona di pericolo
  • Importante autoprotezione: prestare sempre attenzione alla propria sicurezza (ad es. Indossare un giubbotto riflettente) e mettere in sicurezza il luogo dell'incidente (ad es. Creare un triangolo di emergenza)
  • Chiedi aiuto e avvisa il servizio di ambulanza tramite una chiamata di emergenza. Se necessario, chiedi ad altri passanti di aiutarli e coinvolgerli. Tutti possono sedersi accanto a un paziente indirizzabile e quindi essere lì per loro.
  • Se possibile, non lasciare sole le persone ferite. Rimani con il paziente fino all'arrivo del servizio di ambulanza.

Chiamata d'emergenza:

A livello nazionale, il numero di emergenza per il centro di coordinamento dei soccorsi è: 112

Il numero di emergenza uniforme in tutta Europa 112 può essere raggiunto gratuitamente da tutte le reti fisse e mobili. Il numero di emergenza può essere chiamato anche sul cellulare di qualcun altro bloccato da un PIN.

Numero di emergenza della polizia: 110

Il numero di emergenza europeo è valido in tutta Europa: 112

I numeri di emergenza nazionali sono per lo più ancora validi in parallelo.

Quando chiami, tieni a portata di mano le seguenti informazioni (cinque W):

  • Dove si è verificata l'emergenza?
  • Quello che è successo?
  • Quante persone sono colpite?
  • Quali sono gli infortuni?
  • Quindi attendi ulteriori domande: non riattaccare subito!

Maniglia di salvataggio Rautek: afferrare il paziente

© W & B / Ulrike Möhle

Spostare il paziente fuori dalla zona di pericolo

Se necessario, le persone ferite devono essere portate fuori dalla zona di pericolo prima di essere curate. Prestare sempre la massima attenzione quando si sposta una persona ferita. Se non sono disponibili altre opzioni di trasporto sicure e rispettose della colonna vertebrale, la maniglia di salvataggio Rautek può essere utilizzata se necessario:

  • Raggiungere le ascelle del paziente e afferrare un avambraccio con entrambe le mani. Posizionalo sul petto della persona ferita e afferralo con entrambe le mani

Maniglia di salvataggio Rautek: sollevamento del paziente

© W & B / Ulrike Möhle

  • Piegati leggermente sulle ginocchia e tira la persona colpita con un'altalena sulla coscia
  • Cammina all'indietro e adagia la persona ferita in un luogo sicuro, preferibilmente su una coperta

Controlla se la persona è incosciente e se respira.

Si prega di portare i pazienti incoscienti che stanno ancora respirando nella posizione laterale stabile; avviare le misure di rianimazione per i pazienti incoscienti che non respirano.

È meglio avere due aiutanti che lavorano insieme per rimuovere il casco

© W & B / Ulrike Möhle

Togliti il ​​casco

In caso di incidente in moto con un motociclista incosciente, è meglio che due aiutanti lavorino insieme. Poiché esiste il rischio di lesioni al rachide cervicale, i soccorritori devono prestare molta attenzione e assicurarsi che il collo e la colonna vertebrale del paziente vengano mossi il meno possibile:

  • L'aiutante 1 si inginocchia sopra la testa e la stabilizza tenendo il casco e la mascella inferiore della persona ferita con entrambe le mani
  • L'Assistente 2 si inginocchia di lato e apre la visiera, il sottogola o il sottogola
  • L'aiutante 2 ora sostiene il collo con le mani posizionando le dita sulla parte posteriore della testa e i pollici davanti a entrambe le orecchie
  • L'aiutante 1 allarga l'elmo di lato e lo solleva dalla testa. Helper 2 continua a stabilizzare la colonna cervicale durante la rimozione del casco e, dopo aver rimosso il casco, appoggia con cura la testa mantenendo la stabilizzazione.
  • L'aiutante 1 sopra la testa ora riprende la stabilizzazione. Se la vittima è incosciente, il soccorritore pone saldamente le mani sulle orecchie della persona ferita, con le dita che sollevano simultaneamente la mascella inferiore per assicurare la respirazione. L'assistente 2 ora può controllare la respirazione.

Si prega di portare i pazienti incoscienti con la respirazione esistente nella posizione laterale stabile, mentre il rachide cervicale dovrebbe rimanere il più stabilizzato possibile dal primo aiutante. Inizia la rianimazione in un paziente incosciente che non respira.