Verifica dei fatti: i regali trasmettono virus?

Il Natale è il tempo dei regali. Quanto è alto il rischio di contrarre il coronavirus tramite infezioni da sbavature da cartoline e pacchi natalizi?

Il periodo natalizio è alle porte: i regali vengono incartati con amore, le cartoline di Natale scritte e poi portate sotto l'albero di Natale o all'ufficio postale. Tuttavia, potrebbe essere richiesta cautela durante il periodo Corona. Perché: "Chiunque espiri virus sotto forma di aerosol contamina anche le superfici", spiega Andreas Podbielski, direttore dell'Istituto di microbiologia medica, virologia e igiene dell'Università di Rostock. Quindi i pacchi e le carte possono trasformarsi in virus?

Lanciatore di virus sotto l'albero di Natale

RECLAMO: I coronavirus possono sopravvivere sulla superficie di cartoline o regali abbastanza a lungo da causare successivamente infezioni nel destinatario.

VALUTAZIONE: Secondo gli esperti, la probabilità che ciò avvenga è estremamente bassa.

FATTI: "Il fatto che i coronavirus vengano trasmessi tramite biglietti o regali incartati a Natale è completamente irreale", afferma Podbielski. I virus non potrebbero comunque moltiplicarsi su tali superfici. "Ciò è possibile solo se si trovano nelle cellule", spiega l'esperto. Inoltre, la stabilità ambientale dei virus corona è troppo bassa.

La morte di questi agenti patogeni su carte e carta avviene in tempi relativamente brevi. "È questione di pochi minuti o poche ore", spiega Podbielski. Sembra diverso con i virus dell'epatite A, ad esempio, che potrebbero sopravvivere per giorni, se non settimane, nell'area.

Anche l'autorità sanitaria dell'UE ECDC conferma sulla sua homepage: "In pratica non ci sono prove di trasmissione del Covid-19 attraverso imballaggi contaminati". Sebbene ci siano esperimenti in cui il virus può sopravvivere fino a 24 ore su cartone, ad esempio, si tratta di studi in condizioni di laboratorio. Tuttavia, il consiglio è: lavarsi spesso le mani se si entra in contatto con molte superfici e imballaggi.

Nessuna prova di infezione tramite oggetti

L'Istituto federale per la valutazione dei rischi attualmente non ha prove che le persone siano state infettate attraverso superfici contaminate. "Tuttavia, non è possibile escludere infezioni da sbavature attraverso superfici precedentemente contaminate da virus", afferma il sito web.

Anche se non si può escludere, Podbielski considera le infezioni in questo modo "del tutto improbabili". "Qualcuno dovrebbe tossire su una cartolina, premerla direttamente nella mano di qualcun altro e lui si metterebbe subito il dito in bocca", dice l'esperto. Podbielski ritiene quindi che i regali e le carte non debbano essere disinfettati in modo speciale prima di essere consegnati.

In teoria, le stazioni di pacchi e gli uffici postali sovraffollati rappresentano un rischio maggiore di infezione. "Ma poiché abbiamo controlli di ammissione e misure di perequazione ovunque, anche qui il rischio è basso", afferma Podbielski.