Domande frequenti: finalmente vaccinato! E adesso?

Risposte a domande importanti: quanto bene una vaccinazione protegge te e gli altri, quali libertà ottieni, quanto dura - in breve: cosa cambia dopo una vaccinazione

Cosa devo fare se ho sintomi dopo la vaccinazione?

Il corpo può avvertire una reazione evidente dopo ogni vaccinazione. Questo può essere, ad esempio: mal di testa, dolori muscolari, dolore al sito di iniezione o arrossamento lì, una leggera febbre, stanchezza o sintomi simil-influenzali. "Queste reazioni sono un segno che il sistema immunitario sta reagendo alla vaccinazione. Questo è normale e non è motivo di preoccupazione", afferma il professor Marylyn Addo, capo del dipartimento di malattie infettive presso il Centro medico universitario di Amburgo-Eppendorf. Se necessario, puoi prendere antidolorifici o farmaci antipiretici. Dovresti parlarne con il tuo medico di famiglia o chiedere consiglio alla farmacia.

"Eventuali effetti collaterali che vanno oltre questo dovrebbero essere segnalati al tuo medico di famiglia. Puoi anche segnalarli tramite SafeVac 2.0", dice Addo. SafeVac 2.0 è un'app gratuita per misurare la tolleranza dei vaccini COVID-19. È legato all'Istituto Paul Ehrlich, l'Istituto federale tedesco per i vaccini e i farmaci.

Quando è efficace la vaccinazione?

I vaccini approvati in Germania richiedono due iniezioni. Per i vaccini di Biontech / Pfizer e Moderna, la seconda iniezione deve essere somministrata dopo tre o quattro settimane, per il vaccino di AstraZeneca dopo nove o dodici settimane.
Dopo la seconda iniezione, la protezione vaccinale completa si dispiega entro pochi giorni: "Hai una protezione vaccinale completa da una a tre settimane circa dopo la vaccinazione", afferma il professor Addo di Amburgo. Anche dopo la prima vaccinazione si crea una certa protezione, ma non nella stessa misura.

In che misura la vaccinazione mi protegge?

Tutti e tre i vaccini attualmente approvati - da AstraZeneca, da Biontech / Pfizer e da Moderna - hanno un'alta probabilità di proteggere da un corso grave di COVID-19. Negli studi di approvazione, nessuno dei vaccinati si è ammalato così gravemente da rendere necessario il trattamento in un'unità di terapia intensiva.

Le vaccinazioni proteggono abbastanza bene anche da cicli lievi e moderati: i vaccini di Biontech / Pfizer e Moderna riducono il rischio di circa il 95 percento e quello di AstraZeneca di circa il 60 percento.

In quanto persona vaccinata, sono ancora contagioso?

Il vaccino protegge da una (grave) malattia causata dal coronavirus con un alto grado di certezza. Ma se previene l'infezione con il virus e se impedisce di infettare altre persone non è ancora completamente chiaro.

"Ci sono promettenti indicazioni iniziali negli studi che il rischio è molto basso che le persone vaccinate possano diffondere ulteriormente il COVID-19. Ma poiché i dati disponibili non sono ancora sufficienti, le persone vaccinate dovrebbero sempre indossare maschere per il viso e rispettare le regole sulla distanza", afferma Ulrike Protzer , Direttore dell'Istituto di virologia presso il Centro Helmholtz di Monaco e Capo dell'Istituto di virologia presso l'Università tecnica di Monaco.

Cosa cambierà per me in termini di misure precauzionali?

Il fatto che tu possa ancora infettare gli altri come persona vaccinata è solo uno dei tanti motivi per cui le misure precauzionali - osservare l'igiene, indossare una maschera e ventilare regolarmente - dovrebbero continuare ad essere osservate come prima della vaccinazione.

Da un lato, secondo la normativa vigente per i vaccinati, non ci sono eccezioni all'obbligo della maschera nei negozi e negli spazi pubblici chiusi.

D'altra parte, le misure precauzionali servono anche a proteggere te stesso: "Perché una vaccinazione non fornisce una protezione al 100% contro infezioni e malattie", afferma Ulrike Protzer.

In quanto persona vaccinata, ho più libertà di una persona non vaccinata?

In Israele è già stata introdotta una sorta di scheda di vaccinazione, che dà loro diritto, ad esempio, a visitare ristoranti o eventi. Qualcosa di simile si discute anche in Germania, sebbene criticato da più parti. Quindi non ci sono piani specifici in questo paese per una carta di vaccinazione che garantisce diritti speciali e libertà speciali.

Cosa devo fare se ricevo tipici reclami COVID-19?

Chiunque sia stato vaccinato e scopra di per sé i segni tipici del COVID-19 - i sintomi più comuni sono febbre e tosse, la temporanea perdita dell'olfatto e del gusto è particolarmente caratteristica - dovrebbe essere testato per essere sicuro. Perché anche una vaccinazione non è sempre affidabile al 100%.

Quanto durerà la protezione vaccinale?

Sappiamo per certo dagli studi di approvazione che la protezione vaccinale dura alcuni mesi. Non è ancora disponibile un tempo di osservazione più lungo del vaccinato. La vaccinazione può perdere il suo effetto dopo sei mesi o può funzionare per molti anni. Non è ancora certo.

Numerosi studi dimostrano che gli effetti non svaniranno improvvisamente, ma che la protezione del vaccino nel corpo potrebbe durare per almeno un anno o più. Gli esperti ritengono che la protezione di una vaccinazione possa fornire una protezione più duratura rispetto a una precedente infezione. Ma - e questo non c'è da meravigliarsi, dato che SARS-CoV-2 è stato scoperto solo poco più di un anno fa - quanto segue si applica a tutto questo: Non conosciamo ancora i dettagli esatti.