Corridoio, tromba delle scale: quanta distanza è necessaria?

Quanto è alto il rischio di infezione se ti mantieni a distanza e cammini uno dietro l'altro attraverso uno stretto corridoio? La distanza minima di 1,5 metri è sufficiente?

La distanza di sicurezza della corona richiesta potrebbe in determinate situazioni, ad esempio quando si cammina uno dietro l'altro all'interno, dipendere fortemente dall'ambiente. I modelli di flusso indicano che fa una grande differenza se un corridoio o un corridoio è stretto o largo, come scrivono i ricercatori cinesi sulla rivista "Physics of Fluids". Inoltre, i bambini possono essere più a rischio degli adulti in una situazione del genere. I ricercatori non hanno studiato il rischio effettivo di infezione.

Le distanze di sicurezza dovrebbero essere diverse

Xiaolei Yang dell'Accademia cinese delle scienze di Pechino (Cina) e il suo team volevano sapere come le goccioline si diffondono dietro una persona che tossisce quando cammina lungo un corridoio o un corridoio. Hanno scoperto che il nocciolo della questione era la larghezza del corridoio. Gli scienziati concludono che è necessario raccomandare distanze di sicurezza diverse a seconda dell'ambiente.

I ricercatori hanno simulato la diffusione di una nuvola composta da circa 1.000 di tali goccioline. La persona che tossisce cammina a passo svelto. Xiaolei Yang e colleghi hanno confrontato l'influenza dei muri sul lato: in un caso i muri erano a sei metri di distanza, nell'altro a 1.2 metri. Nelle simulazioni, il team ha ipotizzato che la persona che tossisce non indossi una maschera.Tuttavia, studi precedenti hanno dimostrato che indossare una maschera può essere efficace nel ridurre il rischio di diffusione di goccioline infettive.

Gli aerosol sono distribuiti meglio in ampi corridoi

Con i loro modelli, i ricercatori hanno scoperto che la nuvola di goccioline può diffondersi in due modi fondamentalmente diversi. Nell'ampio corridoio - cioè a una distanza di sei metri dal muro - la turbolenza dell'aria dietro la persona che tossisce assicura che una buona parte delle goccioline venga trascinata con essa. Di conseguenza, sono distribuiti relativamente bene nella stanza. Ciò potrebbe ridurre la carica virale per una persona che segue.

In corridoi stretti, cioè con una distanza dal muro di soli 1,2 metri, la turbolenza dietro la persona potenzialmente infetta non ha lo stesso effetto. Per dirla semplicemente, la maggior parte delle goccioline rimane sospesa nell'aria e si mescola meno. Ciò significa che c'è una nuvola con una concentrazione di goccioline significativamente più alta a una distanza di circa cinque metri dalla persona che tossisce e che cammina. "Questa è una grande sfida nel determinare una distanza sociale sicura in luoghi come un corridoio molto stretto", ha affermato Xiaolei Yang in una dichiarazione dell'Accademia cinese delle scienze.

I bambini sono particolarmente a rischio

In Germania, si raccomanda una distanza di almeno 1,5 metri da altre persone per ridurre il rischio di infezione.

I ricercatori hanno anche scoperto che dietro una persona che cammina e tossisce, le goccioline sono distribuite principalmente all'altezza della vita, indipendentemente dalla larghezza del corridoio. Ciò suggerisce che i bambini che camminano dietro una persona infettiva corrono un rischio maggiore di trasmissione.