Amicizie nell'era digitale

Ben connesso, ma ancora solo? Mantenere stretti rapporti sembra effettivamente essere più facile in questi giorni attraverso i social media. Come sono cambiate le amicizie con le nuove tecnologie

Migliaia di follower su Instagram o Twitter, centinaia di amici su Facebook - molti, soprattutto i giovani, sono amici di numerose persone sui social network. "Ma l'amicizia non è sempre amicizia", ​​afferma la psicologa Anna Schneider della Fresenius University of Applied Sciences di Colonia. Perché avere amici online è solo un requisito della rete. Secondo lei, l'era digitale non ha cambiato radicalmente le amicizie reali, anzi sono emerse nuove opportunità.

Per mantenere rapporti intensi, i social network potrebbero aiutare, sottolinea Anna Schneider, che ha ricercato le amicizie nell'era digitale. "Instagram e Co. possono impedire alle amicizie di diventare conoscenti". Mantenere i contatti anche su lunghe distanze è più facile che mai - e un "mi piace" o un "cuore online" potrebbero essere importanti simboli di affetto, dice in anticipo della Giornata internazionale dell'amicizia il 30 luglio.

Le amicizie online sono diverse dagli amici offline

Tuttavia, i simboli da soli non erano sufficienti. Tali "spuntini sociali" suggerivano di far parte di una comunità. In verità, hanno lasciato un retrogusto insipido. "Al più tardi quando la relazione è stressata - ad esempio quando ci si sposta - di solito non si può contare su queste persone", dice lo psicologo. Il titolo "amico" è completamente diverso online rispetto alla vita reale. Lo rivela anche uno studio del 2016 del ricercatore britannico Robin Dunbar dell'Università di Oxford. Risultato: gli utenti di Facebook vedono solo circa quattro dei loro amici online come caregiver stretti e fidati.

Questa non è una sorpresa per Schneider. “Perché le vere amicizie prosperano sugli incontri, sulla vicinanza. "E come puoi costruire un tale legame con spesso diverse centinaia di amici online?", Chiede il ricercatore. I veri abbracci hanno mostrato solo come l'altra persona stava facendo fisicamente e mentalmente. "Quindi le chiamate Skype non possono mai essere un sostituto permanente per le riunioni faccia a faccia", spiega.

Amico sincero o amico medio?

Lo psicologo berlinese Wolfgang Krüger definisce l'amicizia come un “rapporto intimo e personale dal cuore”. Di solito tutti hanno circa tre di questi "cari amici" e altri dodici amici medi. “Non possiamo fare di più. Dopotutto, devi costruire e mantenere amicizie. È il lavoro di una vita ”, dice l'autore.

Secondo Krüger, le relazioni intime durano per oltre 30 anni e sono più durevoli di molte storie d'amore. "Le amicizie sono meno inclini al conflitto perché c'è semplicemente un po 'più di distanza che in una partnership". Il 50 per cento delle altre amicizie, meno strette, sono fallite entro sette anni. "Siamo lì come una stazione di transito", dice lo psicologo.

Paradosso: molti social media, ma socialmente isolati

Soprattutto, il consumo intenso di Internet, in particolare i social media, è associato a amicizie meno reali. Ciò è dimostrato da uno studio del ricercatore medico Brian Primack dell'Università di Pittsburgh nel 2017. Le persone che trascorrono più di due ore al giorno su Instagram e Co. hanno circa il doppio delle probabilità di essere socialmente isolate rispetto alle persone che spendono meno di mezz'ora lì.

“Ovviamente, se tendi ad essere dipendente da Internet, è sempre a scapito delle amicizie attive. Ma questa è un'eccezione minore ", ha commentato Wolfgang Krüger sull'indagine. Essere ben connessi non significa che ti senti solo nella vita reale. Soprattutto nelle giovani generazioni fino ai 35 anni di età, c'è un sano livello di scetticismo. "Sono ben consapevoli che gli amici online non devono essere equiparati ai veri amici".

Come viviamo l'amicizia oggi

Ma digitalizzazione o no: "Le vere amicizie hanno bisogno di incontri reali", sintetizza l'esperto Schneider. In sostanza, la natura dell'amicizia non è cambiata a seguito della digitalizzazione: "Le amicizie sono vissute diversamente solo oggi".

I nuovi contatti vengono tenuti a distanza di sicurezza attraverso l'uso mirato di determinati canali di comunicazione, mentre ai contatti familiari viene garantito il pieno accesso digitale. La videotelefonia è uno strumento popolare all'interno della famiglia o degli amici intimi. "Ma se il proprietario invia un messaggio video, sarebbe piuttosto inquietante", afferma Schneider. Perché anche online: l'amicizia non è sempre amicizia.