Medicina di genere: diversa e uguale allo stesso tempo

Il nostro genere ha un impatto sui sintomi e sul successo della terapia. La medicina di genere vuole utilizzare la conoscenza di queste differenze

Medicina di genere: "Per trattare le donne e gli uomini allo stesso modo, dobbiamo riconoscere ed esplorare le loro differenze", afferma il professor Regitz-Zagrosek

© Getty Images / Digital Vision / Tara Moore, Getty Images / iStockphoto, W & B / Michelle Günther

Uomo e donna: non devi essere un medico per sapere che ci sono differenze. Anche così, la medicina ha trattato entrambi i sessi allo stesso modo per molto tempo. Il risultato: i sintomi sono stati interpretati male e le terapie scarsamente tollerate. La medicina di genere ora mostra chiaramente come uomini e donne traggono vantaggio quando ci liberiamo dai pregiudizi ed esploriamo le specificità di genere. Intervista alla ricercatrice di genere Vera Regitz-Zagrosek.

Sig.ra Regitz-Zagrosek, gli uomini sviluppano il Covid-19 in media più gravemente e muoiono più spesso delle donne. Perché?

Ci sono molte opzioni. Forse gli uomini hanno maggiori probabilità di avere comorbidità che sono fattori di rischio per Covid-19. E: i meccanismi molecolari che consentono al coronavirus di infettare il corpo sono in parte regolati dagli ormoni sessuali. Gli androgeni degli uomini possono svolgere un ruolo sfavorevole. Inoltre, il sistema immunitario delle donne può far fronte meglio alle infezioni acute.

Quindi le donne hanno difese migliori?

Lo svantaggio è che le loro difese sono più spesso dirette contro il proprio corpo. Le donne sviluppano malattie autoimmuni come la tiroide o malattie reumatiche più spesso degli uomini. E: di solito reagiscono più fortemente alle vaccinazioni. Poiché il loro sistema immunitario reagisce meglio, di solito hanno bisogno di meno vaccini per sviluppare un effetto protettivo.

Questo dovrebbe essere preso in considerazione quando si sviluppano vaccini contro SARS-CoV-2?

I dati su effetti, effetti collaterali e dosi in entrambi i sessi non dovrebbero essere ottenuti solo negli studi Covid 19. Qui abbiamo un deficit: le donne non sono ancora adeguatamente prese in considerazione nelle vaccinazioni e negli studi sui farmaci.

Perché?

In passato, le donne erano in gran parte escluse dallo sviluppo di farmaci a causa di possibili gravidanze. Il tuo ciclo potrebbe anche influenzare il risultato attraverso gli alti e bassi degli ormoni. Così uomini e animali da laboratorio maschi sono diventati la norma. Nel frattempo possiamo vedere che non funziona in questo modo.

Perché?

Le donne hanno più effetti collaterali degli uomini, compresi quelli più gravi. Inoltre, uomini e donne differiscono in termini di proporzione di grasso, muscoli e acqua nel corpo, in modo che i farmaci siano distribuiti in modo diverso e suddivisi a velocità diverse.

Negli Stati Uniti, le donne che hanno preso un certo sonnifero (ndr: ingrediente attivo zolpidem) hanno avuto più incidenti stradali il giorno successivo. Il motivo: viene scomposto più lentamente in essi, quindi funziona più a lungo. La Food and Drug Administration statunitense ha quindi richiesto che il foglietto illustrativo per il paziente includesse dosi per uomini e donne e che fosse immessa sul mercato una pillola a basso dosaggio.

La professoressa Vera Regitz-Zagrosek è cardiologa e direttrice fondatrice dell'Istituto di Berlino per la ricerca di genere in medicina presso la Charité di Berlino. Ha dato vita alla Società tedesca e alla Società internazionale per la medicina di genere

© BIH / Thomas Rafalzyk

Quindi c'è un ripensamento?

Sì. Dal 2011 esiste una linea guida secondo la quale tutti i gruppi di popolazione dovrebbero essere inclusi negli studi clinici in base alla frequenza delle loro malattie. Mi auguro che il "dovrebbe" diventi un "must" in modo che tutti gli esami includano uomini e donne su un piano di parità e possiamo poi comporre un quadro generale da vari studi. Ci sono ricercatori che stanno già prestando attenzione. Qui vediamo occasionalmente effetti sorprendenti.

Puoi fare un esempio?

Durante un'indagine su un farmaco per l'insufficienza cardiaca che è stato rilasciato nel 2019 in New England Journal of Medicine è stato pubblicato, si è scoperto che le donne ne trassero benefici significativamente maggiori rispetto agli uomini. Un altro esempio: uno dei nostri gruppi di ricerca ha scoperto che gli animali di prova maschi hanno sviluppato aritmie cardiache più spesso delle femmine dopo un attacco di cuore.

Ciò è probabilmente dovuto all'estrogeno dell'ormone sessuale femminile. Sulla base di questa conoscenza, si sta ora tentando di sviluppare un farmaco che protegga ancora meglio entrambi i sessi dalle aritmie cardiache.

Un numero particolarmente elevato di studi di genere proviene dalla medicina del cuore. Perché?

Perché le differenze sono così grandi qui. Gli uomini hanno un attacco di cuore da otto a dieci anni prima delle donne. È stata a lungo considerata una "malattia maschile", sebbene anche le donne siano colpite, soprattutto dopo la menopausa, soprattutto se hanno fattori di rischio come l'obesità o l'ipertensione.

Inoltre, un attacco di cuore è più comune nelle donne che negli uomini senza il tipico dolore al petto. Sintomi come nausea, dolore addominale e mancanza di respiro possono essere in primo piano, così che i medici a volte non pensano abbastanza rapidamente a un attacco di cuore.

Le donne spesso aspettano molto più a lungo prima di chiamare il medico di emergenza. Di conseguenza, ci vuole molto tempo per ottenere il giusto trattamento e aumenta il rischio di un esito fatale.

Nel caso della depressione, invece, gli uomini sono svantaggiati. Perché?

Tra le altre cose, questo ha a che fare con il fatto che gli uomini spesso trovano più difficile delle donne ottenere aiuto con problemi di salute mentale. Anche i sintomi possono differire. Gli uomini depressi, ad esempio, soffrono più spesso di irritabilità invece della più tipica svogliatezza, che a sua volta può ritardare la diagnosi. Sfortunatamente, gli uomini con depressione si suicidano quindi molto più spesso delle donne.

Ci sono altri esempi in cui gli uomini sono svantaggiati?

L'osteoporosi è anche un problema per le donne. Pertanto, la densità ossea inadeguata viene spesso sottovalutata dagli uomini e dai loro medici e non viene diagnosticata abbastanza presto. In caso di depressione e osteoporosi, i farmaci sono più spesso testati sulle donne. Il risultato è che potrebbero non funzionare anche sugli uomini.

Quindi una visione attenta al genere della salute gioverebbe a donne e uomini allo stesso modo?

Questo è l'obiettivo: per trattare le donne e gli uomini allo stesso modo, dobbiamo riconoscere ed esplorare le loro differenze. Se affrontiamo le caratteristiche di entrambi i sessi in modo più specifico, trattiamo tutti meglio. Lo sviluppo di farmaci e la terapia sono più efficaci e ci sono meno effetti collaterali.

Cosa posso fare per ricevere il miglior trattamento possibile?

Essere informati e ascoltare il proprio corpo fa bene. Ma in nessuna circostanza dovresti aggiustare la dose del farmaco da solo. Se pensi di avere più effetti collaterali rispetto al sesso opposto o se dubiti della terapia, dovresti parlarne con il tuo medico.