Medicina di genere: le donne si ammalano in modo diverso

Sintomi, fattori di rischio, tolleranza ai farmaci: in molte aree della medicina c'è una grande differenza tra uomini e donne. Ciò ha anche conseguenze per la terapia

Sala d'attesa piena: tuttavia, il medico non dovrebbe mettere insieme uomini e donne

© F1online / Hero Images

Gli uomini hanno il doppio delle difficoltà quando hanno il raffreddore. Oltre ai virus cattivi, sono seguiti da slogan dannosi. "Mio marito può fare più cose contemporaneamente. Può tossire e lamentarsi", bestemmia le donne. Oppure: "Un vero uomo può essere messo in congedo per malattia solo se è pericoloso per la vita. Ad esempio, se ha il raffreddore".

Dott. Kyle Sue, un medico presso la Memorial University di Newfoundland, in Canada, era stufo di essere ritratto come un piagnucolio. Ha cercato studi pertinenti, ha setacciato le statistiche ospedaliere ed è giunto alla conclusione: il naso che cola degli uomini esiste davvero. Con l'influenza, gli uomini devono andare in clinica più spesso delle donne della stessa età. Se le vie respiratorie sono infette, sono anche più soggette a complicazioni, riferisce Sue im British Medical Journal.

Le donne hanno un sistema immunitario più attivo

Anche se lo studio di Sue alla fine non è in grado di chiarire se gli uomini con un raffreddore possano soffrire in modo particolarmente espressivo: il fatto che siano più spesso e più gravemente malati di infezioni respiratorie non è sorprendente per la professoressa Vera Regitz-Zagrosek. "Le donne hanno il sistema immunitario più attivo", afferma il capo dell'Istituto per la ricerca di genere in medicina presso l'Ospedale universitario Charité di Berlino. Il rovescio della medaglia: con loro, la difesa è anche più spesso diretta contro il proprio corpo. "Tre quarti dei pazienti che soffrono di malattie autoimmuni come i reumatismi o la sclerosi multipla sono donne", riferisce Regitz-Zagrosek.

Il fatto che la biologia non abbia uguaglianza non è evidente solo dal sistema immunitario. "Ci sono gravi differenze tra uomini e donne in molte malattie importanti", afferma Regitz-Zagrosek. Il cardiologo è un pioniere della medicina di genere, una disciplina relativamente giovane che per la prima volta guarda a ciò che tutti sanno effettivamente: uomini e donne sono diversi.

Studi sui farmaci: le donne sono state spesso escluse

In medicina, tuttavia, questo è stato ignorato per molto tempo. A parte le malattie degli organi genitali, la gravidanza e il parto, si basava su un solo modello umano: l'uomo. La medicina maschile inizia con il topo. Nuovi farmaci vengono prima testati su soggetti animali: giovani topi maschi. "Gli ingredienti attivi che mostrano solo un buon effetto sulle femmine di animali non vengono nemmeno sviluppati", afferma Regitz-Zagrosek.

Per molto tempo le donne sono state escluse dai test antidroga obbligatori per l'approvazione di un nuovo principio attivo. Come soggetto del test, non sono stati solo gli alti e bassi dei suoi ormoni a renderla impopolare, il che può diluire i risultati. Anche le donne più giovani possono rimanere incinte. Dopo lo scandalo della talidomide, in cui un sonnifero ha provocato deformità in migliaia di bambini, la paura del rischio era troppo grande.

Le donne soffrono di effetti collaterali dei farmaci più spesso

Ma anche se escludi le donne, le metti in pericolo. Un noto esempio: la digossina. Fino alla fine del millennio, il farmaco apparentemente provato e testato veniva prescritto a tutti i livelli a pazienti con insufficienza cardiaca. L'osservazione a lungo termine alla fine degli anni '90 sembrava confermare questa pratica. Quindi i medici hanno rianalizzato i loro dati, separati per sesso. Risultato: a quanto pare la preparazione ha aiutato solo gli uomini. Le donne che l'hanno assunto sono morte in media per problemi cardiaci anche prima che senza il farmaco. "Un disastro", dice Regitz-Zagrosek.

La digossina è probabilmente l'esempio più drammatico di come possono funzionare diversi farmaci. È tutt'altro che l'unico. "Le donne generalmente soffrono di effetti collaterali più spesso", afferma la professoressa Margarethe Hochleitner. Nell'ambulatorio del centro per la salute delle donne dell'Università di Innsbruck, si confronta ogni giorno con le conseguenze. Ad esempio, gli agenti antipertensivi hanno maggiori probabilità di causare gonfiore alle gambe nei pazienti.

Hochleitner descrive una tipica storia di sofferenza: al paziente vengono somministrati agenti disidratanti. Le dà i crampi e prende il magnesio. Questo porta a problemi di stomaco, mentre viene prescritto il farmaco successivo, con nuovi effetti collaterali. "Ci sono rimedi più moderni che le donne tollerano molto meglio", dice il medico. Pochi medici lo hanno in mente.

Le "piccole" differenze: peso, ormoni, cromosomi

Ci sono molte ragioni per cui le droghe funzionano in modo diverso nelle donne. Di regola, sono più piccoli e pesano meno. "I farmaci sono quindi spesso overdose", spiega lo specialista di genere Hochleitner. "Le donne e gli uomini differiscono in ogni cellula del corpo", sottolinea la professoressa Sabine Oertelt-Prigione, che dirige la cattedra di medicina di genere alla Radboud University di Nijmegen, nei Paesi Bassi. Ci sono cromosomi sessuali in ogni cellula. "Molti geni importanti per la funzione immunitaria sono sul cromosoma X", afferma Oertelt-Prigione.

E anche gli ormoni hanno un'influenza importante.Mentre l'estrogeno spinge la difesa, il testosterone ha un effetto inibitorio. Questo può essere visto, ad esempio, con le vaccinazioni. In uno studio condotto da ricercatori del Walter Reed Army Medical Center di Washington, metà della dose era sufficiente per le donne per ottenere lo stesso effetto degli uomini con un vaccino antinfluenzale. Anche la protezione di solito dura più a lungo nelle donne.

Ripensare la cura del paziente e la ricerca

Non avrebbe senso determinare le dosi di vaccinazione e il periodo tra i richiami in base al sesso? "Si sta discutendo di tutto questo", dice Oertelt-Prigione. È lontano dalla vita di tutti i giorni. Spesso ci vuole molto tempo prima che le nuove scoperte arrivino al paziente, e non solo nella medicina di genere. "Ma c'è un ripensamento", assicura Oertelt-Prigione. Quando un nuovo farmaco viene approvato, le donne devono ora essere incluse nei test.

Anche nella ricerca l'attenzione si sta aprendo alle differenze, con risultati sorprendenti. Il ricercatore canadese sul dolore Jeffrey Mogil ha dimostrato che quando si lavora con i topi, non è solo il sesso degli animali a determinare il risultato, ma anche quello dei ricercatori. I roditori erano meno sensibili al dolore quando esaminati dagli uomini. Mogil è stato in grado di identificare i feromoni come causa. Il profumo maschile metteva i topi sotto stress e diminuiva la sensazione di dolore.

Il fumo, il grasso della pancia e lo stress sono più pericolosi per le donne

Nel frattempo, i nuovi risultati dello studio compaiono quasi ogni pochi giorni, il che mostra quanto sia grande la piccola differenza. La maggior parte di loro proviene ancora dalla medicina cardiaca, che è stata la prima specialità a concentrarsi su aspetti specifici di genere. Ci sono già dei successi qui. Gli attacchi di cuore nelle donne spesso non venivano rilevati in passato. "In una grande clinica, le possibilità per uomini e donne sono ora ugualmente buone", afferma Regitz-Zagrosek.

Ma anche con altre malattie diffuse come il diabete sta diventando sempre più evidente che le donne si ammalano in modo diverso dagli uomini. Il grasso addominale fattore di rischio ha un impatto più forte su di loro. Le influenze come il fumo, la polvere fine e lo stress generalmente li danneggiano di più. Nel caso del cancro, invece, i pazienti maschi hanno le carte peggiori. Non solo si ammalano più spesso. "Se hanno lo stesso tumore, l'uomo ha il rischio maggiore di morire a causa di esso", dice Hochleitner.

La grande domanda è perché? Sono necessarie molte ricerche per rispondere a queste domande, e non solo a beneficio delle donne. Alcune malattie come la depressione o l'osteoporosi non vengono rilevate, soprattutto negli uomini. Il sesso più forte dovrebbe anche essere interessato allo sfondo di un fatto: le donne vivono ancora in media cinque anni in più rispetto agli uomini.

Medicina di genere: come differiscono donne e uomini

Fegato: le donne tollerano meno alcol rispetto agli uomini. Per la maggior parte, la causa è il fegato. Non solo è più piccolo nelle donne; alcuni enzimi hanno anche diversi livelli di attività a seconda del sesso. Ciò ha anche un impatto sulla ripartizione dei farmaci. Poiché anche le donne sono spesso più piccole e più leggere, tendono a overdose di droghe.

Ormoni: gli ormoni sessuali svolgono un ruolo chiave nel rendere le donne e gli uomini un aspetto diverso. Ma il loro effetto va ben oltre. Le sostanze messaggere influenzano, tra le altre cose, il sistema immunitario, il metabolismo e la funzione degli organi.

Cuore: pungenti dolori al petto che si irradiano al braccio, una sensazione di oppressione, come se un elefante fosse in piedi su uno: quasi tutti pensano a un attacco di cuore quando sentono tali sintomi. Ma questo può anche essere atipico. Questo è molto più comune nelle donne. Quindi spesso si sentono nauseati, esausti o hanno dolore addominale superiore. Il risultato: frequenti diagnosi errate. La medicina di genere ha prima attirato l'attenzione su questo.

Intestino: l'intestino femminile di solito funziona un po 'più lentamente di quello degli uomini. Questo non influisce solo sull'assorbimento del farmaco. Le sostanze nocive negli alimenti hanno più tempo per attaccare la parete intestinale. Gli uomini, d'altra parte, sviluppano il cancro del retto e del colon più spesso e prima.

Ghiandola tiroide: le donne hanno una probabilità significativamente maggiore di sviluppare la ghiandola tiroidea, come il morbo di Graves o la tiroidite di Hashimoto.

Cellule adipose: in media, le donne hanno più tessuto adiposo e meno massa muscolare rispetto agli uomini. La proporzione di acqua nel tuo corpo, tuttavia, è inferiore.

Reni: le donne anziane, in particolare, hanno spesso debolezza renale. I farmaci rimangono nel corpo più a lungo, il che può portare a overdose.

Ossa: le ossa fragili non sono solo un problema delle donne. Circa un terzo degli uomini di età superiore ai 70 anni soffre di osteoporosi. Ma questo spesso non viene rilevato.

Sistema immunitario: soprattutto nelle donne di mezza età, il sistema immunitario è più forte. Lo svantaggio: soffri più spesso di malattie autoimmuni.