Salute in una Germania unita

Quanto ci siamo presi cura di 30 anni dopo la caduta del muro: un popolo, uno stato, un sistema sanitario? È così che si è sviluppata l'assistenza medica nei nuovi e nei vecchi Stati federali

Densità della farmacia Densità del dottore 220 fino a meno di 240 da 200 a meno di 220 sotto 200 240 e più densità di medici in Germania Abitanti per medico praticante Amburgo135 Sassonia224 Baviera200 Berlino154 Brandeburgo248 Meclemburgo-Pomerania Occidentale208 Brema160 Bassa Sassonia238 Nord Reno-Westfalia207 Renania-Palatinato218 Saar193 Assia202 Baden-Württemberg215 Turingia227 Sassonia-Anhalt215 Turingia227 Sassonia-Anhalt215 -Holstein213 Da 4400 a meno di 4800 4000 a meno di 4400 Densità di farmacie inferiore a 4000 in Germania Abitanti per farmacia Amburgo 4676 Sassonia 4228 Baviera 4271 Berlino 4728 Brandeburgo 4432 Meclemburgo-Pomerania occidentale 4071 Brema 4762 Bassa Sassonia 4270 Renania settentrionale-Vestfalia 4466 Renania-Palatinato 4247 Saarland 3451 Assia 4325 Baden-Württemberg 4598 Turingia 3987 Sassonia-Anhalt 3778 Schleswig-Holstein 4566

Policlinici, infermieri di comunità, vaccinazioni obbligatorie: con il ricongiungimento nel 1990, non solo il sistema politico della DDR era considerato obsoleto, ma anche il suo sistema sanitario. Le vecchie strutture a est vengono abolite e ne vengono costruite di nuove, seguendo l'esempio dell'ovest. I medici non sono più impiegati nei centri medici statali, ma piuttosto inseriti nei propri studi. Invece di essere sotto il controllo statale, ora si stanno organizzando in associazioni mediche. Gli ospedali entrano nelle mani di comuni, chiese e imprenditori privati.

Ma diventa presto chiaro che molte conquiste mediche dei tempi della RDT possono essere molto utili in fondo. Il concetto di centri di assistenza medica si è sviluppato dall'idea dei policlinici. In campagna si stanno realizzando progetti modello che stanno riscoprendo la professione di infermiere di comunità. E con la vaccinazione obbligatoria per il morbillo, la regolamentazione legale delle vaccinazioni protettive è ancora una volta un problema. Cosa è successo al sistema sanitario tedesco dopo la riunificazione?

© W&B

Dal policlinico all'MVZ

"Tutto sotto lo stesso tetto" era il motto dei policlinici della DDR. Medici di varie discipline hanno praticato qui - dai medici generici agli ortopedici - in una casa, condividendo attrezzature e pazienti. Entro il 1995, i policlinici in una Germania unificata dovrebbero scomparire dal settore sanitario. Nel 2004 il concetto ha conosciuto una rinascita sotto un nuovo nome: Medical Care Center (MVZ). Ora ci sono oltre 1200 MVZ in tutta la Germania e l'occupazione sta diventando sempre più attraente per molti professionisti del settore medico: tra il 2012 e il 2018, il numero di medici MVZ è triplicato: dal quattro al dodici percento di tutti i professionisti del settore medico.

© W&B

Ben attrezzato?

Nella DDR, i moderni dispositivi medici di grandi dimensioni come i tomografi computerizzati (CT) scarseggiavano. Negli anni '80, ad esempio, c'era solo una TC per 600.000 residenti. A ovest il rapporto era 1: 100.000, dopo la caduta del muro, l'est lo raggiunse. Nel 1997, il numero di CT per abitante nei nuovi stati federali era di 1: 63.488, solo leggermente al di sotto della media nazionale di 1: 58.013. Oggi ci sono circa 14.000 abitanti a livello nazionale per un CT.

© W&B

Dovere o no?

Non c'è quasi un argomento che polarizzi persone come questa in Germania: la vaccinazione. Con l'inversione di tendenza, la vaccinazione obbligatoria nell'est è stata abolita. Fino ad ora, circa 20 vaccinazioni erano richieste per legge per i bambini nella DDR. Da marzo 2020, gli asili nido e i bambini delle scuole nella RFT non sono più stati in grado di evitare un Pikser: la vaccinazione contro il morbillo.

© W&B

Questione privata

All'inizio degli anni '90, molti ex ospedali statali della Germania orientale furono acquistati da investitori privati. Questa ondata di privatizzazioni ha ancora un impatto oggi: la proporzione di cliniche private negli ospedali è ancora più alta a est con il 41 per cento che a ovest con il 36 per cento.

© W&B

Dominio delle donne

Il fatto che le donne lavorino e abbiano una carriera ha incontrato una maggiore accettazione sociale nella RDT che nella RFT. Il settore sanitario non ha fatto eccezione. Oggi ci sono ancora più donne dottoresse che dottori in Oriente. Nei vecchi stati federali, la percentuale di donne è inferiore al 50 per cento. Unica eccezione: Amburgo.

© W&B

Insomma, dottore

La carenza di medici è un problema tutto tedesco, ma più grande nei nuovi Stati federali che in quelli vecchi. Un medico in Oriente ha una media di 228 persone da curare, mentre un medico in Occidente ne ha solo 214. La differenza, tuttavia, non può essere giustificata più storicamente che strutturalmente: la Germania dell'Est è molto rurale. C'è una carenza maggiore di medici nelle zone rurali in Germania che nelle città.

© W&B

Numero di farmacie

Al momento dell'inversione di tendenza, 2.465 farmacie coprivano il fabbisogno di farmaci delle persone nei nuovi stati federali. A ovest c'erano 17.433 in quel momento.Nel 2018, il numero di farmacie a est era aumentato a 3871, mentre a ovest era sceso a 15.552.