I test rapidi gratuiti sono ritardati

I test rapidi gratuiti possono aiutare a mantenere Corona sotto controllo. Ma dal 1 ° marzo, come inizialmente previsto, dopotutto non ci sarà. Il ministro della Salute Spahn è sempre più preso di mira

I test rapidi gratuiti dovrebbero aiutare a contenere il virus e quindi consentire un maggiore allentamento a medio termine. Le richieste stanno diventando sempre più rumorose. Il ministro federale della sanità Jens Spahn (CDU) lo aveva originariamente annunciato per il 1 ° marzo. Ora, tuttavia, se ne parlerà solo nelle consultazioni dello Stato federale del 3 marzo. Il piano di Spahn prevedeva che dal 1 ° marzo tutti i cittadini potessero essere testati gratuitamente da personale formato con test rapidi dell'antigene, ad esempio in centri di test, studi medici o farmacie.

Il vantaggio dei test rapidi: i campioni non devono essere inviati al laboratorio per la valutazione, ma funzionano in modo simile ai test di gravidanza, come spiega il ministero: il campione viene fornito su una striscia reattiva che reagisce con uno scolorimento. Per fare questo, tuttavia, è necessario sottoporsi a un tampone nasale o faringeo da personale qualificato, il che è scomodo. Anche questi test dell'antigene non sono considerati accurati come altri test PCR. Secondo il Robert Koch Institute (RKI), un risultato positivo deve quindi essere confermato da un test PCR.

I test rapidi per i laici promettono maggiore sicurezza nella vita di tutti i giorni

Si sta inoltre avvicinando un uso più ampio degli autotest per i laici. L'Istituto federale per i farmaci e i dispositivi medici ha rilasciato le prime tre approvazioni speciali per i test corona da utilizzare a casa. Durante i test, i campioni vengono prelevati attraverso un tampone nella parte anteriore del naso. Il ministro federale della Sanità Jens Spahn (CDU) ha dichiarato mercoledì mattina su ZDF: "Presumo che saremo in grado di approvarne di più già la prossima settimana e di rilasciare approvazioni speciali".