Vaccinazione antinfluenzale nonostante Corona, soprattutto per i gruppi a rischio

La Commissione permanente per le vaccinazioni (Stiko) si pronuncia contro una vaccinazione antinfluenzale per tutti. Teme che i gruppi a rischio saranno forniti in modo insufficiente e sottolinea che le vaccinazioni mirate possono alleviare il sistema sanitario

Nonostante la pandemia corona, la Standing Vaccination Commission (Stiko) continua a sostenere le vaccinazioni antinfluenzali, soprattutto per i gruppi a rischio in Germania. L'attenzione nella stagione influenzale 2020/21 dovrebbe essere "chiaramente sui gruppi a rischio per i decorsi di malattie gravi
menzogna ", scrive in una nota la giuria di esperti del Robert Koch Institute (RKI), citando come esempi gli anziani e i malati cronici.

Lo Stiko è contrario alle proposte di estendere la raccomandazione di vaccinazione a tutta la popolazione. Per proteggere le persone e alleviare l'onere per il sistema sanitario, l'effetto maggiore può essere ottenuto se i tassi di vaccinazione, soprattutto nei gruppi a rischio, sono "significativamente aumentati", sottolinea la Commissione. Secondo il giornale, dovrebbero essere vaccinati per quanto possibile anche medici, infermieri, donne incinte e residenti di case di cura e di riposo per anziani.

Per proteggere la società

"Un'estensione della raccomandazione di vaccinazione all'intera popolazione della Repubblica federale di Germania potrebbe portare a una fornitura insufficiente dei gruppi a rischio", è uno degli argomenti. Di conseguenza, per la prossima stagione influenzale sono previste circa 25 milioni di dosi di vaccino, molto di più rispetto agli anni precedenti.

Ha anche detto che erano state descritte infezioni simultanee con corona e influenza. Finora, tuttavia, questi non hanno indicato alcun corso più severo per Covid-19 nei gruppi non a rischio. Gli effetti protettivi per la comunità vaccinando questi gruppi sarebbero "di effetto limitato a causa delle misure di riduzione del contatto nel contesto della lotta contro il Covid-19", ha detto. Dopo le restrizioni sui contatti di marzo, il numero di casi di influenza è diminuito in modo molto significativo e repentino.