Le grandi città accettano aiuto: i soldati sostengono le autorità sanitarie

Le grandi città ricevono aiuto nei tempi difficili della Corona. In molti luoghi i soldati aiutano nelle autorità sanitarie. Tuttavia, non è sempre possibile rintracciare tutti i contatti

Dieci giorni dopo l'incontro di crisi tra la cancelliera Angela Merkel (CDU) ei sindaci delle undici maggiori città, diverse grandi città hanno chiesto aiuto alla Bundeswehr. I soldati aiutano, tra l'altro, nei reparti sanitari a capire le catene del contagio. Quasi tutte le grandi città hanno ormai superato il valore critico di 50 per l'incidenza di sette giorni.

Il 9 ottobre, la Merkel ha assicurato ai sindaci delle undici città più grandi che avrebbero aiutato con l'aumento del numero di corone: se le autorità sanitarie minacciavano di essere sopraffatte, i governi federale e statale dovrebbero sostenerle. Da allora, il numero di nuove infezioni è salito alle stelle.

240 soldati della Bundeswehr aiutano a Berlino

I politici sono molto preoccupati per l'aumento dei casi corona a Berlino. L'incidenza di sette giorni è stata l'ultima a 86,9 (a partire da domenica). Le autorità sanitarie dei distretti sono cronicamente sovraccariche a causa dei 200 posti mancanti. Quando si tratta di contattare il follow-up, tuttavia, dicono che possono ancora tenere il passo. Anche 240 soldati della Bundeswehr e alcuni esperti dell'Istituto Robert Koch aiutano qui. Altri aiutanti saranno assunti nelle prossime settimane.

Anche molte altre grandi città stanno ricevendo sostegno dalla Bundeswehr nel tracciare i contatti con persone infette. Ora ci sono 80 soldati a Francoforte. 60 hanno iniziato il servizio Corona la scorsa settimana, il resto è arrivato lunedì. A Dortmund e Amburgo, 40 soldati ciascuno danno una mano alle autorità. A Stoccarda, da giovedì 60 soldati stanno aiutando a rintracciare i contatti telefonici nel dipartimento della salute.

Anche le città e i distretti più piccoli hanno bisogno di aiuto

Il sindaco di Essen Thomas Kufen (CDU) ha annunciato pochi giorni fa che avrebbe cercato aiuto da membri delle forze armate. A Colonia, la Bundeswehr da settimane aiuta nel dipartimento della salute. Da mercoledì il numero dei soldati verrà aumentato da 30 a 53.

Non solo nelle grandi città, ma anche in molti distretti rurali e piccole città, i numeri sono in aumento. Nel Meclemburgo-Pomerania occidentale, da martedì 26 soldati daranno una mano nei dipartimenti sanitari. Nella città della Bassa Sassonia di Delmenhorst con una popolazione di 82.000 abitanti, lunedì si è registrato un forte aumento. L'incidenza a sette giorni è stata di 223,1. Il seguito dei contatti è molto complesso e richiede molto tempo, ha affermato il sindaco Axel Jahnz (SPD).

Il capo del dipartimento sanitario di Colonia, Johannes Nießen, ha detto pochi giorni fa al dpa che le catene dell'infezione sono sempre più difficili da capire. "In circa il 40 per cento dei casi, non sappiamo dove sono state infettate le persone che sono risultate positive al test", ha detto. L'app di avviso corona è apparentemente poco utilizzata. Inoltre, c'è poca disponibilità a fornire informazioni oneste. L'ufficiale medico del distretto berlinese di Neukölln, Nicolai Savaskan, ha detto a Tagesspiegel la scorsa settimana che il centro dell'infezione non poteva più essere trovato nel 70 per cento dei casi nel suo distretto.

Le restrizioni sulla Corona vengono inasprite in molte grandi città

All'incontro della Merkel con i sindaci, è stato concordato di introdurre ampie restrizioni a un valore di incidenza di 50 al più tardi. Le undici città più grandi della Germania che sono state coinvolte nell'incontro con la Merkel hanno ormai superato il valore critico. Ad Amburgo è stato così lunedì. Un regolamento
con nuove misure potrebbero entrare in vigore già nel fine settimana. Le restrizioni della corona sono state rafforzate anche in molte altre grandi città, ad esempio attraverso l'obbligo di maschere in aree all'aperto molto frequentate, il coprifuoco nei ristoranti e il divieto di vendere alcolici di notte.

Le restrizioni pongono anche sfide per le agenzie di regolamentazione. Perché devono far rispettare le condizioni. "Naturalmente, i dipendenti non possono essere ovunque", ha detto un portavoce della città di Düsseldorf.