Vaccinazioni per bambini e adulti

Come funziona effettivamente una vaccinazione? Quanto spesso devi aggiornare? Cosa paga il registratore di cassa? Risposte alle domande più frequenti sulle vaccinazioni e sul calendario delle vaccinazioni della Commissione permanente per le vaccinazioni

Come funzionano effettivamente le vaccinazioni?

Le malattie infettive sono causate da agenti patogeni come virus o batteri. Nel caso di una vaccinazione, vengono somministrate parti o versioni dell'agente patogeno che sono state uccise o rese innocue, ad esempio come una siringa o come soluzione da deglutire. Il corpo reagisce formando sostanze difensive, i cosiddetti anticorpi, che sono diretti contro l'agente patogeno. Il risultato: se si entra davvero in contatto con il batterio o il virus, gli anticorpi appropriati sono già presenti nel corpo e, idealmente, i germi vengono rapidamente distrutti dalle difese dell'organismo. Quindi non ti ammali e non puoi trasmettere l'agente patogeno.

Agente patogeno agenti patogeni indeboliti o Parti dell'eccitatore Anticorpi delle cellule di memoria delle cellule immunitarie Fagociti

1. La persona viene vaccinata, ad esempio con parti di un agente patogeno o uccisa o resa innocua da agenti patogeni.

2. Il corpo produce adeguate sostanze di difesa, i cosiddetti anticorpi.

3. Questi anticorpi rimangono nel corpo, così come le cosiddette cellule di memoria, che possono formare rapidamente nuovi anticorpi adeguati quando il corpo entra in contatto con il relativo patogeno.

4. La persona incontra l'agente patogeno contro il quale è stata vaccinata. Gli anticorpi lo riconoscono e lo contrassegnano.

5. L'agente patogeno così contrassegnato è reso innocuo dalle difese dell'organismo.

6. La persona vaccinata rimane sana.


Cosa sono i vaccini vivi e morti?

Se in una vaccinazione vengono utilizzate parti di un agente patogeno o agenti patogeni uccisi, questo è noto come vaccino morto. Nel caso di versioni patogene rese innocue, si tratta di vaccini vivi. La vaccinazione con vaccini vivi deve essere evitata durante la gravidanza.

Esempi di vaccini morti

Esempi di vaccini vivi

tetano

Difterite

Pertosse

Epatite A e B

TBE

Meningococco C.

Pneumococchi

rabbia

Virus del papilloma umano (HPV)

Encefalite giapponese,

Per lo più anche influenza, poliomielite e talvolta colera e tifo.

morbillo

parotite

rosolia

varicella

Febbre gialla

Rotavirus

vaiolo

Tubercolosi (BCG)

In parte anche il colera, il tifo, la poliomielite e la vaccinazione antinfluenzale per il naso per i bambini

Perché vaccinare

Le vaccinazioni possono proteggere da molte malattie infettive. Se gran parte della popolazione è immune a un'infezione, cioè non si ammala e non trasmette il patogeno, questo protegge anche la parte della popolazione che non è vaccinata perché la probabilità di essere infettata è ridotta. Il grafico mostra come funziona:

© W & B / Szczesny

In questo modo si possono addirittura far sparire completamente le malattie. Ciò ha avuto successo nel caso del vaiolo, ad esempio, e oggi la poliomielite non è più presente in Europa. In altre parti del mondo, tuttavia, lo è, motivo per cui la vaccinazione è ancora raccomandata in Germania, ad esempio.

Quali vaccinazioni sono consigliate in Germania?

La commissione permanente per le vaccinazioni (STIKO) presso l'Istituto Robert Koch elabora raccomandazioni per la vaccinazione per la Germania. Il nostro calendario delle vaccinazioni mostra le vaccinazioni consigliate da STIKO a quale età:

Download gratuito

Clicca qui per il calendario delle vaccinazioni:

Calendario delle vaccinazioni secondo le raccomandazioni dello STIKO

Nota: queste vaccinazioni sono generalmente consigliate. In singoli casi possono esserci deviazioni da questo schema. È meglio chiedere consiglio individuale al proprio medico in merito alle vaccinazioni e agli appuntamenti per le vaccinazioni!

La maggior parte delle vaccinazioni avviene durante l'infanzia. Soprattutto, gli adulti devono pensare a rinfrescare la loro protezione vaccinale contro il tetano e la difterite a intervalli regolari. A partire dai 60 anni sono in programma anche le vaccinazioni contro alcuni patogeni che portano a malattie più gravi negli anziani, come gli pneumococchi o l'influenza.Alcune vaccinazioni, le cosiddette vaccinazioni di indicazione, non sono generalmente consigliate, ma possono essere utili, ad esempio, durante i viaggi o determinate attività professionali.

È meglio chiarire con il proprio medico di famiglia un po 'di tempo prima di recarsi all'estero se le vaccinazioni sono ancora necessarie.

Con che frequenza devo aggiornare le mie vaccinazioni?

Dipende dalla singola vaccinazione, a volte anche dal vaccino. Ad esempio, la vaccinazione contro il tetano e la difterite dovrebbe essere aggiornata ogni dieci anni negli adulti. Nel caso della TBE, la protezione vaccinale deve essere aggiornata ogni tre-cinque anni. Il medico può utilizzare il certificato di vaccinazione per darti informazioni su quando è previsto il prossimo richiamo. La cosa migliore da fare è annotare con una matita le date nel certificato di vaccinazione.