Enfisema

L'enfisema polmonare è una malattia polmonare cronica. Nella maggior parte dei casi, il fumo è la causa di questa riduzione irreversibile, cioè irreversibile, della superficie polmonare

Il nostro contenuto è testato dal punto di vista medico e farmaceutico

I polmoni forniscono al corpo ossigeno vitale. Se si verifica un enfisema polmonare, l'organo non può più svolgere correttamente il suo compito

© immagini mauritius / Science Source / Monica Schroeder

Enfisema polmonare - in breve

L'enfisema polmonare si verifica quando le strutture murarie delle vescicole vengono sempre più distrutte. Diversi piccoli alveoli si fondono in grandi bolle. Ciò riduce la superficie interna, necessaria per lo scambio di gas tra aria e sangue - il risultato è una crescente mancanza di ossigeno nel sangue e quindi anche negli organi. Le cause più comuni di enfisema sono l'infiammazione cronica dei polmoni (bronchite cronica e BPCO) e il fumo di sigaretta. L'enfisema polmonare si manifesta come mancanza di respiro, inizialmente solo con un forte sforzo, successivamente con uno sforzo leggero. La tosse persistente e l'espettorato sono altri sintomi comuni dell'infiammazione di accompagnamento (bronchite). La suscettibilità alle infezioni respiratorie è aumentata. Un enfisema esistente non può essere invertito, ma il decorso della malattia può essere influenzato favorevolmente. Il passo più importante è smettere di fumare ed eliminare altri possibili fattori scatenanti. Lo sforzo fisico adattato individualmente, ad esempio nei gruppi di sport polmonari, è benefico. In casi pronunciati, la somministrazione controllata di ossigeno, specialmente durante l'esercizio, ha senso. A volte le procedure chirurgiche o endoscopiche sui polmoni sono un'opzione.

Cos'è l'enfisema?

L'enfisema polmonare è una malattia cronica in cui gli alveoli sono permanentemente ingrossati o distrutti, il che porta a una riduzione della forza elastica di ripristino e all'eccessivo gonfiaggio dei polmoni. Da un lato, queste sezioni polmonari eccessivamente gonfie trattengono più aria "vecchia" nelle vescicole, in modo che possa essere aspirata meno aria "fresca", dall'altro la superficie coperta dai vasi sanguigni si riduce e il sangue è meno carico di ossigeno. Il gonfiaggio eccessivo aumenta durante lo sforzo fisico ed è quindi la causa principale della mancanza di respiro e dell'aumento della difficoltà di respirazione.

Rappresentazione delle vie aeree inferiori

© La tua foto oggi / JACOPIN / BSIP / A1Pix

Informazioni di base - Struttura delle vie aeree

Tutte le parti del corpo attraverso le quali scorre l'aria durante la respirazione vengono conteggiate come vie respiratorie. Le vie aeree sono divise in vie aeree superiori e inferiori. Le vie aeree superiori sono esposte l'una all'altra

  • naso
  • Seni
  • Faringe

Le vie aeree inferiori sono formate da

  • Laringe
  • Trachea (trachea)
  • Bronchi
  • Bronchioli
  • Alveoli

Al di sotto della trachea, le vie aeree si dividono in bronchi (albero bronchiale) sempre più piccoli, all'estremità dei quali si trovano i singoli alveoli. Queste vescicole sono colpite dall'enfisema.

È così che funziona lo scambio di gas tra aria e sangue

© ddp Images GmbH / Picture Press / Wissenmedia

Informazioni di base - scambio di gas nei polmoni

Gli alveoli sono coperti da vasi sanguigni (capillari). È qui che avviene lo scambio di gas tra il sangue e l'aria. Da un lato, l'ossigeno vitale raggiunge questi punti dall'aria che respiriamo nei vasi sanguigni dei polmoni e con il flusso sanguigno agli organi e ai tessuti. D'altra parte, il sangue nei vasi polmonari rilascia l'anidride carbonica del prodotto metabolico negli alveoli in modo che possa essere espirata.

Cause dello sviluppo dell'enfisema polmonare:

Innanzitutto, dovremmo esaminare il meccanismo attraverso il quale si sviluppa l'enfisema polmonare, in modo che le cause diventino più chiare.

Il meccanismo di sviluppo dell'enfisema polmonare:

  • Nel tessuto polmonare esiste normalmente un equilibrio tra alcune proteine ​​che scompongono il tessuto polmonare (proteasi) e le proteine ​​che lo proteggono (antiproteasi, inibitori della proteasi).
  • Gli inquinanti come il fumo inalato quando si fuma una sigaretta e l'infiammazione persistente possono disturbare questo delicato equilibrio, così che alla fine le proteine ​​degradanti predominano.
  • Le mura degli alveoli vengono attaccate e distrutte. Vengono create sempre più cavità simili a sacchi e vesciche. Vengono chiamate bolle più grandi Bullae designato.

Come interagiscono le proteasi e gli inibitori della proteasi (fare clic sulla lente d'ingrandimento per ingrandire)

© W & B / Dr. Ulrike Möhle

La causa dello sviluppo dell'enfisema polmonare è una sproporzione tra enzimi degradanti (proteasi) ed enzimi che regolano questo processo (antiproteasi, inibitori della proteasi).

La predominanza delle proteasi si verifica o perché si producono più proteasi (a causa di infiammazione cronica) o perché sono presenti meno anti-proteasi (inattivazione dovuta al fumo di sigaretta, carenza congenita).

In sintesi, si possono riscontrare i seguenti fattori di rischio:

  • Fumo
  • BPCO
  • predisposizione ereditaria
  • infezioni respiratorie ricorrenti (come bronchite cronica e polmonite)
  • Sostanze inquinanti, ad esempio gas di scarico delle auto o polveri e gas sul posto di lavoro
  • Carenza di alfa-1 antitripsina (congenita)

I fumatori corrono un rischio maggiore di sviluppare enfisema

© Jupiter Images GmbH / Ablestock

Forme di enfisema

Enfisema polmonare come parte della BPCO (BPCO = broncopneumopatia cronica ostruttiva): è la forma più comune di enfisema. È principalmente causato dal fumo. Circa il dieci per cento della popolazione soffre di BPCO, circa un terzo della quale soffre di enfisema pronunciato. In questa forma, le sezioni superiori dei polmoni sono spesso colpite per prime. Le sostanze nel fumo danneggiano direttamente i polmoni, ma disturbano anche l'equilibrio delle proteine ​​degradanti e protettive (vedi sopra) perché inattivano le proteine ​​protettive.

Enfisema in caso di deficit di inibitore della proteasi alfa-1: questa forma di enfisema si basa su una carenza innata di proteine ​​protettive (inibitore della proteasi, PI, vedi sopra): il corpo produce troppo poca alfa-1 antitripsina (AAT), c'è una carenza di AAT. Questa sostanza normalmente agisce contro la degradazione del tessuto polmonare. L'enfisema è più facile da sviluppare quando non c'è abbastanza alfa-1 antitripsina. Questa forma di enfisema colpisce spesso in particolare i polmoni inferiori. L'enfisema da carenza di alfa1-PI puro è piuttosto raro (circa l'1-2% di tutte le malattie da enfisema). Il fegato è spesso colpito allo stesso tempo. Questo enfisema può essere trattato con la somministrazione di alfa-1 antitripsina.

Tuttavia, esistono diverse varianti del deficit di Alpha-1-PI, a seconda di quali informazioni sono presenti nel patrimonio genetico. Oltre a una carenza pronunciata, ci sono anche forme significativamente più lievi che possono rimanere prive di sintomi per molti anni, a condizione che la persona colpita non metta a dura prova i polmoni. Tuttavia, chiunque abbia un deficit di Alpha1 PI e fumi aumenta significativamente il rischio di enfisema. In casi pronunciati, ciò può verificarsi nella giovane età fino alla mezza età.

Enfisema cicatriziale ed enfisema eccessivo: di solito causa meno problemi. Questo non è un enfisema "classico", in cui la parete degli alveoli viene distrutta dall'infiammazione cronica. In caso di enfisema cicatriziale, il tessuto polmonare è eccessivamente stirato in prossimità delle aree cicatrizzate dei polmoni, ad esempio a causa di una malattia polmonare sfregiata come la polmonite o la tubercolosi. L'enfisema di stiramento eccessivo si verifica quando il polmone rimanente si espande dopo una parziale rimozione chirurgica dei polmoni o quando ci sono cambiamenti significativi nella forma del torace (ad esempio una curvatura della colonna vertebrale).

L'enfisema della vecchiaia è una forma speciale di enfisema polmonare che non è una malattia. Poiché è un normale sintomo dell'invecchiamento, è anche noto come "enfisema fisiologico". A causa dell'età, i polmoni perdono elasticità e flessibilità. Grave mancanza di respiro non si osserva nell'enfisema della vecchiaia.

La tosse e la mancanza di respiro possono indicare l'enfisema

© Fotolia / Hartphotographie / 2011

Sintomi: quali sintomi provoca l'enfisema polmonare?

La mancanza di respiro è un sintomo tipico dell'enfisema. Nella fase iniziale i problemi respiratori sono spesso solo minori, si verificano solo saltuariamente o con maggiore stress. La condizione peggiora quando i polmoni si gonfiano eccessivamente: le persone colpite ansimano per l'aria anche con piccoli sforzi. Oltre alla mancanza di respiro, si riscontrano i seguenti sintomi, specialmente nella bronchite cronica (vedi BPCO):

  • tossire
  • Espettorazione

Poiché gli alveoli vengono gradualmente distrutti e il normale scambio di gas non è più così efficace, organi e tessuti non sono più adeguatamente riforniti di ossigeno. Allo stesso tempo, l'anidride carbonica del prodotto finale metabolico può aumentare nel sangue a causa della stanchezza dei muscoli respiratori. Questo può innescare altri sintomi:

  • Esaurimento
  • Riduzione delle prestazioni
  • Stanchezza rapida
  • Deterioramento della salute generale
  • mal di testa

Background - enfisema polmonare: come si manifestano i sintomi?

A causa dell'azione delle proteasi, c'è una crescente perdita di elasticità negli alveoli. Inoltre, i processi di rottura della parete portano al fatto che le bolle si fondono per formare bolle più grandi "a sacco". Questo riduce la superficie interna degli alveoli, importanti per lo scambio di gas (ossigeno e anidride carbonica). Di solito, quando inspiri, gli alveoli si riempiono d'aria e si espandono. Quando espiri, gli alveoli elastici si contraggono di nuovo.Nell'enfisema polmonare, la struttura della parete danneggiata manca di questa elasticità regolatoria durante l'espirazione, gli alveoli e anche le piccole vie aeree (bronchioli) collassano e l'aria non può fuoriuscire completamente dalle vescicole ("intrappolamento d'aria"). Ora c'è aria residua nei polmoni, che aumenta il gonfiaggio eccessivo ad ogni respiro e porta alla mancanza di respiro (mancanza di respiro)
conduce.

L'ascolto dei polmoni con uno stetoscopio fornisce indizi per la diagnosi

© W & B / Fotolia

Diagnosi: come fa il medico a fare la diagnosi?

Il medico farà prima alcune domande sulla tua storia e stile di vita, ad esempio se hai già una malattia polmonare nota come bronchite cronica, BPCO o asma bronchiale. È anche interessante se le persone fumano e, in tal caso, quante sigarette al giorno, se vengono assunti farmaci e se esiste un contatto professionale o privato con sostanze irritanti. Inoltre, il medico chiede informazioni sui sintomi attuali come mancanza di respiro, tosse, espettorato, affaticamento e frequenza delle infezioni respiratorie.

Esame fisico

Non vi è alcun segno sicuro dell'esame fisico. I seguenti segni indicano indirettamente l'enfisema polmonare:

  • Torace a forma di botte (a causa dell'eccessivo gonfiaggio dei polmoni), le costole sono più orizzontali che oblique
  • Difficoltà a respirare, soprattutto durante l'espirazione
  • Quando si tocca il petto (percussioni), il suono del battito suona più forte e più vuoto del solito (suono ipersonico), il diaframma è basso
  • L'ascolto dei polmoni con uno stetoscopio (auscultazione) produce un rumore respiratorio debole e debole e, eventualmente, rumori di fondo che indicano un'ostruzione aggiuntiva.

Se si sospetta un enfisema all'esame obiettivo, sono necessari test di funzionalità polmonare e ulteriori esami. Sono anche usati per determinare l'esatta estensione della malattia.

Test di funzionalità polmonare

I test di funzionalità polmonare sono test importanti per valutare la gravità dell'enfisema. La spirometria (qui un sensore misura il flusso d'aria durante l'inspirazione e l'espirazione) e la pletismografia di tutto il corpo (che può essere utilizzata anche per determinare la quantità di aria nei polmoni che non può essere espirata) aiutano a identificare un'ulteriore sovra gonfiaggio o ostruzione.

L'enfisema può essere determinato solo con la cosiddetta misurazione della capacità di diffusione. Questo test richiede di trattenere il respiro per dieci secondi. Durante questo periodo, i gas di prova (solitamente una piccola quantità di monossido di carbonio) forniscono informazioni sulle dimensioni della superficie polmonare.

Procedure di esame di imaging

La tomografia computerizzata (TC ad alta risoluzione, HRCT) è adatta per rappresentare l'enfisema. Viene utilizzato in particolare per preparare un'operazione o una riduzione del volume polmonare endoscopica. Inoltre, gli esami radiografici del torace forniscono indicazioni di gonfiaggio eccessivo e possibili diagnosi differenziali.

Analisi del sangue

Da un lato, gli esami del sangue possono essere utilizzati per determinare i valori ematici generali, come i segni di infiammazione. D'altra parte, un esame del sangue può essere utilizzato per determinare un deficit di Alpha1-PI come possibile causa di enfisema (vedere il capitolo "Cause").

In una cosiddetta emogasanalisi arteriosa, il medico misura la pressione dell'ossigeno e dell'anidride carbonica nonché il valore del pH nel sangue come indicatori (caratteristiche) dell'entità del disturbo respiratorio. Il cosiddetto pulsossimetro viene utilizzato per determinare la quantità di ossigeno nei globuli rossi. Questo è noto come saturazione dell'ossigeno.

Niente più sigarette: la diagnosi di "enfisema" dovrebbe essere il motivo per smettere al più tardi di fumare

© Jupiter Images GmbH / Comstock Images

Terapia: come viene trattato l'enfisema?

Se non trattato, l'enfisema può portare alla morte, in particolare a causa di insufficienza polmonare. È quindi particolarmente importante fare tutto il possibile per rallentare la progressione della malattia. Inoltre, i sintomi possono essere alleviati. Il trattamento comprende il giusto stile di vita, sport a dosi individuali, possibilmente con esercizi di respirazione, farmaci, ossigeno e in alcuni casi anche interventi chirurgici o endoscopici.

Fondamentale: lo stop al fumo

Se possibile, tutti i fattori sfavorevoli dovrebbero essere eliminati immediatamente. Per i fumatori questo significa: smettere di fumare immediatamente. Chi continua a fumare anche se l'enfisema si è già formato ridurrà significativamente la propria aspettativa di vita.

Chiunque sia confrontato professionalmente con sostanze irritanti che innescano o peggiorano l'enfisema polmonare dovrebbe chiedere al medico il riconoscimento della propria condizione come malattia professionale.

Inoltre, devono essere trattate tutte le malattie concomitanti che rappresentano un onere aggiuntivo o che possono avere un effetto negativo sul decorso dell'enfisema. Questi includono infezioni, bronchite cronica, ipertensione, diabete mellito (diabete), malattie cardiache, obesità.

Chiedi consigli sulle vaccinazioni

Le infezioni respiratorie possono essere più gravi nei pazienti con enfisema rispetto alle persone sane. Le infezioni minori apparenti non dovrebbero quindi essere prese alla leggera. Possono essere consigliate le vaccinazioni contro i virus influenzali (che causano l'influenza) e gli pneumococchi (che causano la polmonite). Il medico può fornire informazioni su quali misure preventive sono adatte.

Spesso con l'enfisema è presente anche la bronchite ostruttiva cronica. Questo deve essere trattato secondo il consueto standard terapeutico (vedi lì) al fine di ridurre questa proporzione di mancanza di respiro.

Non ci sono farmaci che migliorano direttamente l'enfisema. L'antitripsina alfa-1 può aiutare le persone con enfisema da deficit di inibitore della proteasi alfa-1.

Esercizi di respirazione

L'aerobica respiratoria è un'altra importante misura di trattamento.I pazienti dovrebbero apprendere la tecnica di respirazione appropriata sotto la guida di esperti. Con il freno a labbro, ad esempio, la persona interessata espira contro la resistenza delle labbra semichiuse. Ciò aumenta la pressione nei bronchi e ne contrasta il collasso. Il medico può prescrivere esercizi di respirazione, durante i quali vengono insegnati gli esercizi appropriati. Contattare il gruppo di sport polmonari più vicino è importante e utile.

Somministrazione di ossigeno

In caso di mancanza di ossigeno, spesso è consigliabile un trattamento con ossigeno, soprattutto sotto stress. Tuttavia, deve essere avviato sotto controllo medico. In caso di grave mancanza di respiro a causa di un'infezione, può essere necessario essere ricoverati in clinica con ventilazione artificiale attraverso una maschera (ventilazione non invasiva, ventilazione con maschera NIV). Non è necessaria l'anestesia per questo. In rari casi o in caso di miglioramento insufficiente, la respirazione artificiale deve essere fornita mediante un tubo nella trachea (intubazione) in anestesia. Tuttavia, poiché i pazienti con scarsa funzionalità polmonare sono molto difficili da allontanare da questa forma di ventilazione, questa opzione rimane un intervento di emergenza.

Enfisema: a volte la chirurgia aiuta

In alcuni casi, possono essere prese in considerazione procedure chirurgiche per l'enfisema. Nella cosiddetta operazione di riduzione del volume polmonare, alcune delle sezioni polmonari eccessivamente gonfiate vengono rimosse chirurgicamente. Tuttavia, questa procedura non è promettente per ogni paziente con enfisema; In alcuni enfisematici, tuttavia, questo può migliorare la funzione polmonare.

Esistono anche procedure in cui i medici utilizzano un campione di polmone (broncoscopia) per posizionare valvole o spirali di filo (bobine) in alcune sezioni dei polmoni. In questo modo, le aree fortemente colpite possono essere ventilate in modo specifico e le sezioni polmonari meno colpite possono essere alleviate. Ma a volte peggiorano anche la situazione. Per questo motivo è importante e necessaria un'attenta preselezione dei pazienti che possono beneficiare di uno scambio di informazioni tra il chirurgo e l'endocopista (medico che esegue l'endoscopia).

In casi molto gravi di enfisema, il trapianto di polmone è l'ultima opzione. Anche questa procedura non è possibile per tutti i pazienti con enfisema. Inoltre, il numero di polmoni donatori è limitato.

Qual è la prognosi per l'enfisema?

L'aspettativa di vita dei fumatori dipende in modo cruciale dal fatto che smettono di fumare. Un altro importante fattore prognostico è il test di funzionalità polmonare e la misurazione della superficie polmonare. I risultati devono essere discussi caso per caso con il medico curante. I gradienti possono essere molto diversi. L'enfisema polmonare è una malattia cronica che non può essere invertita (irreversibile). Nell'enfisema polmonare grave, c'è una significativa riduzione della qualità della vita a causa della crescente mancanza di respiro.

Dott. Peter Haidl

© Fonte H. P. Kappes, Schmallenberg

Esperto di consulenza:

Dott. Peter Haidl è il primario del dipartimento di pneumologia II (pneumologia generale e medicina interna) e direttore medico dell'ospedale specialistico Kloster Grafschaft.

Swell:

  • Herold, medicina interna, 2017, auto-pubblicato, enfisema polmonare, p. 356 ss.
  • Gruppo di lavoro delle società mediche scientifiche in Germania (AWMF), "Linee guida S2k per la diagnosi e la terapia dei pazienti con bronchite cronica ostruttiva ed enfisema (BPCO)"; https://www.awmf.org/uploads/tx_szleitlinien/020-006l_S2k_COPD_chronisch-obstruktiv-Lungen Krankung_2018-01.pdf (accesso 13 novembre 2018)
  • Deutsches Ärzteblatt, "Enfisema polmonare: nessun dato comparativo tra procedure chirurgiche e broncoscopiche", aprile 2017; https://www.aerzteblatt.de/treffer?mode=s&wo=17&typ=1&nid=74104&s=lungenemphysem (visitato il 13 novembre 2018)
  • Servizio di informazione polmonare, "Enfisema polmonare"; https://www.lungeninformationsdienst.de/krankheiten/lungenemphysem/index.html (accesso 13 novembre 2018)
  • Pneumologi in rete, "Cos'è l'enfisema lunare"; https://www.lungenaerzte-im-netz.de/krankheiten/lungenemphysem/was-ist-ein-lungenemphysem/ (accesso 13 novembre 2018)

Nota importante:
Questo articolo contiene solo informazioni generali e non deve essere utilizzato per l'autodiagnosi o l'auto-trattamento. Non può sostituire una visita dal medico. Sfortunatamente, i nostri esperti non possono rispondere a singole domande.