Progetto pilota: con una prova in teatro

A Berlino, i primi teatri e teatri d'opera apriranno per un progetto pilota. Il pubblico deve prima andare alla prova: un modello per il futuro?

Dopo una pausa di un mese, è prevista l'apertura delle prime fasi a Berlino per un progetto pilota a marzo. Il pubblico verrà testato in anticipo per il virus corona. Oltre all'Orchestra Filarmonica, al Berliner Ensemble e all'Opera di Stato Unter den Linden, con un concerto sarà presente anche la Club Commission.

Nove eventi sono previsti fino all'inizio di aprile. "Un tale pilota è unico in Germania e, si spera, un contributo in vista di una visita spensierata agli eventi culturali", ha affermato giovedì il senatore per la cultura Klaus Lederer (a sinistra).

Prove sui palcoscenici del teatro

Il pubblico riceve biglietti personalizzati, deve andare al test corona in anticipo e deve indossare una protezione medica per la bocca e il naso durante lo spettacolo. Si applicano anche le regole sulla distanza. Il Berliner Ensemble inizierà il 19 marzo, mentre la Berliner Philharmoniker Foundation ha in programma un concerto sinfonico il 20 marzo.

I risultati dei test verrebbero valutati congiuntamente e messi a disposizione di altre istituzioni, ha affermato Lederer. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha dichiarato l'epidemia di coronavirus una pandemia un anno fa. Al momento, le fasi - come molte altre strutture in Germania - sono chiuse.

Risultato negativo del test come nuovo biglietto d'ingresso?

Per il progetto pilota al Berliner Ensemble sono ora previste due esibizioni di “Panikherz”. "Il pubblico siederà in uno schema a scacchiera, con una maschera FFP2", ha detto il regista Oliver Reese. Il biglietto d'ingresso è collegato a un test che può essere fatto in cinque stazioni di prova lo stesso giorno. Il risultato negativo deve poi essere mostrato all'ingresso del teatro.

Il progetto pilota non significa che il teatro sia ora nuovamente possibile. "Non è una nostra decisione, è una decisione politica", ha detto il regista teatrale Reese. È convinto, tuttavia, che ci sia un urgente bisogno di strategie strutturate di apertura alla cultura che non siano legate ai valori di incidenza.

Progetto per il teatro tedesco

All'inizio di marzo, il cancelliere Angela Merkel (CDU) ei leader del paese hanno stabilito un piano graduale per portare gradualmente la Germania fuori dal blocco. Secondo questo, teatri, sale da concerto e cinema possono aprire il 22 marzo al più presto, con valori di incidenza più elevati, tuttavia, solo per le persone con un test corona in corso.

"Vogliamo essere preparati", ha detto giovedì il senatore della Cultura Lederer di Berlino alla Camera dei rappresentanti di Berlino. "Speriamo di fornire un progetto non solo per Berlino, ma anche per altri stati federali". Anche il Konzerthaus Berlin, il Volksbühne, la Deutsche Oper e la compagnia turistica Visit Berlin partecipano al test con una conferenza.

La German Stage Association di Colonia ha accolto con favore il progetto. "Siamo lieti che Berlino stia ora accelerando", ha dichiarato l'amministratore delegato Marc Grandmontagne. Il test del pubblico è una componente importante dei concetti di ritorno. Tutti hanno beneficiato delle esperienze che si stavano facendo a Berlino.

Coronavirus