Sclerosi multipla (SM): cause, sintomi, decorso, trattamento

La sclerosi multipla (SM) è più comune nei giovani adulti e colpisce il sistema nervoso centrale. I sintomi sono vari, il decorso è spesso recidivante

Testo in un linguaggio semplice Il nostro contenuto è testato dal punto di vista medico e farmaceutico

Sclerosi multipla - in poche parole

  • La sclerosi multipla è una malattia infiammatoria cronica che colpisce il sistema nervoso centrale
  • Circa 2,5 milioni di persone in tutto il mondo hanno la SM, circa 200.000 in Germania. Il 70 per cento delle persone colpite sono donne
  • Il rischio di sviluppare la SM nella popolazione generale (Germania) è compreso tra lo 0,1 e lo 0,2%
  • L'età tipica di insorgenza è compresa tra i 20 ei 40 anni
  • La causa non è ancora chiara. Tuttavia, ci sono argomenti convincenti che esiste una reazione autoimmune: il sistema immunitario attacca falsamente le strutture del corpo, in questo caso lo strato di copertura delle fibre nervose
  • I fattori ambientali e il trucco genetico giocano un ruolo. Ad esempio, una carenza di vitamina D durante l'infanzia, il fumo e alcuni virus aumentano il rischio di SM
  • La SM è "la malattia dalle mille sfaccettature" perché i sintomi sono molto vari
  • La sclerosi multipla può prendere corsi molto diversi. Di solito inizia in modo recidivante, con fasi a volte prive di sintomi, e successivamente si trasforma in un decorso secondario progressivo. Dal 10 al 15 percento dei pazienti ha un decorso progressivo dall'inizio
  • Finora non esiste una cura per la SM, ma può essere trattata bene. Obiettivi terapeutici più importanti: prevenire le ricadute, ritardare l'insorgenza di una possibile disabilità e rallentarne o interromperne la progressione
  • La SM e la famiglia non si escludono a vicenda: praticamente nulla ostacola la creazione di una famiglia

Cos'è la sclerosi multipla?

Caso di studio: uno studente di 28 anni ha notato un aumento della disabilità visiva in un occhio per tre giorni. Ha la sensazione di guardare attraverso un vetro smerigliato. Presto riesce a malapena a vedere nulla con i suoi occhi. Prima vede un oftalmologo che presto la manda da un neurologo. Dopo alcuni esami, questo ha espresso il sospetto di sclerosi multipla.

La storia della sclerosi multipla a volte inizia così o in modo simile. È una delle malattie neurologiche più comuni nei giovani adulti.

La sclerosi multipla (SM, multiplex latino = multiplo; scleros greco = duro) è una malattia infiammatoria cronica del sistema nervoso centrale. Può colpire il cervello, il midollo spinale e i nervi ottici.

Il nostro video spiega anche cos'è la sclerosi multipla:

Quali sono le cause della sclerosi multipla?

Si presume che la causa di questa malattia sia una reazione autoimmune, cioè una disregolazione del sistema immunitario: le cellule infiammatorie e di difesa del corpo attaccano erroneamente le stesse strutture del corpo. I cosiddetti linfociti T e B e alcune sostanze messaggere svolgono un ruolo decisivo. Ciò porta alla rottura dello strato di copertura delle fibre nervose (guaine mieliniche) e danneggia le fibre nervose. Nelle fibre colpite, gli stimoli nervosi vengono trasmessi in modo più scadente o non vengono più trasmessi. Perché le guaine protettive circondano i processi nervosi come uno strato isolante attorno a un cavo elettrico. Sono essenziali affinché gli impulsi nervosi raggiungano la posizione desiderata a una velocità adeguata.

Il modo esatto in cui si sviluppa la sclerosi multipla non è ancora del tutto chiaro. I medici suggeriscono che molti fattori si uniscono. La SM è più comune nei climi freddi (Europa centrale e settentrionale, USA, Canada meridionale, Australia meridionale, Nuova Zelanda), quindi le condizioni ambientali sembrano essere coinvolte nello sviluppo della SM. Secondo le stime, circa 200.000 persone in Germania soffrono di sclerosi multipla. Puoi leggere ulteriori informazioni sui possibili trigger nella sezione Cause.

Dalla ricerca:

Oltre al tentativo di comprendere la causa e il decorso esatto della sclerosi multipla e di ottenere una prognosi del probabile decorso della malattia, l'obiettivo primario della ricerca è lo sviluppo di una terapia ottimale per la SM su misura per ogni paziente. Questo obiettivo prevede diversi passaggi:

  • Affidabile differenziazione dei diversi tipi di sclerosi multipla
  • Valutazione accurata dell'attuale attività della malattia
  • Stabilire biomarcatori prognostici per determinare come i pazienti rispondono individualmente alle varie terapie
  • Trova marcatori in grado di prevedere la progressione della malattia individuale
  • Ricerca sui meccanismi d'azione delle terapie esistenti come base per lo sviluppo di nuove forme di trattamento ancora più efficaci

Quali sono i sintomi tipici della SM?

La sclerosi multipla può causare quasi tutti i sintomi neurologici, quindi la storia della malattia spesso appare molto diversa in persone diverse. Ciò vale per l'andamento del tempo, nonché per la gravità e la gravità dei reclami. La sclerosi multipla è quindi chiamata "la malattia dalle tante facce". Ad esempio, può causare debolezza muscolare o paralisi, una riduzione dell'acuità visiva quando sono coinvolti i nervi ottici (neurite ottica), un aumento spasmodico della tensione muscolare (spasticità) nonché disturbi sensoriali o sensazioni anormali. Puoi leggere di più sui possibili segni nel capitolo Sintomi.

Corso e terapia

Non è possibile prevedere come progredirà uno Stato membro nei singoli casi. Molto spesso, la malattia inizia negli attacchi (decorso recidivante-remittente). Ciò significa che i sintomi della malattia si sviluppano episodicamente, che regrediscono dopo un certo periodo di tempo spontaneamente o sotto terapia di ricaduta - completamente o almeno parzialmente. In circa il 40% dei pazienti, il decorso recidivante si trasforma in un decorso progressivo (SPMS) dopo circa dieci anni. La forma cronicamente progressiva dall'inizio è meno comune. I malfunzionamenti sono in costante aumento (vedi anche il capitolo sulle forme di sviluppo).

Il 70% della SM colpisce le donne. Per la maggior parte di loro, la malattia compare per la prima volta nell'età adulta tra i 20 ei 40 anni (picco a 30 anni di età). La sclerosi multipla si verifica raramente durante l'infanzia o nella tarda età adulta.

La SM non può essere curata, ma può essere trattata bene con i moderni approcci di terapia farmacologica. Gli obiettivi terapeutici più importanti sono prevenire le ricadute, ritardare l'insorgenza della disabilità e rallentare o arrestare la sua progressione. Ciò dovrebbe preservare l'indipendenza e la qualità della vita della persona interessata. È possibile trovare informazioni più dettagliate nel capitolo Terapia.

© W & B / privato

Esperto in consulenza

Dott. med. Joachim Havla è uno specialista in neurologia presso l'Istituto di Neuroimmunologia Clinica (Direttori: Prof. Dr. R. Hohlfeld, Prof. Dr. M. Kerschensteiner) presso l'Università Ludwig Maximilians di Monaco. Il focus clinico dell'istituto è sulla consulenza e l'assistenza medica per le persone con SM, l'applicazione e lo sviluppo di concetti di terapia moderna, l'implementazione di studi clinici e la ricerca sulle cause della SM in collaborazione con il Centro Biomedico (BMC) dell'Università Ludwig Maximilians a Monaco di Baviera. L'istituto è un membro attivo del Multiple Sclerosis Competence Network.

Nota importante:

Questo articolo contiene solo informazioni generali e non deve essere utilizzato per l'autodiagnosi o l'auto-trattamento. Non può sostituire una visita dal medico. Sfortunatamente, i nostri esperti non possono rispondere a singole domande.

Swell:

J Havla et al: Interdisciplinary Risk Management in the Therapy of Multiple Sclerosis, Deutsches Ärzteblatt, 51-52, 2016

J Havla et al: Immunotherapy for Multiple Sclerosis: Review and Update, Internist, 432, 2015

Linea guida S2 diagnosi e terapia della sclerosi multipla della Società tedesca di neurologia: https://www.dgn.org/leitlinien/2333-ll-31-2012-diagnose-und-therapie-der-multiplen-sklerose (a partire da settembre 2017)