Contraccezione d'emergenza: pillola del giorno dopo

In caso di rapporti sessuali non protetti o fallimento contraccettivo, mezzi come la pillola del giorno dopo o la spirale del giorno dopo possono prevenire una gravidanza indesiderata

Se una donna ha paura di essere incinta involontariamente, il ginecologo è il contatto affidabile

© Shotshop / Marcin Balcerzak

Hai dimenticato la pillola più di una volta o troppo a lungo? Il preservativo è scivolato? Oppure un'infezione gastrointestinale si è intromessa e temi che la pillola non funzioni più? I fallimenti contraccettivi e le emergenze avvengono rapidamente. Due metodi diversi offrono una via d'uscita: pillola del giorno dopo, disponibile (anche) senza prescrizione medica in farmacia, o bobina del giorno dopo.

Pillola del giorno dopo

Ci sono due "pillole del giorno dopo" in Germania. Uno contiene un progestinico (levonorgestrel, LNG) in una dose relativamente elevata, l'altro il principio attivo ulipristal (ulipristalacetet, UPA). Per inciso, entrambe le preparazioni non hanno nulla a che fare con la "pillola abortiva" (principio attivo: mifepristone (RU 486)). Tuttavia, l'UPA è un ulteriore sviluppo del mifepristone.

Ecco come funziona la pillola del giorno dopo

Pochi giorni prima dell'ovulazione e il giorno stesso dell'ovulazione, la probabilità di gravidanza è più alta. Gli spermatozoi sono generalmente in grado di sopravvivere e fecondare da cinque a sette giorni. Entrambe le preparazioni inibiscono o ritardano l'ovulazione.

Ne consegue: nel tempo "guadagnato", gli spermatozoi di solito muoiono sul posto e quindi non possono più fecondare la cellula uovo. Dopo l'ovulazione, cioè se assunto troppo tardi, il farmaco non funziona più. Anche una gravidanza in corso non è influenzata dalla pillola del giorno dopo.

fatti e cifre

Con la pillola del giorno dopo, da una a tre donne su cento per ciclo rimarranno incinte. Per fare un confronto: senza contraccezione di emergenza, circa otto donne su cento per ciclo rimarranno incinte. Le ragazze e le donne più giovani hanno usato la contraccezione d'emergenza molto più spesso di quelle più anziane.

Secondo la Società tedesca di endocrinologia ginecologica e l'Associazione professionale dei ginecologi, Ulipristal è ora lo standard per la pillola del giorno dopo. Perché il principio attivo può interrompere l'ovulazione (ovulazione) un po 'più tardi del levonorgestrel.

Ciò significa che l'UPA può essere utilizzato entro cinque giorni (120 ore) da un rapporto sessuale non protetto o dal fallimento della contraccezione. Con il GNL sono solo tre giorni (72 ore), perché non funziona più quando alcuni ormoni di controllo salgono per innescare l'ovulazione.

Pertanto, se possibile, il GNL deve essere assunto entro dodici ore e non oltre tre giorni dopo il (presunto) guasto della contraccezione. L'UPA, tuttavia, è ancora efficace in questa fase. La contraccezione d'emergenza è e sarà sempre una corsa contro il tempo: prima il trattamento, più efficace è.

La pillola del giorno dopo è (anche) disponibile in farmacia senza prescrizione medica

© istock / kadmy

Chi può prendere la pillola del giorno dopo?

Le farmacie possono vendere la pillola del giorno dopo alle donne in età fertile senza prescrizione medica. Le ragazze di età inferiore ai 14 anni dovrebbero fornire un modulo di consenso dei genitori. Il farmaco deve essere somministrato personalmente alla donna colpita.

Per le donne fino al ventesimo anno di età, le compagnie di assicurazione sanitaria legali coprono il costo della pillola del giorno dopo se un medico ha rilasciato una prescrizione. Per le donne di età compresa tra 18 e 19 anni, in genere è prevista una tariffa di prescrizione in farmacia.

Controindicazioni, possibili effetti collaterali, problemi

Facile quanto è da usare: la pillola del giorno dopo è un farmaco che interferisce con il sistema ormonale e altri processi del corpo. Quindi bisogna sempre aspettarsi effetti collaterali. In breve, si tratta principalmente di mal di testa, vertigini, nausea o nausea e vomito, tensione mammaria, dolori mestruali e irregolarità mestruali. Le donne affette riferiscono, ad esempio, spotting, sanguinamento abbondante o leggero fino alla successiva mestruazione, che può anche verificarsi in ritardo. Tuttavia, la gravidanza a volte può esprimersi con tali sintomi (vedi sotto).

La pillola del giorno dopo non è adatta per allergie alle sostanze in essa contenute e per gravi malattie del fegato e dei reni. In alternativa, puoi quindi utilizzare la spirale in seguito (più su questo sotto). Questo può valere anche per le donne molto sovrappeso, perché se il peso corporeo è significativamente aumentato, l'effetto sia del levonorgestrel (da circa 70 kg di peso corporeo) che di Ulipristal (da circa 95 kg di peso corporeo) svanisce, probabilmente. La situazione dei dati qui non è del tutto chiara, ma secondo l'Agenzia europea per i medicinali (EMA), non è sufficiente limitarne l'uso.

Se una donna allatta al seno, deve prendersi una settimana di pausa dopo aver usato l'UPA, inclusa l'estrazione e lo smaltimento del latte. Dopo il GNL è sufficiente un'interruzione di otto ore: prendilo subito dopo l'allattamento, poi fai una pausa.

Se hai rapporti sessuali non protetti più volte in un ciclo mensile, la pillola del giorno dopo non è più la scelta giusta. Con il GNL, il carico ormonale sarebbe troppo alto e potrebbe portare a disturbi mestruali e anche l'effetto diminuisce. L'esperienza con l'UPA è ancora limitata. Anche il passaggio da una preparazione all'altra è sconsigliato. Inoltre, la pillola del giorno dopo non protegge dal concepimento più avanti nel ciclo.

In caso di vomito entro tre ore dall'ingestione, è necessario assumere un'altra compressa.

L'UPA non deve essere assunto se si sospetta una gravidanza esistente. Se una donna teme fin dall'inizio che le cose stanno per essere incinta, anche perché il prossimo ciclo mestruale non inizia entro una settimana dal tempo previsto, e possono manifestarsi tensione mammaria e nausea mattutina, allora prima di prendere la pillola del giorno dopo soprattutto UPA, un test di gravidanza è appropriato.

Questo vale anche in caso di sanguinamento con dolore addominale. In questo caso è comunque necessaria una visita dal ginecologo (anche dopo l'assunzione di UPA) per escludere ad esempio una gravidanza extrauterina.

Se la gravidanza è confermata, non ci sono più indicazioni per nessuna delle due pillole contraccettive d'emergenza. Inoltre, si sa poco sugli effetti teratogeni della pillola del giorno dopo come l'UPA. Non può essere escluso, ma non può essere dedotto dai pochi dati finora. Non sono stati descritti effetti embriotossici per la pillola del giorno dopo con LNG.

Alcuni farmaci possono influenzare il modo in cui funzionano LNG e UPA. Chiedi maggiori informazioni alla tua farmacia.

Successivamente a spirale

Successivamente, la bobina impedisce in modo molto efficace l'impianto di un ovulo fecondato fino al quinto giorno dopo il concepimento. Il medico posiziona lo IUD nell'utero. Vari dispositivi intrauterini in rame, approvati anche per la contraccezione d'emergenza, sono adatti per questo, inclusa la catena in rame (vedere l'articolo "IUD in rame"). La bobina serve quindi anche per un'ulteriore contraccezione.

A seconda del tipo e della tolleranza, può rimanere (attivo) nell'utero per 3-5 anni o più. Poiché la cervice non è leggermente aperta come è con le mestruazioni, il solito momento per inserire uno IUD, la procedura può essere un po 'più dolorosa del normale.

Controindicazioni allo IUD in seguito

Lo IUD non è adatto per una gravidanza esistente, un'infiammazione addominale, malformazioni dell'utero o se è troppo piccolo.

Qual è il modo migliore per affrontare una donna affetta?

La pillola del giorno dopo è riservata a casi eccezionali. Durante l'erogazione del prodotto, la farmacia ti informerà su tutti gli aspetti importanti, ma ti indirizzerà anche al ginecologo che ti darà ulteriori consigli: è e rimarrà la persona di contatto per tutte le domande aperte sulla contraccezione.

In qualità di medico curante, è in grado di vedere meglio se un mezzo di contraccezione d'emergenza e quale è adatto per la donna individualmente. Spetta anche al ginecologo inserire uno IUD ed eseguire l'esame preliminare.

Al fine di evitare rischi futuri, è importante che la persona interessata familiarizzi con le possibilità di contraccezione sicura. Anche qui il ginecologo è la persona giusta da contattare, perché generalmente conosce anche i problemi di salute delle donne. In questo modo, può informarti in modo costruttivo su altri aspetti della sessualità come la prevenzione delle infezioni, metodi adeguati per una contraccezione sicura e comportamenti sessuali autodeterminati.

Se la donna ha utilizzato finora la contraccezione, spiega come procedere al meglio, ad esempio continuando a prendere le pillole e / o con una protezione contraccettiva aggiuntiva (ad esempio con un preservativo per l'uomo) fino alla fine del ciclo. Questo è importante perché dopo l'ultimo tempo possibile di assunzione e contraccezione di emergenza, la solita pillola contraccettiva non funzionerà più fino al successivo periodo mestruale.

Inoltre, puoi ottenere consigli da uno dei centri di consulenza riconosciuti per la famiglia, il partenariato e la contraccezione che vari fornitori e servizi sociali in Germania offrono, in caso di emergenza, ad esempio, dal numero di emergenza delle donne.

Swell:

https://www.frauenaerzte-im-netz.de/familienplanung-verhuetung/die-pille-danach-nofallverhuetung/ (accesso 13 febbraio 2019)

https://www.abda.de/newsroom/meldung/artikel/pille-danach/ (9 marzo 2018, accesso 13 febbraio 2019)



prevenzione