Petizione per il divieto di spedizione di farmaci da prescrizione

Lo studente di farmacia Benedikt Bühler sta combattendo con una raccolta di firme per il divieto di spedizione di farmaci da prescrizione. La promozione è valida fino al 13 agosto

Uno studente di farmacia vuole vietare l'attività di vendita per corrispondenza con farmaci da prescrizione

© Shutterstock / Freedomz

Il gabinetto federale ha recentemente approvato un pacchetto di riforma per le farmacie. Non è compreso nel conto, che deve andare al Bundestag dopo la pausa estiva, il divieto di vendita per corrispondenza di farmaci da prescrizione. Un divieto non è aggiornato e "ai sensi del diritto europeo, ma anche politicamente imponderabile", ha affermato alla fine dello scorso anno il ministro federale della Sanità Jens Spahn (CDU).

Questo infastidisce molti farmacisti in Germania. E anche lo studente di farmacia Benedikt Bühler. Il 20enne di Karlsruhe si batte per il divieto di vendita per corrispondenza. Con una petizione, ora vuole chiedere al governo federale di attuare l'accordo di coalizione, che dice: "Al fine di rafforzare le farmacie locali, stiamo facendo una campagna per il divieto di vendita per corrispondenza di farmaci da prescrizione".

Farmacie tedesche svantaggiate rispetto alle società di vendita per corrispondenza

Il contesto: le farmacie in loco sono attualmente svantaggiate rispetto alle farmacie per corrispondenza. Perché nel 2016 la Corte di giustizia europea ha consentito alle società di vendita per corrispondenza dell'UE di concedere sconti ai clienti tedeschi. Le farmacie in questo paese non sono autorizzate a farlo, tuttavia, poiché i prezzi fissi per i farmaci da prescrizione sono stabiliti nella legge sui medicinali, a cui devono attenersi.

Per il promotore, il divieto di vendita per corrispondenza di farmaci da prescrizione è "il modo più promettente per garantire la parità di prezzo e garantire così che i pazienti siano riforniti dalle farmacie locali". Solo attraverso le farmacie al dettaglio è possibile garantire "un'assistenza completa ai pazienti a livello nazionale con servizi notturni e di emergenza, la produzione di prescrizioni individuali e molto altro", afferma il testo della petizione.

La petizione può ancora essere firmata fino al 13 agosto

È online dal 17 luglio. Il periodo per la firma termina il 13 agosto 2019 alle 23:59. La petizione può essere visualizzata online su https://epetUNGEN.bundestag.de con l'ID 94089 nel "Forum delle petizioni" del Bundestag tedesco o firmata online. Alla campagna partecipano anche molte farmacie: i loro clienti possono firmare in loco.

Perché la petizione abbia una possibilità, sono necessari almeno 50.000 firmatari. Se la petizione raggiunge questo quorum, la commissione per le petizioni di solito se ne occupa ed esamina come trattare la questione.

La legge per rafforzare le farmacie in loco sta facendo progressi

Allo stesso tempo, probabilmente proseguirà la procedura parlamentare per il pacchetto di riforma della farmacia. Con la legge per rafforzare le farmacie in loco, il ministro federale della sanità vuole spostare la fissazione dei prezzi dalla legge sulle droghe al codice di sicurezza sociale. Quindi cerca di revocare l'accesso alla Commissione europea.

Per coloro che hanno un'assicurazione sanitaria legale, lo stesso prezzo per i farmaci da prescrizione verrà applicato nuovamente a partire dal 2020. Indipendentemente dal fatto che li acquisti da una farmacia in loco o tramite vendita per corrispondenza. Ciò non si applica alle persone assicurate privatamente e ai pagatori autonomi. L'Associazione federale delle associazioni tedesche di farmacie (ABDA) sostiene il progetto perché non presume che un divieto di spedizione nel Bundestag otterrebbe la maggioranza al momento.

Mantieni il divieto di vendita per corrispondenza come opzione

In una lettera ai farmacisti in Germania, il presidente dell'ABDA Friedemann Schmidt ha scritto alla fine di luglio 2019: "Il divieto di spedizione di farmaci da prescrizione dovrebbe essere mantenuto come opzione politica in futuro se le farmacie in loco non sono dovute all'attuale legislazione proposta essere sufficientemente rafforzata ".