Fenomeni sconcertanti del sonno

Alcune persone si scatenano di notte, altre parlano o si svegliano assonnate. Cosa causa tale comportamento e quando è pericoloso

Una persona che dorme profondamente non giace necessariamente immobile. Anzi. Alcune persone sono piuttosto attive di notte. Parlano, si alzano, vanno al frigorifero, prendono a calci i loro compagni di letto, digrignano i denti o sussultano all'improvviso. La mattina dopo spesso non riescono a ricordare nulla. Cosa sta succedendo là?

In questi casi è spesso presente una cosiddetta parasonnia. "Queste sono anomalie indesiderabili che si verificano durante il sonno. Possono anche avere un impatto negativo sulla qualità del sonno e sul riposo del sonno", spiega il dott. Peter Geisler, capo del Centro di medicina del sonno presso l'ospedale distrettuale di Ratisbona. Il motivo per cui molte persone non ricordano le loro azioni notturne è che la memoria a breve termine viene disattivata durante il sonno. Le parasonnie possono essere imbarazzanti per qualcuno, soprattutto se dormono nella stessa stanza con amici o estranei. La maggior parte dei fenomeni è considerata innocua, ma alcuni sono anche pericolosi.

Ci sono molte linfa addormentate - il nostro video ne spiega alcune:

Sonnolenza: confusa di notte

L'intossicazione da sonno è relativamente comune nei bambini, ma raramente negli adulti. È considerato innocuo e normalmente non ha bisogno di essere trattato. La persona si sveglia dal sonno profondo. "Tuttavia, non si sveglia correttamente, solo in modo incompleto", afferma Geisler, neurologo e specialista del sonno. Il sonnolento è confuso, non sa dove si trova, parla lentamente, fa cose senza senso. Ad esempio, spegne l'allarme senza accorgersene. In breve: la persona sembra "ubriaca". Una tale reazione è normale quando qualcuno si sveglia dal sonno profondo durante la notte. "Chiunque abbia sonnolenza dopo sette-otto ore di sonno al mattino ha una parasonnia", afferma il professor Michael Schredl, direttore scientifico del laboratorio del sonno presso l'Istituto centrale per la salute mentale di Mannheim. Perché al mattino la persona addormentata di solito non è più in un sonno profondo. I ricercatori non sanno ancora esattamente cosa causa questo comportamento. "Ma c'è una transizione graduale al sonnambulismo", afferma Geisler. Presumibilmente, quindi, processi simili giocano un ruolo.

Sonnambulismo: non un affare sicuro

I sonnambuli si svegliano anche solo parzialmente dal sonno profondo, preferibilmente nel primo terzo del loro sonno. Ti alzi, pronunci frammenti di parole insensati, ti guardi intorno senza meta. Puoi infestare l'appartamento, persino cucinare o uscire di casa. Il sonnambulismo a volte è pericoloso e fino al 20% delle persone si ferisce. "Non esiste una cosa come la sicurezza del sonnambulismo", avverte Geisler. Quindi l'immagine della ragazza che cammina a piedi nudi sui tetti della casa sotto la luna piena non è corretta. Il sonnambulismo, poiché questa forma di parasonnia è chiamata dal punto di vista medico, si verifica principalmente durante l'infanzia e colpisce solo un buon uno per cento degli adulti. Finora, gli scienziati non sono stati in grado di chiarire esattamente cosa porta a questo. Esistono già i primi approcci: alcuni fattori probabilmente svegliano la parte del cervello responsabile delle sequenze di movimento. La persona che è lì per il controllo cosciente delle azioni rimane spenta. La mancanza di sonno e le cose che ti svegliano di notte, ad esempio stress, rumori forti o movimenti indesiderati durante il sonno, hanno un effetto positivo. Importante: non svegliare il sonnambulo. In primo luogo, questo è difficile da fare e, in secondo luogo, può reagire in modo aggressivo. "Parlare con calma, d'altra parte, ha un effetto positivo", afferma Schredl. Se il sonnambulo non torna a letto da solo, il partner dovrebbe accompagnarlo lì. Si consiglia di chiudere a chiave porte e finestre la sera.

Disturbo comportamentale del sonno REM: sogni realizzati

Questo termine voluminoso significa che il dormiente si comporta in modo evidente durante una certa fase del sonno, il sonno REM. Non si sveglia, ma vive attivamente un sogno. Può calciare, calciare o muoversi a scatti. Le persone colpite riferiscono spesso di essere state aggredite in sogno o di essere state costrette a fuggire da qualcosa. Se sbagli per errore la persona che dorme accanto a te per l'aggressore, non solo puoi ferire te stesso, ma anche il tuo partner. Gli uomini più anziani in particolare sperimentano tali sogni attivi. Nel complesso, tuttavia, questo comportamento notturno si verifica raramente. Normalmente, l'attività muscolare viene inibita durante il sonno REM per impedirti di muoverti. "In questa parasonnia, tuttavia, il blocco muscolare è disattivato, presumibilmente a causa di una disfunzione del tronco cerebrale", spiega Schredl, esperto di sonno. Probabilmente esiste una connessione con malattie neurodegenerative in cui le cellule nervose muoiono. "Un disturbo del comportamento del sonno REM può essere il precursore del morbo di Parkinson a lungo termine", afferma il neurologo Geisler. Chiunque soffra di questo fenomeno dovrebbe consultare un neurologo.

Incubi: risveglio bagnato di sudore

Quasi tutti hanno avuto un incubo, non solo durante l'infanzia. "Incubi stressanti si verificano anche in circa il cinque per cento degli adulti", afferma Schredl, che si occupa scientificamente dell'argomento da molti anni. Parla di angoscia quando una persona è afflitta da un incubo circa una volta alla settimana. Questo di solito avviene nella seconda metà del sonno, in quello che è noto come sonno REM. Il sogno si sveglia, è eccitato, le sensazioni del sogno continuano ad avere effetto. Poiché il sogno lo sveglia, può ricordarlo bene. "Gli incubi disturbano il sonno e hanno anche un effetto negativo durante il giorno", afferma il ricercatore dei sogni. La persona interessata è stanca, incapace di concentrarsi, pensa al terribile sogno, è preoccupata. Gli incubi possono contenere diversi argomenti - ad esempio persecuzione, morte di persone care, trappole, paralisi - oppure possono essere ricorrenti nella stessa situazione spaventosa o minacciosa. I possibili fattori scatenanti includono stress, brutte esperienze, problemi psicologici e farmaci. Quindi è necessario uno specialista. Il primo punto di contatto può essere il tuo medico di famiglia, che potrebbe indirizzarti a un terapista comportamentale. Se non hai una grave malattia mentale, come la depressione, puoi provarla prima da solo. È importante affrontare attivamente la paura nell'incubo. Nella prima fase si scrive il sogno o si disegna la scena più importante. Il secondo passo è trovare una soluzione. Di cosa ho bisogno per affrontare con successo la difficile situazione da incubo? Questa nuova soluzione viene praticata per circa cinque minuti una volta al giorno per due settimane in modo che possa influenzare i sogni. Se questo non funziona nel primo sogno, il secondo sogno può essere elaborato dopo due settimane. Nel frattempo, circa 15 studi controllati mostrano un buon effetto di questo semplice metodo.

Addormentarsi: come una scossa elettrica

Molte persone hanno familiarità con questo fenomeno: ti stendi a letto, ti assopisci lentamente e improvvisamente tutto il tuo corpo sussulta, a volte solo le braccia o le gambe. Sembra una scossa elettrica. Questo a volte è accompagnato da immagini nell'occhio della mente, come cadere dal letto. Apparentemente, gruppi muscolari più grandi si contraggono in un lampo, motivo per cui i ricercatori del sonno considerano anche questo comportamento come uno dei cosiddetti disturbi del movimento legati al sonno. In altre parole: durante il sonno si verificano movimenti innaturali. Si può solo speculare sulle cause degli spasmi. L'esperto Schredl ha la seguente teoria: quando ti addormenti, il tuo corpo e la tua mente si rilassano, i tuoi muscoli si rilassano. Se il cervello si spegne più lentamente del resto dell'organismo, cerca di riattivare i muscoli, il che ti fa trasalire. Tuttavia, il fenomeno sembra innocuo - con un avvertimento: "Se solo le braccia o le gambe si contraggono, questo può indicare la sindrome delle gambe senza riposo", afferma Schredl. In questo caso, consultare un medico!

Il video spiega: Cos'è la sindrome delle gambe senza riposo?

Bruxismo: digrignare i denti

Ci sono persone che di notte digrignano o stringono i denti. Raramente notano i rumori che fanno. Tuttavia, la mascella o la testa spesso fanno male al mattino. Il bruxismo, come il fenomeno viene chiamato dal punto di vista medico, può essere causato da disallineamenti dei denti o protesi mal adattate. Ma anche chi soffre di stress o è mentalmente teso può tirarlo fuori sui denti. Il comportamento è uno dei disturbi del movimento indesiderabili durante il sonno. Chi macina più spesso logora eccessivamente i denti nel tempo e promuove malattie dentali. Pertanto, i crunchers dovrebbero vedere un dentista. Se il problema si verifica solo occasionalmente, ad esempio in situazioni di stress, si consiglia di fare tutto ciò che ti rilassa prima di andare a letto.

Parlare nel sonno: balbuzie inconscia

Molti sonnambuli balbettano frammenti confusi di parole. Alcuni escogitano frasi comprensibili o possono persino rispondere a una domanda. Tuttavia, le chiacchiere notturne non si accorgono di nulla. "Molti parlano in modo incomprensibile perché i muscoli necessari per parlare sono rilassati di notte", dice Schredl. I ricercatori del sonno sanno molto poco del fenomeno. "Potrebbe esserci una connessione con il contenuto dei sogni", sospetta Schredl. Fattori come stress, febbre o alcol possono incoraggiare il balbettio. È anche comune tra i sonnambuli, motivo per cui gli esperti vedono una connessione. "Chiunque parli nel sonno potrebbe anche essere in una forma in miniatura di sonnambulismo", ha detto Geisler. La sonniloquia, come termine tecnico per parlare nel sonno, non è una parasonnia, non può essere assegnata a nessuna categoria. Parlare nel sonno è considerato innocuo e non ha un impatto negativo sul sonno. "A meno che tu non dica il nome della persona amata", scherza Geisler, un medico del sonno.