Sindrome dell'intestino irritabile: è causata da allergie alimentari?

Molte persone hanno sintomi di intestino irritabile. Due ricercatori hanno ora scoperto che gli allergeni alimentari possono svolgere un ruolo in questo

Il nostro contenuto è testato dal punto di vista medico e farmaceutico

Dolore addominale, stitichezza, flatulenza, diarrea: non è raro che chi soffre di tali sintomi abbia la sindrome dell'intestino irritabile. Le donne sono colpite più spesso degli uomini. Spesso non è facile scoprire cosa sta causando esattamente i sintomi. I malati spesso visitano molti medici e tornano a casa senza alcun riscontro.

Due scienziati hanno ora rintracciato un fattore scatenante potenzialmente frequente: il professor Detlef Schuppan, gastroenterologo presso l'Università di Mainz, e il professor Annette Fritscher-Ravens, specialista gastrointestinale presso l'Università di Kiel. 155 pazienti hanno preso parte allo studio. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Gastroenterology.

Signor Schuppan, insieme ai ricercatori di Kiel ha scoperto che più della metà delle persone con sintomi di intestino irritabile potrebbe avere un'allergia alimentare atipica. Buone notizie per le persone colpite?

Riteniamo che la nostra scoperta sia un'ottima notizia per le persone colpite. Per la prima volta, siamo stati in grado di dimostrare oggettivamente una causa immunologica essenziale, scientificamente provata, dei tuoi reclami. Siamo stati anche in grado di aiutare le persone fin da subito. Perché identificando il cibo scatenante, i sintomi del paziente sono scomparsi o di solito sono migliorati notevolmente. Questo è un grande sollievo per lei. Perché spesso hanno alle spalle anni o addirittura decenni di odissee mediche e non di rado erano considerati "sensibili" o "malati immaginari", a volte come "casi per psicosomatica" o anche come "casi per psichiatria".

Professor Detlef Schuppan, Università di Magonza

© W & B / Bert Bostelmann

Cos'è un'allergia alimentare atipica e in cosa differisce dalla classica allergia a determinati alimenti?

Nel caso di un'allergia alimentare classica, i sintomi di solito si manifestano pochi minuti dopo il contatto con la sostanza scatenante, solitamente una proteina. Questi includono reazioni in bocca e in gola, come una sensazione di pelliccia sulla lingua o prurito alla gola. I pomfi pruriginosi possono svilupparsi sulla pelle, nausea, vomito o diarrea nel tratto gastrointestinale.

Il tutto è innescato da un'eccessiva risposta del sistema immunitario all'ingrediente alimentare. Rilascia anticorpi speciali che dovrebbero rendere innocuo il presunto nemico. Questi sono anticorpi IgE, noti anche come immunoglobuline E. Sono secreti da alcune cellule immunitarie, i linfociti B, legano l'allergene alimentare e attivano i mastociti che secernono massicce sostanze messaggere infiammatorie, inclusa l'istamina.

L'allergia alimentare atipica come da noi definita è anche una reazione del sistema immunitario a una proteina alimentare. Tuttavia, questo di solito è ritardato solo da poche ore a un giorno ed è principalmente associato a dolore addominale, gonfiore, nausea, flatulenza e diarrea o costipazione, quest'ultima spesso alternata. Inoltre, i pazienti sono generalmente poveri, spesso sono meno produttivi e hanno difficoltà a concentrarsi. Si verificano anche problemi alla pelle. Le IgE non giocano un ruolo in questa reazione.