Lavoro dei sogni? Un farmacista racconta

Daniela W. è proprietaria da due anni di una farmacia a Bocholt. Qui spiega perché considera i suoi clienti migliori amici e perché anche uno spray nasale a volte ha bisogno di consigli dettagliati

Quando ho rilevato la farmacia, c'erano ovviamente clienti che pensavano che fossi la figlia del capo. Sarebbe andato bene in qualche modo: il giovane farmacista che alla fine rileverà la farmacia dei suoi genitori. Poi ne ho preso atto con un sorriso. Perché il fatto che oggi io sia proprietario di una farmacia non ha davvero nulla a che fare con la mia famiglia. I miei genitori sono entrambi ingegneri. Da bambino mi piaceva la matematica e mi interessavano le scienze naturali e l'anatomia. Il lavoro dei miei sogni era un dottore.

Formula strutturale, molecole, reazioni

Dopo il diploma di scuola superiore, mi piaceva ancora la medicina. Ma la farmacia ha vinto la gara. Anche questo aveva qualcosa a che fare con la chimica. Formule strutturali, molecole, reazioni: sono sempre stato in grado di comprenderle facilmente. Questo è stato positivo, perché alla Libera Università di Berlino, dove studiavo, c'erano molte ricerche in corso.

Un argomento che è emerso solo durante i miei studi era la farmacia clinica. Ho partecipato a uno dei primi seminari e ho potuto fare una specie di stage presso la Charité. Abbiamo imparato molto sulla sicurezza nella terapia farmacologica, ad esempio sugli effetti collaterali e sulle interazioni nella chemioterapia. Questo è probabilmente uno dei motivi per cui quest'area mi sta così a cuore ancora oggi.

La strada per la tua farmacia

Quando ho iniziato a lavorare qui in farmacia a Bocholt alcuni anni fa, non avevo davvero pensato di avviare la mia farmacia. Sono stato impiegato. Ma presto mi furono date molte responsabilità, soprattutto per la documentazione e l'organizzazione. Quando i proprietari hanno iniziato a parlarmi dell'argomento di una possibile acquisizione ad un certo punto, sapevo già un po 'cosa mi aspettava. E ho avuto il tempo di capire se volevo.

L'acquisizione di una farmacia oggi non è priva di rischi. Anche finanziariamente. Sai quante farmacie chiudono ogni anno e quante riaprono. Come molti altri farmacisti, ho seguito gli sviluppi e le decisioni di politica sanitaria. Ho lasciato che tutto questo mi passasse per la testa prima di entrare finalmente nella mia farmacia.

Discuti questioni intime attraverso le sezioni

Come proprietario, in realtà non ho più notti insonni di prima. Tranne quando faccio un servizio di emergenza 24 ore su 24. Succede. Un dipendente si è ammalato di recente, quindi puoi farlo da solo.

Penso che i servizi di emergenza in loco siano importanti. L'altro giorno c'è stata una fiera a Bocholt, che per noi è una grande festa popolare. Nel mezzo della notte ho avuto due consulti sulla pillola del giorno dopo. Anche se suona un po 'strano: è possibile discutere di qualcosa di intimo attraverso una lastra di vetro. Per lo più ci sono vere emergenze, spesso genitori con bambini piccoli che hanno bisogno di un antibiotico. Il fatto che qualcuno al banco notturno voglia pannolini per bambini o qualcosa per unghie fragili è probabilmente più comune nella grande città, ma raramente a Bocholt.

divertimento al lavoro

A volte vorrei avere più tempo per consigliare i clienti. Invece, sono spesso nell'ufficio del seminterrato. Lì ho scelto appositamente una plafoniera che assomiglia a un lucernario. La mia scrivania è praticamente "all'aperto" con qualche nuvola. Molto di ciò che faccio qui è documentazione, ad esempio con i narcotici, tutto deve essere registrato con precisione. Ma anche la gestione delle risorse umane è importante. Siamo una grande squadra con tre farmacisti, 13 PTA e PKA e tre conducenti che forniscono farmaci.

In qualità di direttore di farmacia, devo anche assicurarmi che tutti trovino la loro zona e si divertano al lavoro. Ad esempio, uno dei nostri PTA è molto felice di fornire consigli sui cosmetici da farmacia. Un altro è molto impegnato quando si tratta di formulazioni complicate, ovvero la produzione di medicinali. Ma molto in ufficio, è quello che devo fare. Non aiuta.

Farmacista nel profilo professionale

Istruzione: il prerequisito è un diploma in farmacia completato con successo, che di solito dura quattro anni. Dopo un successivo anno di esperienza pratica, può essere rilasciata la licenza professionale di farmacista, il cosiddetto Approbation.

Lavoro: Alla fine del 2017 c'erano più di 64.000 farmacisti attivi in ​​Germania. La maggior parte di loro, circa 51.100, lavora nelle farmacie pubbliche. La maggior parte è occupata, circa 15.200 sono titolari di farmacie lavoratori autonomi.

Per poter tenere sempre d'occhio la farmacia, c'è un monitor appeso davanti alla mia scrivania che trasmette le immagini da lì. Quando vedo che ci sono molti clienti lì - e questo accade spesso in inverno - allora lascio tutto qui e vado al centro di consulenza.

Un consiglio invece di un volantino

Abbiamo molti clienti che sono pazienti in trattamento oncologico. Siamo quindi spesso interessati a problemi che possono sorgere durante o dopo la terapia del cancro. Effetti collaterali della chemioterapia, per esempio. Se la mucosa orale è gravemente danneggiata ed è difficile da deglutire o se la pelle e le unghie richiedono cure particolari. Molti pazienti sono molto grati di poter dare aiuto e consigli.

Anche in tema di medicina palliativa. Molte persone pensano che ora sia tutto incentrato sulla morte e sul morire. In questo modo si può ottenere tanta qualità di vita con le cure palliative. Nell'ospedale del reparto palliativo mi è stato permesso di stare seduto per alcuni giorni. Questo mi ha molto colpito. Lì, i desideri e le esigenze delle persone e dei loro parenti vengono trattati in modo molto speciale. Empatico e dignitoso.

Praticamente migliori amici

Ascolta attentamente e prenditi il ​​tuo tempo, che per me è sempre in primo piano. Questo porta molto, anche se a volte si tratta solo di piccole cose. Credo che questo ci dia grande fiducia. Durante le riunioni del nostro team, dico sempre ai miei dipendenti: se hai un cliente di fronte a te, immagina che sia il tuo migliore amico. Allora hai una base completamente diversa per una consulenza.

Sono ancora molto convinto di aver scelto la professione giusta. Le persone hanno bisogno di noi e delle farmacie. E ovunque vivano. Non vi è alcun sostituto per il contatto personale. Inizia anche se si tratta solo di usare uno spray nasale. O sapevi che un paziente con glaucoma deve stare attento nell'usare uno spray nasale per il raffreddore? Di solito ottieni queste informazioni importanti solo in una conversazione personale. E non necessariamente dal foglietto illustrativo.

Potenziale illimitato

Solo che non sono sicuro che anche i politici la vedano in questo modo. I farmacisti hanno ancora molto potenziale inutilizzato. Ad esempio, quando si tratta di consigli sulla sicurezza della terapia farmacologica. Molto potrebbe ancora essere migliorato per i pazienti. Ma finora non esiste né un quadro giuridico né una remunerazione per il servizio di consulenza. Lo offriamo comunque ai nostri clienti e siamo felici di farlo. Ma qualcosa deve davvero cambiare.

Sociale