Contraccezione: iniezione di tre mesi (iniezione di deposito)

L'iniezione di tre mesi contiene l'ormone progestinico come contraccettivo. Principio: viene iniettato nel muscolo gluteo o in un muscolo della parte superiore del braccio ogni tre mesi

Iniezione di tre mesi: piuttosto per il caso eccezionale (mostrato anche nella foto: anello contraccettivo, pillola)

© Imago stock & people GmbH / blickwinkel

A volte c'è anche questo: una donna difficilmente può tollerare nessuno dei metodi contraccettivi comuni o non può farcela, ma non desidera avere un figlio nel prossimo futuro. Quindi l'iniezione di tre mesi o di deposito è un'opzione.

Quando l'iniezione di tre mesi è un'opzione?

I medici di solito prescrivono il contraccettivo solo in casi eccezionali. L'iniezione di tre mesi contiene una dose elevata di progestinico. Viene iniettato nel muscolo. Il principio attivo viene rilasciato lentamente dal deposito.

Il metodo è adatto principalmente a donne che non possono tollerare altri contraccettivi o che non possono usare pillole contraccettive, ad esempio a causa di una malattia gastrointestinale cronica. I prodotti attualmente disponibili contengono il progestinico medrossiprogesterone o il progestinico noretisterone acetato.

Valuta attentamente i vantaggi e i rischi di un metodo di contraccezione: scopri esattamente cosa stai facendo

© iStock / wavebreak

Importante: consultazione con un medico e visita

Il medico valuterà attentamente le ragioni e i desideri a favore di un'iniezione di deposito. In una conversazione con la donna e sulla base di un'accurata visita ginecologica, verifica se i requisiti di salute sono soddisfatti o se ci sono controindicazioni. Ad esempio, la donna deve avere un ciclo normale. Si raccomanda anche una visita medica generale prima del primo utilizzo della punta contraccettiva.

La gravidanza esclude l'uso della siringa, poiché l'elevata dose di ormoni può danneggiare il nascituro.

In linea di principio, il deposito ormonale viene iniettato in un muscolo nella parte superiore del braccio o nei glutei ogni dodici settimane. La prima volta che ciò accade durante i primi cinque giorni del ciclo mensile. Se l'iniezione avviene in un momento diverso, il medico deve prima assicurarsi che la persona interessata non sia incinta.

Due o tre mesi dopo la prima iniezione, il medico verificherà con la donna se il metodo può essere continuato.

Gli appuntamenti semestrali con il medico (ginecologo, medico di base) suggeriti nel periodo successivo devono essere osservati anche dalla donna, in modo che possa riconoscere e reagire agli effetti collaterali in una fase precoce. In particolare, a causa del possibile rischio di osteoporosi, controllerà regolarmente la densità ossea (vedi sotto).

Solo se altri metodi contraccettivi continuano ad essere esclusi e non ci sono controindicazioni o restrizioni, il medico generalmente considererà l'uso dell'iniezione di ormone per più di due anni.

Come funziona l'iniezione di tre mesi?

Il progestinico inibisce l'ovulazione e sopprime l'accumulo del rivestimento uterino in modo che una cellula uovo che può essere fecondata non possa impiantarsi da sola. L'ormone rende anche più spesso il muco nella cervice. Di conseguenza, gli spermatozoi capitolano: praticamente non possono più penetrare nell'utero.

Vantaggi dell'iniezione di tre mesi

L'iniezione di tre mesi è considerata un contraccettivo con una buona affidabilità contraccettiva. Gli utenti "solo" devono fare un'iniezione ogni tre mesi. Il metodo è adatto per le donne che desiderano contraccezione a lungo termine o la cui pianificazione familiare è già stata completata. Ma: è solo un'alternativa nel caso in cui altri metodi, comprese le pillole contraccettive, non siano un'opzione.

Sul lato positivo, va notato che il dolore mestruale può ridursi e che non ci sono errori nell'assunzione, come può essere il caso della pillola.

Se manca il momento giusto per la successiva iniezione, rimangono ancora pochi giorni, vale a dire la tredicesima settimana.

Svantaggi dell'iniezione di tre mesi

Se l'ultima iniezione è stata più di 13 settimane fa, la protezione contraccettiva non è più affidabile. È meglio che la donna poi consulti il ​​suo medico.

Se la somministrazione della siringa di deposito viene interrotta, può essere necessario più di un anno prima che il ciclo normale venga ripristinato. Pertanto, il metodo non è adatto per le donne che stanno pianificando una gravidanza nel prossimo futuro.

Alcuni farmaci, ad esempio alcuni antibiotici, possono influenzare il modo in cui agisce il progestinico. Sono note anche altre interazioni. Dovresti anche informare il medico curante e la tua farmacia di questo.

Effetti collaterali dell'iniezione di tre mesi

L'iniezione di tre mesi interferisce con l'equilibrio ormonale delle donne e può causare vari effetti collaterali in questa direzione. Alte dosi di progestinico compaiono nel corpo, soprattutto all'inizio. Di conseguenza, spesso il ciclo diventa irregolare. Sono possibili spotting e sanguinamento intermestruale e il periodo mestruale potrebbe non verificarsi affatto.Inoltre, ci sono spesso sentimenti di tensione e dolore al seno, il desiderio sessuale può diminuire (cambiamenti della libido), possono verificarsi sbalzi d'umore e persino depressione.
Nota: per le informazioni tecniche e per l'utente sui contraccettivi ormonali (contraccettivi ormonali, qui: l'iniezione di tre mesi), vengono fornite avvertenze (o sono già state incluse) che attirano l'attenzione su un aumento del rischio di suicidio come possibile conseguenza della depressione . Le donne che soffrono di sbalzi d'umore e sintomi di depressione durante l'utilizzo di un contraccettivo devono consultare immediatamente un medico dal proprio medico, anche se l'agente è stato usato di recente per la prima volta.

Possibili effetti collaterali includono anche mal di testa, dolore addominale, mal di schiena, acne, ritenzione di liquidi, aumento di peso, disturbi del fegato, ittero, macchie di pigmento sulla pelle (più su questo nell'articolo "La pillola").

L'iniezione di ormoni riduce anche la densità ossea e aumenta il rischio di osteoporosi. Ciò è dovuto al fatto che l'estrogeno del corpo scende in modo significativo sotto la siringa. Ma è necessario per la costruzione delle ossa. Poiché il corpo crea la maggior parte delle ossa in giovane età, i ginecologi sono particolarmente riluttanti a usare iniezioni di ormoni nelle giovani donne.

Tuttavia, il medico consiglierà una donna opportunamente contraccettiva sul modo migliore per soddisfare le sue esigenze di calcio e vitamina D. Entrambi sono particolarmente importanti per le ossa.

Infine, il corpo può manifestare reazioni allergiche agli ingredienti nella siringa, nonché infiammazione o sanguinamento nel sito di iniezione.

L'utente e il suo ginecologo decideranno quando interrompere la terapia e quindi non ulteriori iniezioni di ormoni, sia per ragioni mediche che di altro tipo.

Controindicazioni all'iniezione di tre mesi

Le controindicazioni più importanti all'iniezione di tre mesi includono sanguinamento dalla vagina inspiegabile, flebite esistente o trombosi venosa. Una trombosi è un'occlusione vascolare causata da un coagulo di sangue, ad esempio in una vena della gamba.

Ne escludono l'uso anche malattie come il cancro al seno o all'utero, gravi malattie del fegato, malattie metaboliche come la porfiria, che possono colpire il sangue o il fegato e l'osteoporosi. Lo stesso vale per una nota allergia ai componenti del farmaco.

Quando è necessaria una particolare cautela?

Per i fumatori che usano gli ormoni per la contraccezione, il rischio di malattie vascolari arteriose come infarti e ictus aumenta in modo significativo a partire dai 35 anni e con il numero di sigarette consumate quotidianamente.

Anche l'ipertensione e disturbi metabolici, come il metabolismo degli zuccheri e dei grassi, sono tra le situazioni in cui è richiesta cautela quando si utilizza la contraccezione ormonale.

Il medico lavorerà con la donna per scoprire se un metodo contraccettivo alternativo è un'opzione se tutti questi rischi non possono essere adeguatamente controllati.

Importante

L'iniezione di tre mesi può proteggere da gravidanze indesiderate, ma non da malattie a trasmissione sessuale come l'HIV / AIDS.

Indice di perle: da 0,3 a 0,88

prevenzione