Perché il certificato di vaccinazione era importante per i viaggiatori anche prima di Corona

Ingresso solo con vaccinazione corona? Una domanda interessante per l'anno di viaggio 2021. Tuttavia, alcune vaccinazioni sono già obbligatorie in molti paesi - o almeno urgentemente raccomandate

Sono iniziate le vaccinazioni corona. Per molte persone, questo è legato alla speranza che la vita ritrovi la vecchia, bellissima normalità. La discussione ora riguarda i privilegi per le persone vaccinate, anche quando si tratta di viaggiare. Ad esempio, solo le persone vaccinate potranno salire a bordo di un aereo?

Tali domande si polarizzano. Non sarebbe una novità se a un vacanziere fosse permesso di entrare in un paese solo con una certa vaccinazione. Per molto tempo, alcuni viaggiatori che, ad esempio, volano in determinati paesi tropicali, hanno dovuto portare con sé la loro carta di vaccinazione, un documento che dovrebbe attirare maggiore attenzione nel 2021. Quindi è il momento di rispondere alle domande più importanti.

Perché hai bisogno anche di una carta di vaccinazione?

Le persone non hanno bisogno di vaccinazioni principalmente per viaggiare. Come regola generale, chiunque sia vaccinato deve farlo registrare sulla propria scheda di vaccinazione. I medici sono obbligati a confermare ogni vaccinazione, spiega Michael Ramharter, capo della medicina tropicale presso il Centro medico universitario di Amburgo-Eppendorf. Se non è disponibile la scheda di vaccinazione, deve essere rilasciato un certificato di vaccinazione, ovvero una conferma scritta.

"Ci sono specifiche precise su ciò che tutto deve essere documentato", dice l'infettologo. Ciò include la data della vaccinazione, il nome del vaccino e il nome della malattia contro cui è stato vaccinato. Il dottore poi firma.

Il medico di viaggio Prof. Tomas Jelinek di Berlino chiarisce: "La documentazione è importante per vedere quali vaccinazioni una persona ha già ricevuto e quando devono essere ripetute". La carta di vaccinazione è anche un potenziale documento di viaggio. Perché in alcuni paesi sono richieste le vaccinazioni per l'ingresso.

Qual è il significato del certificato di vaccinazione quando si viaggia?

Esistono certificati di vaccinazione molto diversi in Germania. Ad esempio, i nati nella RDT hanno spesso un cartellino rosso per le vaccinazioni. Nella Germania Ovest c'erano carte bianche di vaccinazione, dice Tomas Jelinek. Il cartellino giallo di vaccinazione, invece, è un documento raccomandato a livello internazionale conosciuto in tutto il mondo. I campi per le possibili vaccinazioni obbligatorie per alcuni paesi sono già forniti qui e sono disponibili traduzioni in diverse lingue.

Bisogna distinguere due cose, come spiega Michael Ramharter: da un lato, ci sono vaccinazioni obbligatorie, senza le quali non è consentito entrare o uscire dai singoli paesi. D'altra parte, ci sono vaccinazioni consigliate - e questo riguarda di gran lunga la maggior parte delle vaccinazioni. Queste vaccinazioni sono utili dal punto di vista medico, ma non sono obbligatorie per legge e non sono controllate.

Anche dopo queste vaccinazioni consigliate, è importante portare con sé il documento di vaccinazione. Perché se un incidente accade all'estero, ad esempio, il medico in loco può prendere in considerazione le vaccinazioni e quindi fare una diagnosi migliore.

Quali vaccinazioni obbligatorie ci sono già per i viaggiatori?

La vaccinazione obbligatoria più conosciuta è la vaccinazione contro la febbre gialla. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha un elenco costantemente aggiornato di paesi che richiedono protezione vaccinale all'ingresso - l'ingresso non è possibile senza.

Altre vaccinazioni possono essere richieste per legge. Negli ultimi anni questo è stato principalmente quello contro la poliomielite. "Questa raccomandazione sulla vaccinazione ha lo scopo di impedire che la malattia venga esportata in altri paesi", spiega Michael Ramharter, che è anche a capo della ricerca clinica presso il Bernhard Nocht Institute for Tropical Medicine. Un'altra vaccinazione obbligatoria è la vaccinazione contro il meningococco per i pellegrinaggi all'Hajj o all'Umbra in Arabia Saudita.

Quali sono le vaccinazioni più importanti per i viaggi?

"Prima di tutto, la vaccinazione di base con tutte le vaccinazioni che sono importanti anche in Europa dovrebbe essere controllata e poi aggiornata se necessario", consiglia Michael Ramharter. Ci sono raccomandazioni specifiche per i diversi paesi. La protezione contro l'epatite A è necessaria per quasi tutti i viaggi a lungo raggio. Questa infiammazione del fegato si verifica principalmente nei paesi con cattive condizioni igieniche. "L'epatite B è particolarmente consigliata per soggiorni ad alto rischio e di lunga durata", afferma Ramharter.

La vaccinazione contro il tifo è particolarmente consigliabile nel sud e nel sud-est asiatico, nonché durante i soggiorni più lunghi in Africa e Sud America. La vaccinazione contro i meningococchi è importante per le persone che viaggiano nella regione africana del Sahel - a causa della frequente presenza di batteri lì, la regione è anche chiamata cintura meningococcica.

La vaccinazione antirabbica è una vaccinazione che, a seconda del paese, è particolarmente indicata per le persone che sono in viaggio per lungo o spesso. La vaccinazione antinfluenzale ha senso nella stagione influenzale.

Per le destinazioni di viaggio europee e per alcune destinazioni asiatiche, la vaccinazione contro la meningoencefalite trasmessa da zecche (TBE) è un'importante vaccinazione di viaggio. La vaccinazione contro l'encefalite giapponese è utile nel sud-est asiatico per soggiorni di lunga durata o per coloro che vi volano frequentemente.

Che ruolo giocherà la vaccinazione corona per i viaggi?

"Questo è attualmente ancora difficile da valutare", afferma Ramharter. La vaccinazione obbligatoria per alcuni gruppi di viaggiatori è molto discussa a livello nazionale e internazionale, ma viene rifiutata anche da molti importanti enti. "C'è molto da dire contro la vaccinazione obbligatoria", dice Ramharter. È meglio informare bene le persone e istruirle in modo trasparente.

Tuttavia, è prevedibile che molti paesi trasformino la prova della vaccinazione in una condizione di viaggio, afferma Tomas Jelinek. Allo stesso modo, ci saranno sicuramente anche compagnie aeree che non faranno salire a bordo passeggeri senza certificato di vaccinazione Corona.

L'aspetto che avrà questa prova è ancora aperto. "Ha senso semplicemente fare una documentazione nella scheda di vaccinazione esistente", dice Jelinek. Inoltre, potrebbe essere richiesta anche una sorta di documentazione elettronica perché è meglio protetta dalla contraffazione.

Cosa fare in caso di smarrimento del certificato di vaccinazione?

"Accade relativamente spesso che queste carte di vaccinazione vengano perse a un certo punto", afferma Ramharter. Quindi è importante scoprire quali vaccinazioni sono già state somministrate e quali no. "Di solito questo diventa chiaro in una conversazione con il medico."

In singoli casi, tuttavia, c'è anche la possibilità di dare uno sguardo specifico, aggiunge Jelinek, specialista in medicina di viaggio. Perché i medici hanno l'obbligo di conservare per almeno dieci anni la documentazione sulla vaccinazione dei loro pazienti. Inoltre, a volte possono essere trovati nel sangue gli anticorpi di una precedente vaccinazione.

Tuttavia, se non ci sono prove di vaccinazioni completamente, la Commissione permanente per le vaccinazioni (Stiko) fornisce raccomandazioni per diversi gruppi di età al fine di ottenere ancora una buona protezione vaccinale. "Se non c'è documentazione, si deve presumere che non sia stata effettuata alcuna vaccinazione", afferma Ramharter. È quindi consigliabile recuperare il ritardo sulle vaccinazioni in tali situazioni. "La valutazione del rischio-beneficio è chiaramente dal lato del beneficio", afferma l'infettologo. E Jelinek sottolinea: "Non puoi vaccinare eccessivamente".

Cosa dovrebbe essere considerato durante la gravidanza?

I vaccini vivi non sono raccomandati durante la gravidanza. Questi includono in particolare i vaccini contro il morbillo, la parotite, la rosolia e la vaccinazione contro la febbre gialla. Ma ci sono anche vaccinazioni speciali raccomandate durante la gravidanza. Questi includono quelli contro l'influenza nella stagione influenzale e quelli contro la pertosse. Questo dovrebbe essere fatto nel terzo trimestre, cioè dal settimo mese, al fine di proteggere il neonato.

Dove posso trovare informazioni sulle vaccinazioni di viaggio?

I turisti possono trovare informazioni sulle vaccinazioni obbligatorie e sulle vaccinazioni di viaggio consigliate, ad esempio, nelle informazioni di viaggio e di sicurezza del Ministero federale degli affari esteri. Questi sono disponibili per ogni paese.

La cosa più importante è una ragionevole educazione e considerazione, afferma Tomas Jelinek: "Non diamo vaccinazioni non giustificate". Se un viaggiatore si reca in un'area in cui non c'è rischio di febbre gialla, ovviamente non ha bisogno di essere vaccinato contro di essa. In definitiva, tuttavia, è sempre una decisione aperta che tutti devono prendere da soli.

Chiunque desideri saperne di più sugli effetti e gli ingredienti dei vaccini ha vari punti di contatto tra cui scegliere: Il Centro federale per l'educazione sanitaria (BZgA), ad esempio, offre informazioni dettagliate per i consumatori. La rete di sicurezza dei vaccini dell'OMS spiega, tra le altre cose, gli ingredienti. Le pagine dell'Istituto Robert Koch e di Stiko sono rivolte più ai professionisti, ma sono anche accessibili a tutti.

Soprattutto per la vaccinazione contro il Covid-19, l'OMS non solo ha creato una panoramica con tutte le domande e le risposte rilevanti, ma pubblica anche tutti i protocolli di studio sui vari test e lo stato attuale della ricerca.