Perché dovremmo cantare di più

Da soli, sotto la doccia o insieme in un coro: il canto solleva l'umore e può persino avere un effetto curativo

Notte silenziosa notte Santa. Il Natale è una delle poche occasioni oggi in cui i tedeschi cantano ancora. Sia prima di fare regali sotto l'albero di Natale o quando visitano la chiesa - con i canti natalizi giovani e meno giovani esprimono l'atmosfera festosa e le sensazioni gioiose che provano in questi giorni.

Per le persone delle generazioni precedenti, i suoni prodotti con il proprio corpo venivano molto più frequentemente e di conseguenza più facilmente sulle labbra. Quando non c'erano né radio né televisione, cantare era un passatempo gradito. Molti avevano sempre una canzone sulle labbra ovunque: quando facevano i lavori nei campi, i lavori domestici, le escursioni, quando mettevano a letto i bambini.

Più persone cantano, meglio è

Non hai bisogno di alcun talento musicale speciale per suonare una canzone vivace - al massimo, hai bisogno di un po 'di coraggio per alzare con sicurezza la tua voce. L'abilità è in ognuno di noi e, secondo il parere degli esperti, dovrebbe anche essere utilizzata attivamente: e il prima possibile. Gunter Kreutz dell'Università di Oldenburg invita genitori e nonni a cantare una canzone con i loro figli e nipoti il ​​più spesso possibile.

Cantare insieme non solo rafforza i legami familiari, afferma il professore di musicologia sistematica. I rituali serali delle ninne nanne calmerebbero i più piccoli e li aiuterebbero a dormire bene la notte. Il canto supporta anche lo sviluppo del linguaggio e la formazione vocale. Kreutz è certo: "Più si canta negli asili e nelle scuole, meglio è."

Ma il canto non solo rafforza il senso di comunità e promuove i processi di apprendimento. "Anche il corpo e la mente ne traggono beneficio", afferma il musicoterapista Christoph Salje di Amburgo. Il tono regola la respirazione e allena sia le corde vocali che il diaframma. Cantare per 20 minuti influisce anche sul rilascio dell'ormone del benessere ossitocina e dell'ormone dello stress cortisolo, come mostra uno studio dell'Università di Regensburg.

Cantare come uno stress killer

Così è scientificamente provato ciò che molti hanno già sperimentato personalmente: il canto è un killer di stress, specialmente quando lo fai in una comunità. I ricercatori sospettano che l'esperienza nel coro crei sentimenti stabilizzanti di connessione e sicurezza.

Il canto ha una lunga tradizione in molte culture e permette di esprimersi senza parole. Musicoterapeuta Salje: "Puoi canticchiare o mettere insieme i toni e l'altra persona ha un'ottima impressione se sei triste o se vuoi abbracciare il mondo."

Comunicare con la voce del proprio ambiente può avere un effetto purificante e lenitivo. Ecco perché fare musica con la propria voce viene utilizzato anche dal punto di vista medico. In caso di trauma, ad esempio, il canto del paziente insieme è una componente del trattamento di successo in alcune cliniche. "Il canto da solo non può curare il paziente. Ma può cambiarlo e fargli aver bisogno di meno farmaci", dice Kreutz.

Solo è alla moda

Hai voglia di cantare subito una piccola melodia? Il canto è trendy. Ciò è dimostrato non da ultimo dal gran numero di partecipanti a programmi di casting popolari e dal numero di spettatori per i programmi televisivi corrispondenti. Secondo la terapeuta Salje, il canto da solista sta attualmente godendo di enorme popolarità: "L'individualizzazione è un fenomeno nella nostra società. Si riflette chiaramente anche nel canto".

Due milioni cantano in un coro

Se vuoi affinare la tua tecnica di canto e respirazione, riceverai preziosi consigli in poche ore di lezioni private. Ma cantare in un coro è ancora popolare. Secondo il German Music Information Center di Bonn, più di due milioni di dilettanti appartengono ad associazioni di cori in Germania. Ad esempio, puoi organizzare funzioni religiose alla vigilia di Natale con la tua voce.

Sociale