Cos'è esattamente l'acne e cosa funziona contro di essa?

Brufoli e punti neri su tutto il viso - gli adolescenti in particolare conoscono il problema. Ma l'acne può essere curata. Quali sono le cause dell'acne, quali tipi ci sono e com'è la terapia

Il nostro contenuto è testato dal punto di vista medico e farmaceutico

Acne: una breve spiegazione

  • L'acne è una delle malattie della pelle più comuni.
  • Si verifica in particolare nei giovani. In poco più della metà dei casi è sufficiente il trattamento con prodotti da banco.
  • Se il decorso è più grave, è necessaria la terapia medica con farmaci per uso esterno o interno.
  • Se soffri di acne, assicurati di usare lozioni detergenti a pH neutro o saponi e creme idratanti a base d'acqua invece di creme oleose o unte quando ti prendi cura della tua pelle. Anche il trucco e le creme solari dovrebbero essere il più possibile privi di grassi.

Cos'è l'acne

L'acne è una delle malattie della pelle più comuni. Circa l'85% della popolazione è già stato colpito. A causa dei cambiamenti ormonali durante la pubertà, l'acne si manifesta principalmente negli adolescenti a partire dai nove anni. Quasi ogni adolescente ha notato i caratteristici punti neri e brufoli sul viso. La malattia di solito scompare entro la terza decade di vita. Se l'acne si manifesta negli adulti di età superiore ai 25 anni, si parla di acne tarda, acne tardiva o acne adulta.

Acne fisiologica o lieve

Circa il 60% dei giovani soffre di acne innocua, cosiddetta fisiologica o lieve. Di solito devi solo lottare con alcuni punti neri e brufoli per un breve periodo di uno o due anni, che può essere controllato con farmaci da banco in farmacia.

Acne clinica

In circa il 40 percento, tuttavia, esiste una forma più pronunciata, la cosiddetta acne clinica. Può durare fino alla fine della seconda decade o oltre e richiede un trattamento da parte di un dermatologo (specialista in dermatologia). Se il farmaco viene interrotto troppo presto, il paziente avrà una ricaduta e la terapia ricomincerà da capo. Pertanto, se l'acne è ampiamente sotto controllo, il medico prescriverà una terapia di mantenimento. Questo può richiedere alcuni anni o anche di più per raggiungere la fase di regressione naturale alla fine della seconda e all'inizio della terza decade di vita.

L'acne può essere un pesante fardello non solo per il corpo ma anche per l'anima. Questo è particolarmente il caso delle forme molto gravi. Papule, pustole e noduli, soprattutto sul viso, possono essere esteticamente molto fastidiosi e ridurre l'autostima personale. In caso di acne grave, a causa di questi fattori psicosociali, è assolutamente opportuno consultare un dermatologo che, se necessario, consulta anche un collega del reparto psicosomatico.

Quali sono le cause dell'acne

Diversi fattori sono coinvolti nello sviluppo dell'acne. Questi sono:

A.) Ghiandole sebacee iperattive

B.) Disturbo della cornificazione nel condotto del sebo

C.) Crescita eccessiva di batteri

D.) Risposta infiammatoria

Sebo iperattivo e disturbo della cornificazione

Negli adolescenti, con l'inizio della pubertà, sotto l'influenza degli ormoni sessuali maschili (androgeni) e del fattore di crescita (GH), le ghiandole sebacee si ingrandiscono e producono più sebo. Questo porta a una ghiandola sebacea iperattiva. Normalmente, il sebo penetra senza ostacoli attraverso il canale del sebo fino alla superficie della pelle. Nel caso dell'acne, invece, le cellule che rivestono il condotto e anche stimolate dagli androgeni aumentano la quantità di materiale corneo. Il materiale del corno in eccesso alla fine ostruisce il condotto in modo che il sebo non possa più defluire. Inizialmente si formano punti neri (microcomedoni) che non possiamo vedere ad occhio nudo.

Tutte le altre condizioni della pelle tipiche dell'acne, compresi i punti neri aperti e chiusi, derivano da questi. Con una leggera pressione si può vedere il contenuto biancastro filiforme che si svuota - la miscela sebo-corno - del punto nero. I comedoni aperti possono essere riconosciuti dal loro punto nero al centro. Questa zona scolorita nerastra è costituita da melanina, che proviene dalle cellule che formano i pigmenti (melanociti) alla bocca del condotto. Quindi non è sporco. Il materiale corno-sebo può essere rimosso più facilmente dai punti neri aperti utilizzando sostanze peeling, detergenti per l'acne o farmaci come i preparati a base di vitamina A. Nel caso di punti neri chiusi, c'è il rischio di infiammazione, deterioramento, scolorimento e cicatrici, soprattutto quando vengono spremuti. Anche il cosiddetto bagno per l'acne fornito da comici medici esperti può aiutare qui.

Poiché la produzione di cellule di grasso e corna nelle ghiandole sebacee è stimolata in modo ancora più forte dagli ormoni sessuali maschili, l'acne è solitamente più pronunciata negli uomini e nei ragazzi che nelle ragazze e nelle donne.

Crescita eccessiva di batteri e infiammazioni

A causa dell'iperattività della ghiandola, un certo batterio, il Cutibacterium acnes, trova condizioni di crescita migliorate e si moltiplica nel dotto seboso. Ma l'acne non è una malattia infettiva. Abbiamo tutti questi batteri sulla nostra pelle. Hanno molti enzimi che, tra le altre cose, abbattono il sebo e mantengono l'infiammazione nell'area intorno al sistema sebo. Speciali cellule immunitarie migrano nella regione, allentano la parete del passaggio e l'andirivieni delle sostanze messaggere infiammatorie viene facilitato e intensificato. Di conseguenza, sulla pelle si formano pustole, papule e noduli. Se i batteri si incapsulano nel dotto follicolare, può svilupparsi una resistenza agli antibiotici, che è strettamente correlata all'infiammazione e alla scarsa risposta a determinati farmaci per l'acne per uso topico. Dovrebbero essere evitati anche fattori esterni che promuovono l'intasamento dei dotti sebacei. Questi includono grassi o oli nei prodotti per la cura e cosmetici, alcuni farmaci, climi caldi e umidi o stimoli meccanici, ad esempio da indumenti stretti o indumenti da lavoro (cinturini per il mento, caschi, protezioni per il viso).

Sintomi e forme di acne

L'acne si sviluppa principalmente dove ci sono molte ghiandole sebacee:

  • in faccia,
  • sul collo e sul lato del collo,
  • sul triangolo anteriore del seno (scollatura),
  • sulla schiena ai glutei
  • sulla parte superiore delle braccia esterne e in particolare sulle spalle

Tuttavia, l'acne può verificarsi anche sotto le ascelle e nelle regioni dei genitali, dei glutei e dell'inguine. Tuttavia, questa non è una malattia delle ghiandole sebacee ma uno dei follicoli dei follicoli piliferi (follicoli piliferi terminali), cioè una malattia completamente diversa (acne inversa o idrosadenite suppurativa). Questo ha un concetto di trattamento diverso e le persone colpite dovrebbero essere assistite da centri specializzati per la pelle.