Come riconoscere una trombosi alla gamba

Se una gamba improvvisamente fa male e si gonfia, dietro di essa può esserci un coagulo di sangue in una vena. Quali segni sapere e cosa fare

All'improvviso c'è uno strappo alla gamba. Questo dolore è fastidioso. La gamba si sente paffuta e pesante, è gonfia e fa male quando si calpesta. Aljoscha Greiner, medico generico di Bad Bertrich e specialista in malattie venose, descrive i cosiddetti sintomi chiave della trombosi venosa profonda. Il termine significa che si è formato un coagulo di sangue in una vena della gamba. La vena interessata non si trova direttamente sotto la pelle, ma più all'interno, cioè più in profondità nella gamba, incorporata nei muscoli.

I pazienti di Greiner descrivono il dolore a volte come tirante, a volte come crampi, simile a muscoli indolenziti. "Ma non è una questione di disturbo, il dolore è abbastanza grave e può aumentare nel tempo", afferma Greiner. Spesso iniziano dal nulla e spesso colpiscono la parte inferiore della gamba, spesso la coscia fino all'inguine.

Per dirla semplicemente: questa è una trombosi

I sintomi possono diventare evidenti al mattino, ma anche alla sera. Se ti siedi e sollevi le gambe, i sintomi di solito si attenuano. Altri possibili segni: la gamba si sta notevolmente riscaldando, la pelle ha una colorazione bluastra. Tuttavia: i sintomi non sono sempre così chiari. Sfortunatamente, a volte sono completamente assenti, soprattutto all'inizio della trombosi.