Quanto sono utili i coprifuoco?

Si sta alzando la voce che le restrizioni all'uscita notturna sono di scarsa utilità da un punto di vista epidemiologico. È corretto?

Sono tra i punti più controversi della nuova legge sulla protezione dalle infezioni: le restrizioni all'uscita notturna. Nelle regioni con un numero particolarmente elevato di nuove infezioni corona, le persone dovrebbero rimanere per lo più nei loro appartamenti tra le 22:00 e le 5:00. Regole simili sono già state implementate in stati federali come il Brandeburgo o il Baden-Württemberg. Fare jogging da soli nel parco o nella foresta dovrebbe essere vietato a partire da mezzanotte, anche se non si incontra quasi nessuno. Per molti questo sta andando troppo lontano. Giusto?

RECLAMO: Il coprifuoco notturno è inutile per combattere l'incidenza delle infezioni.

VALUTAZIONE: dati poco chiari. Gli esperti distinguono tra passeggiate in solitario e modi per riunioni private.

FATTI: In altri paesi è stato dimostrato: dopo l'introduzione del coprifuoco notturno, il numero di nuove infezioni corona è diminuito. Va tutto bene allora? No. Perché non è stato ancora chiarito quanto questa misura abbia avuto un ruolo in questo. Di norma, era accompagnato da altri requisiti come restrizioni di contatto più severe e, se necessario, chiusura delle scuole. C'erano anche coprifuoco durante il giorno.

Effetti misurabili secondo lo studio

I ricercatori che lavorano con un team dell'Università di Oxford hanno recentemente esaminato più da vicino l'influenza delle misure individuali sul processo di infezione. Il loro studio, pubblicato alla fine di marzo, ha rilevato: le restrizioni all'uscita notturna possono ridurre la diffusione dell'agente patogeno Covid-19 di circa il 13%. Tuttavia, scrivono in modo restrittivo che la misura non è facilmente distinguibile dall'effetto di regolamenti paralleli. Lo studio non è stato ancora riesaminato.

Basso rischio di infezione all'aperto

Fondamentalmente, sorge la domanda: il singolo nottambulo o jogger da solo è effettivamente un pericolo? È noto da mesi che il rischio di infezione da coronavirus all'aperto è basso rispetto a quello indoor. "All'aria aperta non ci sono quasi infezioni causate da particelle di aerosol", afferma la Society for Aerosol Research (GAeF). Gli esperti considerano la discussione sul coprifuoco una “comunicazione fuorviante”.

Il ministro federale della Sanità Jens Spahn sa anche che una passeggiata notturna non è problematica. "Non si tratta di sapere se qualcuno è fuori da solo alle dieci di sera", ha detto giovedì scorso. Lunedì, la coalizione di governo dell'SPD e dell'Unione ha convenuto che il jogging e le passeggiate sono consentiti fino a mezzanotte.

Si dovrebbero evitare riunioni in stanze chiuse

Le restrizioni all'uscita hanno principalmente lo scopo di prevenire riunioni in stanze chiuse con un aumentato rischio di infezione. “Dove andiamo da dove andiamo?” Chiede Spahn. Per lui, il coprifuoco è un mezzo per prevenire fondamentalmente gli incontri.

Questo è ciò che dice anche il ricercatore sulla mobilità Kai Nagel dell'Università Tecnica di Berlino: "Le restrizioni all'uscita notturna sono finalizzate alle visite private". Non dovrebbe dare l'impressione che le persone debbano andare dall'esterno verso l'interno, che questa sia "davvero la direzione sbagliata", ha detto Nagel in un'audizione del Bundestag venerdì. Non si tratta di "difendere scientificamente" se, ad esempio, i gruppi si siedono nel parco a una distanza sufficiente e poi devono tornare a casa.

Secondo i ricercatori, proibire le visite private sarebbe più efficace

Nagel ei suoi colleghi del TU Berlin e dello Zuse Institute scrivono nel loro ultimo studio sulla mobilità: "Un divieto (quasi) completo di visite private sarebbe molto efficace". Si riferiscono a esperienze in Gran Bretagna, dove era severamente vietato soggiornare in spazi pubblici a scopo di visita privata, 24 ore su 24. In termini di modellazione, questo ha un impatto molto maggiore sulla pandemia rispetto alle restrizioni all'uscita notturna pianificate in Germania. Il valore R, che rappresenta il processo di infezione, diminuirebbe quindi di circa 0,5 invece di circa 0,1 punti.

Comunque, solo poca mobilità notturna

Un progetto dell'Università Humboldt di Berlino e dell'Istituto Robert Koch mostra anche che nelle prime tre settimane di marzo, solo il 7,4% della mobilità in Germania era tra le 22:00 e le 5:00. Non è chiaro dai dati quanto di questo implichi andare a riunioni private. L'effetto del coprifuoco dovrebbe, tuttavia, essere gestibile.

I risultati dello studio di Oxford mostrano anche che le rigide barriere di contatto sono più efficaci. Contrariamente alla riduzione della diffusione della corona del 13 percento nel caso del coprifuoco notturno, ad esempio, i ricercatori vedono un effetto due volte più alto (meno 26 percento) con rigide restrizioni di contatto come limitare tutte le riunioni a un massimo di due persone.

Le visite possono essere anticipate

Inoltre, si teme che le riunioni e le visite possano essere semplicemente rinviate. Lo strumento delle serrature notturne potrebbe "diventare opaco in tempi relativamente brevi", è stato detto dai ricercatori della mobilità al TU di Berlino a metà marzo.

È probabile che alcune persone si arrabbino per il fatto che la misura si rivolge nuovamente al tempo libero. Puoi continuare a recarti al lavoro in aziende sovraffollate, 24 ore su 24.

Coronavirus