Come riconoscere la polineuropatia

Formicolio o bruciore ai piedi e alle gambe possono essere segni della polineuropatia da malattia nervosa. Maggiori informazioni su sintomi, fattori scatenanti e terapie

Il nostro contenuto è testato dal punto di vista medico e farmaceutico

Polineuropatia - spiegata brevemente

  • La polineuropatia danneggia molti nervi periferici. Queste sono le fibre nervose al di fuori del cervello e del midollo spinale.
  • Ci sono centinaia di cause. Quelli comuni sono il diabete, l'abuso di alcol o i farmaci.
  • I sintomi comuni sono disturbi sensoriali, parestesie e dolore.
  • I piedi e le gambe sono spesso colpiti per primi, per lo più in modo simmetrico.
  • Se possibile, viene trattata la causa scatenante. Alcuni farmaci aiutano ad alleviare il dolore.
  • Gli studi hanno dimostrato che almeno il cinque per cento di tutte le persone anziane soffre di polineuropatia.

0 collegamenti

Sintomi: quanto è estrema la polineuropatia?

La polineuropatia può causare sintomi diversi, a seconda dei nervi interessati.

I sintomi compaiono spesso sui piedi e sulle gambe, meno spesso sulle mani e sulle braccia o sul tronco.

I sintomi spesso si verificano in modo simmetrico, ad esempio interessando entrambi i piedi nella zona delle calze. Ma i reclami possono anche essere asimmetrici.

I sintomi comuni sono:

  • formicolare
  • Sensazione di formiche sotto la pelle
  • Bruciare
  • Puntura
  • Ipersensibilità
  • Intorpidimento, furore
  • diminuzione della sensazione di temperatura
  • diminuzione della sensibilità
  • Dolore
  • Debolezza muscolare
  • Difficoltà nell'andatura (insicurezza durante la deambulazione o vertigini)

La gravità dei reclami può variare. Alcune persone avvertono solo una sensazione occasionale di formicolio alla gamba. Per altri, solo toccare il piumone è una tortura.

Il sistema nervoso autonomo può anche essere influenzato dalla polineuropatia. Regola le funzioni del corpo come il ritmo cardiaco, la digestione o la vescica urinaria. Di conseguenza, i sintomi possono mostrare come

  • Indigestione
  • Disturbi svuotanti
  • Disturbi della regolazione della pressione sanguigna

Una polineuropatia può svilupparsi in diversi modi:

  • acuto (durata della malattia fino a 4 settimane)
  • subacuto (da 4 a 8 settimane)
  • cronico (più di 8 settimane)

cause

L'elenco dei possibili trigger è molto lungo. In circa un terzo di tutte le persone colpite, la causa rimane poco chiara nonostante un'intensa ricerca.

Le cause comuni includono:

  • Diabete mellito (neuropatia diabetica)
  • Abuso di alcol (polineuropatia alcolica)
  • Farmaci, ad esempio la chemioterapia per il cancro
  • Malattie di base (ad es. Fegato, reni, malattie tumorali)

Ci sono anche molti altri possibili trigger, ad esempio:

  • Malattie autoimmuni (ad es. Sindrome di Guillain-Barré, collagenosi)
  • Infezioni (ad es. Borreliosi, HIV)
  • Avvelenamento (ad es. Metalli pesanti, arsenico)
  • Disturbi circolatori
  • Disturbi metabolici
  • Carenza di vitamine (ad es. Vitamina B12), sovradosaggio di vitamine
  • Malattia grave con terapia nel reparto di terapia intensiva (cosiddetta polineuropatia da malattia critica, ad es. In caso di avvelenamento del sangue)

Inoltre, ci sono raramente forme ereditarie di neuropatie.

Polineuropatia: diagnosi

Per la diagnosi il medico chiede l'anamnesi. Viene eseguito un esame neurologico in cui vengono esaminati, tra le altre cose, sensibilità e riflessi muscolari. Se si sospetta una polineuropatia, vengono eseguite le seguenti misurazioni neurologiche per confermare la diagnosi:

  • Esame dell'attività elettrica dei nervi (elettroneurografia)
  • Esame dell'attività elettrica dei muscoli (elettromiografia)

A volte è possibile identificare una causa sottostante, come il diabete o la chemioterapia.

Se la causa non è chiara, possono seguire ulteriori indagini:

  • Analisi dei valori del sangue e dei parametri delle urine
  • Raccolta ed esame dell'acqua nervosa (puntura lombare)
  • studi genetici

Un minuscolo pezzo di nervo può essere rimosso (biopsia) per esaminarlo al microscopio. In questo modo è possibile chiarire quali nervi e quali parti nervose sono interessate. Ciò consente di trarre conclusioni sulla causa. Talvolta anche il prelievo di un campione di pelle può essere istruttivo.

Possono essere utilizzati anche raggi X, ultrasuoni, risonanza magnetica e altri esami.

Terapia: cosa aiuta con la polineuropatia?

Tratta i trigger

Se possibile, la causa della malattia viene trattata, se nota. Nel caso del diabete, ad esempio, è importante il miglior controllo possibile della glicemia. Se hai la polineuropatia causata dall'alcol, l'alcol dovrebbe essere evitato. Nel caso di forme infiammatorie, ad esempio, vengono utilizzati cortisone e immunoglobuline.

Se la causa può essere eliminata in una fase precoce, la polineuropatia può spesso essere curata.

Se la malattia è già avanzata o non è possibile rimediare alla causa, almeno il decorso della malattia può essere influenzato.

Medicinali per il dolore

Il dolore e le sensazioni anormali, ma non la furia, possono essere alleviati con i farmaci. In particolare, vengono utilizzati alcuni antidepressivi e farmaci per l'epilessia. Vengono utilizzati anche alcuni analgesici come oppioidi o oppiacei, soprattutto per il dolore intenso. Alcuni pazienti rispondono ai cerotti con la lidocaina anestetica o la capsaicina, il principio attivo del peperoncino.

I vantaggi e gli svantaggi della terapia farmacologica e le probabilità di successo attese dovrebbero essere discussi in un consulto medico. I sintomi spesso possono essere solo alleviati, non completamente risolti. L'effetto richiede spesso alcune settimane per avere effetto. In molti casi è anche necessario testare diversi farmaci e dosaggi.

Altre terapie

La fisioterapia può essere utile, ad esempio in caso di debolezza muscolare o disturbi dell'equilibrio. Alcune persone hanno buone esperienze con il metodo della corrente di stimolazione TENS (Transcutaneous Electrical Nerve Stimulation) o con i bagni medicinali.

Esistono altre terapie per le quali mancano ancora sufficienti prove scientifiche di efficacia e per le quali le assicurazioni sanitarie di solito non pagano: sono inclusi i principi attivi iniezioni di acido alfa-lipoico, benfotiamina e tossina botulinica, così come la terapia dei toni alti e l'agopuntura . Se vuoi testare tali opzioni, dovresti chiedere consiglio al tuo studio medico per verificare se sembrano adatte e informarti sui costi.

Se i sintomi sono molto dolorosi, può avere senso consultare un medico esperto nella terapia del dolore. La psicoterapia può aiutarti ad affrontare meglio il dolore. Le persone colpite trovano scambio e sostegno reciproco nei gruppi di auto-aiuto.

Privatdozentin Dr. med. Ilonka Eisensehr

© PMG Media Inning am Ammersee

Esperto in consulenza

Privatdozentin Dr. med. Ilonka Eisensehr è una specialista in neurologia con una qualifica aggiuntiva in medicina del sonno. Ha studiato alla Ludwig Maximilians University di Monaco e alla Tufts University di Boston e ha completato la sua abilitazione all'Università di Monaco sul sistema dopaminergico e sui disturbi del movimento legati al sonno. Lavora nel proprio studio neurologico a Monaco ed è membro del corpo docente dell'Università di Monaco. Ha scritto numerose pubblicazioni in materia di sistema dopaminergico, medicina del sonno ed epilessia ed è membro di molti comitati scientifici. Le sue aree di interesse sono: diagnostica neurologica, diagnostica e trattamento dei disturbi del movimento, disturbi del sonno e sindrome delle gambe senza riposo, nonché un controllo dell'ictus che include l'ecografia duplex a colori.

Swell:

Seward B. Rutkove, MD, "Panoramica sulla polineuropatia", ed. UpToDate. Waltham, MA: UpToDate Inc. http://www.uptodate.com (Estratto gennaio 2020)

Sommer C, Geber C, Young P, Forst R, Birklein F, Schoser B: Polyneuropathies - eziologia, diagnosi e opzioni di trattamento. Dtsch Arztebl Int 2018; 115: 83-90. DOI: 10.3238 / arztebl.2018.0083. Online: https://www.aerzteblatt.de/archiv/196135/Polyneuropathien (accesso novembre 2019)

Schweikert-Wehner P: Polineuropatie: quando i farmaci sono neurotossici. Dtsch Arztebl 2019; 116: [18]; DOI: 10.3238 / PersNeuro. 2019.09.13.03. Online: https://www.aerzteblatt.de/archiv/209628/Polyneuropathien-Wenn-Medikamente-neurotoxisch-sind (accesso febbraio 2020)

Associazione medica tedesca (BÄK), Associazione nazionale dei medici dell'assicurazione sanitaria legale (KBV), Gruppo di lavoro delle società mediche scientifiche (AWMF). National Health Care Guideline for Neuropathy in Adult Diabetes - Long Version, 1st Edition. Versione 5. 2011. Online www.dm-neuropathie.versorgungsleitlinien.de (accesso gennaio 2020)

Hanewinckel R, Drenthen J, van Oijen M, Hofman A, van Doorn PA, Ikram MA: Prevalenza della polineuropatia nella popolazione generale di mezza età e anziana. In: Neurology 2016, 1 novembre; 87: 1892-1898

Scherbaum W: Pschyrembel online, Verlag Walter de Gruyter, https://www.pschyrembel.de/Polyneuropathie/K0HER, a partire da aprile 2016 (accesso a febbraio 2020)

Eisensehr I: Il paziente con diabete lamenta un aumento delle vertigini durante la deambulazione. In: MMW Fortschr Med.2013, 22 agosto; 155: 46-7

Mumenthaler M, Mattle H: Neurologie, 13a edizione, Stoccarda Thieme-Verlag 2013

Nota importante: questo articolo contiene solo informazioni generali e non deve essere utilizzato per l'autodiagnosi o l'auto-trattamento. Non può sostituire la consulenza medica. Ti preghiamo di comprendere che non rispondiamo a singole domande.

infastidire

Tema di neuropatia